I Musei della provincia di Trieste.

Musei e  Mostre

Tra mostre e musei, pinacoteche e gallerie d'arte ecco la guida ai luoghi dell'arte e della cultura a Trieste.

Musei a Trieste:

Civico Museo "Revoltella" e Galleria d'Arte Moderna

via Diaz, 27 Trieste Per informazioni Numero di Telefono: 0406754158 0406754350 :Orario:09.00-14.00 e 16.00-19.30 Chiuso martedìSituato a Trieste, nel  palazzo ottocentesco Revoltella, che conserva gli arredi originali. La galleria d'arte moderna, espone  arti figurative dal periodo neoclassico ai contemporanei. Tra i vari artisti, ricordiamo del periodo  neoclassico, il Canova e i Bartolini, dall '800 e '900, con  dipinti di Giuseppe De Nittis, Lionello Balestrieri,  Jules Geoffroy,  Felice Casorati  con il suo  "Meriggio", Carlo Carrà, Giorgio de Chirico e tanti altri. La visita si conclude sculture del dopo guerra come quelle di Arnaldo Pomodoro.

Civico Museo d'Arte Orientale

Palazzetto Leo via San Sebastiano, 1 Trieste Per informazioni Numero di Telefono: 0403220736 Orario:09.00-13.00 (martedì e da giovedì a domenica), 09.00-19.00 (mercoledì) Chiuso lunedì.Ubicato a Trieste, all'interno del settecentesco Palazzetto Leo, il Museo d'Arte Orientale, espone circa 600 pezzi tra armi, oggetti d'arte,  strumenti musicali, reperti etno-antropologici  provenienti dall'area asiatica  in particolare dalla Cina e Giappone. Interessante, sia la sezione dedicata alla Cina, con l'esposizione di tessuti in seta, porcellane, ceramiche e sia le sculture del Gandhara, datate dal I-IV secolo d. C., arrivate  in Italia a seguito della spedizione italiana che conquistò il K2. 

Civico Museo Sartorio

Largo Papa Giovanni XXIII, 1-Trieste Per informazioni Numero di Telefono: 040301479 040310500.All'interno della villa ottocentesca a Trieste, appartenuta alla famiglia Sartorio, vi è il Civico Museo Sartorio. Qui sono esposti gli arredi, dipinti, miniature e stampe. Al piano terra vi sono esposti una collezione di ceramica e la raccolta "Stavropulos" che comprende: scultura,dipinti e  opere grafiche, provenienti da scuole italiane ed europee datate dal XV al XX sec. Al piano primo, le sale sono arredate e decorate dalla famiglia Sartorio. Il secondo piano vi è la raccolta "Rusconi", che comprende circa 2500 pezzi tra dipinti , mobili,  argenti e suppellettili datati dal XVIII e XIX secolo. Sempre al secondo piano vi è la collezione dei disegni del Tiepolo.

 





Articoli Correlati