Ultime Notizie

La pittura inglese dell’800 in mostra a Roma.

La pittura inglese dell’800 in mostra a Roma.

Dal 16 febbraio al 5 giugno 2014 si svolge a Roma, presso il Chiostro del Bramante, l’esposizione intitolata “Alma Tadema e i pittori dell’800 inglese. Collezione Pérez Simòn”.

In mostra cinquanta capolavori direttamente dall’esclusiva raccolta del collezionista sudamericano Juan Antonio Pérez Simòn renderanno omaggio all’arte di Alma Tadema e di numerosi altri pittori dell’Ottocento inglese.

Tra questi Burnes Jones, Millais, Rossetti, Frederic Leighton, John William Waterhouse, fino al genio di Alma Tadema, tutti artisti che, durante l’Età Vittoriana, ispirarono le proprie opere a leggende celtiche, visioni fiabesche, episodi della mitologia classica.

Si tratta degli esponenti dell’Aesthetic Movement, una corrente artistica che per lungo tempo era stata tenuta all’oscuro in quanto aveva osato uscire dai canoni classici e puritani dell’epoca, e che solo successivamente è stata gradualmente rivalutata per una straordinaria ricchezza stilistica e tematica.

La raccolta comprende opere di rilevante fascino di cui la massima espressione è rappresentata dal capolavoro di Alma Tadema “Le rose di Eliogabalo”, che ritrae l’imperatore romano Augusto che schiaccia gli ospiti sotto una cascata di rose. Un colossale dipinto esposto nel 1888 alla Royal Academy.

Al centro delle rappresentazioni degli artisti c’è sempre una figura femminile come musa ispiratrice, che si tratti di eroine, principesse, muse, incantatrici, streghe, la donna è il soggetto principale dell’Aesthetic Movement e diviene immagine angelica quanto demoniaca. Al contrario di quanto accadeva nella vita reale, il corpo femminile risulta denudato e molto più libero, con forme sensuali e sublimi.

I contesti che ne fanno da sfondo ai dipinti richiamano quelli dei paesaggi greci e classici oppure le architetture egiziane, a testimonianza dei viaggi di questi pittori in Oriente, in Grecia e in Italia arricchendo così di un fascino inusuale la produzione artistica della loro terra d’origine.

Dopo la tappa romana, e il precedente successo in terra francese, l’esposizione si sposterà al Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid dal 23 giugno al 5 ottobre 2014.