Home » Attualità » In Campania ritorna il Metrò del mare per il Cilento
Attualità Prima Pagina

In Campania ritorna il Metrò del mare per il Cilento

Agropoli Porto
Le distanze geografiche si riducono sempre di più. A breve anche la costa cilentana potrà essere ben collegata alle maggiori città del Nord e Centro Italia: arriva il Metrò del mare. Ma e' allarme a poche settimane dall'avvio della stagione estiva: non tutti i porti del Cilento, ad oggi, sono nelle condizioni di poter consentire l’attracco del Metrò del mare.

La Regione Campania ha rilanciato un’idea di qualche tempo fa che ora trova la sua forma effettiva e concreta in un progetto di trasporti che combina il treno (dalle grandi città d’Italia a Napoli) e l’aliscafo (verso tutta la costa fino al Cilento).

Più nel dettaglio, si tratta di un sistema integrato di trasporto con la mobilità su ferro, per collegare città come Milano, Bologna, Firenze e Roma con il Cilento, e con la mobilità via mare, mettendo in migliore relazione la fascia costiera cilentana con le città di Napoli e Salerno, la Costa Amalfitana e l’Isola di Capri.

Per attuare il progetto, l’Ente Provinciale del Turismo di Salerno, soggetto attuatore dietro designazione della Regione Campania, ha richiesto al Gruppo Ferrovie dello Stato e alla Società Italo NTV il prolungamento dei treni ad alta velocità da Salerno a Sapri, mentre a inizio febbraio si svolgerà la gara per la scelta della compagnia di navigazione che si occuperà dei collegamenti marittimi.

L’obiettivo di tale azione è senza dubbio orientato a incrementare sempre di più il turismo verso la regione, soprattutto tenendo conto dei recenti successi dei musei campani in termini di visitatori e l’attrazione che riscuotono le bellezze culturali, enogastronomiche e paesaggistiche dei luoghi.

Con collegamenti più comodi dal Nord-Centro Italia e con un potenziamento dei trasferimenti sia via mare sia su ferro, infatti, sarà possibile stimolare sempre di più i flussi turistici. Offrendo, allo stesso tempo, un’offerta sempre più competitiva su scala nazionale.

Sono state infine individuate, a conclusione degli incontri con i Sindaci dei Comuni interessati al progetto, le linee marittime che saranno attive dall’1 luglio al 31 agosto 2016:

  • Linea 1, Salerno – Costa del Cilento con collegamenti andata e ritorno da Salerno per Agropoli, San Marco, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro Camerota; linea attiva il sabato e la domenica);
  • Linea 2, Cilento-Costa d’Amalfi con collegamenti A/R da Salerno per Agropoli, San Marco, Amalfi, Positano, (coincidenza per Capri); linea attiva dal lunedì al venerdì);
  • linea 3/A, Cilento (Sapri – Capri – Napoli), con collegamenti A/R da Sapri per Camerota, Pisciotta, Casal Velino, Capri e Napoli; linea attiva il martedì, mercoledì e giovedì;
  • Linea 3/B, Cilento (Sapri – Capri – Napoli) con collegamenti A/R da Sapri per Palinuro, Acciaroli, San Marco, Capri e Napoli; collegamenti attivi il lunedì e venerdì.

Ma a poche settimane dal via è allarme tra gli operatori turistici.

A causa dei fondali insabbiati ed anche alle banchine d’attracco, che devono essere rimesse in sicurezza, rischiano di essere tagliate fuori dai collegamenti il porto di Marina di Camerota, quello di Agropoli e Casal Velino.


Le varie amministrazioni comunali stanno comunque cercadno di risolvere il problema.

Seguici

Agedaonline.it sui social network

Spot

Spot

Spot