Home » Spettacoli » Al Teatro Gesualdo, in scena Toni e Peppe Servillo con “La parola canta”.
Spettacoli

Al Teatro Gesualdo, in scena Toni e Peppe Servillo con “La parola canta”.

peppe  e toni servillo

Il 2 e il 3 gennaio 2016 tornano al Teatro Gesualdo di Avellino i fratelli Toni e Peppe Servillo: in scena “La parola canta” con i Solis String Quartet.

Dopo il grande successo internazionale de “Le voci di dentro” Toni Servillo, in compagnia del fratello Peppe, torna al Teatro “Carlo Gesualdo” con “La parola canta”, un concerto, un recital, una festa fatta di musica, poesia e canzoni per celebrare Napoli e tutto il suo immenso bagaglio culturale.

Uno spettacolo ricco di suggestioni antiche che in un’ora e 45 minuti riassume tutto il fascino della più intensa tradizione musicale partenopea.

Per l’occasione Peppe e Toni Servillo, con il prezioso supporto dei Solis String Quartet, cantano poesie e recitano canzoni, rendendo omaggio ad alcune delle vette più alte della cultura scenica partenopea, fra letteratura, teatro e musica, da Eduardo a Viviani, fino a voci contemporanee come Enzo Moscato, Mimmo Borrelli e Michele Sovente.

I Solis String Quartet è un quartetto d’archi composto da Vincenzo Di Donna, violino, Luigi De Maio, violino, Gerardo Morrone, viola e Antonio Di Francia, cello, che mescola in maniera originale jazz, pop e musica contemporanea. Molto frequenti e prestigiose le collaborazioni con nomi illustri della scena internazionale.

Lo spettacolo dei fratelli Servillo è parte del cartellone “Grande Teatro” del Teatro Comunale “Carlo Gesualdo” di Avellino che proseguirà durante il 2016 con: Balletto di Mosca “Le Classique” in “La bella addormentata” il 16 e 17 gennaio, Claudia Gerini in “Storie di Claudia” il 23 e 24 gennaio, Stefano Accorsi in “Decamerone” il 6 e 7 febbraio, Alessandro Preziosi e Nando Paone in “Don Giovanni di Molière” il 27 e 28 febbraio, Sabrina Ferilli e Maurizio Micheli in “Signori, le patè de la maison” il 19 e 20 marzo.

“La parola canta” – poesie e canzoni:

Napule, di Mimmo Borrelli – 2011
Tarantella del Vesuvio, di Antonio Di Francia – 2001
Canzone appassiunata, di E. A. Mario – 1922
Fravecature, di Raffaele Viviani – 1930
A Sciaveca, di Mimmo Borrelli – 2007
‘O guappo ‘nnammurato, di Raffaele Viviani – 1910
Litoranea, di Enzo Moscato – 1991
Guapparia, di Libero Bovio e Rodolfo Falvo – 1914
O’ festino, di E.A. Mario e Pacifico Vento – 1918
Mozarttango, di Antonio Di Francia e Gerardo Morrone – 2004
Vincenzo De Pretore, di Eduardo de Filippo – 1948
Està – Nun voglio fa’ niente, di Libero Bovio e Nicola Valente – 1913
A’ casciaforte, di Alfonso Mangione e Nicola Valente – 1928
Dove sta Zazà, di Raffaele Cutolo e Giuseppe Cioffi – 1944
Maruzzella, di Enzo Bonagura e Renato Carosone – 1954
Movimento di tarantella, dal quartetto n.4 di Fabio Vacchi – 2009
Commedianti, di Franco Marcoaldi e Giorgio Battistelli – 2010
Sogno biondo, di Peppe Servillo e Mario Tronco – 2003
Cose sta lengua sperduta, di Michele Sovente – 2002


.

Seguici

Agedaonline.it sui social network

Spot

Spot

Spot