Arte e Cultura

Le 10 mostre a Roma da non perdere a settembre

Con l’arrivo dell’autunno si arricchisce la stagione delle mostre. E Roma ne rappresenta uno dei palcoscenici più illustri. Per chi ama l’arte la Capitale offre infatti a settembre un ventaglio di occasioni e appuntamenti che soddisfano ogni gusto.

Ecco dieci mostre interessanti per le quali c’è ancora il tempo necessario per organizzare una visita.

Iniziamo con un’esposizione per gli appassionati di arte cinematografica e di fotografia. C’è tempo fino al 21 settembre 2014 per ammirare presso il Complesso del VittorianoLuce. L’immaginario italiano”, la mostra che racchiude le immagini dell’Istituto Luce che, nato novant’anni fa, ha avuto il compito di mostrare alla gente comune il mondo e la modernità. Con le fotografie, stampate sui rotocalchi illustrati, i cinegiornali e i documentari Luce, proiettati nei cinematografi, nelle piazze e nelle scuole, gli italiani hanno infatti costruito il proprio immaginario. Tra film e fotografie è possibile ripercorrere la storia collettiva e personale degli italiani del secolo scorso. L’accesso alla mostra è possibile tutti i giorni dalle 10.30 alle 21.30.

Il 28 settembre, invece, è l’ultimo giorno per poter assistere alla mostra dedicata al mito di Andy Warhol nelle sale del Museo della Fondazione Roma di Palazzo Cipolla. Si tratta di una ghiotta occasione per poter vedere dal vivo uno dei gruppi di opere più importanti di Warhol raccolto da Peter Brant, suo intimo amico, con il quale ha condiviso gli anni artisticamente e culturalmente più vivaci della New York degli anni ‘60 e ‘70. La mostra che espone oltre 150 opere è aperta al pubblico il lunedì dalle 14 alle 20, dal martedì al venerdì e la domenica dalle 10 alle 20, e il sabato dalle 10 alle 22.

Sempre negli spazi espositivi di Palazzo Cipolla, in contemporanea alla mostra su Warhol, ha luogo “Terry O’Neill. Pop Icons”, che offre alla visione circa 50 fotografie tra le più celebri e note del leggendario fotografo inglese che, a partire dagli anni ’60, ha immortalato i personaggi più famosi del suo tempo consacrandoli in icone pop. Tra questi, scatti immortali di Beatles, Rolling Stones, David Bowie, Elton John, Jerry Hall, Frank Sinatra, Elvis Presley, Audrey Hepburn, Elizabeth Taylor, Bono Vox.

Un progetto di grande richiamo è quello che si svolge fino al 29 settembre 2014 presso il Foro di Augusto. Si tratta di uno spettacolo multimediale con filmati e ricostruzioni che mostra i luoghi così come si presentavano all’epoca dell’imperatore. Spettacoli tutte le sere in tre appuntamenti ore 21, ore 22 e ore 23 della durata di 40 minuti e con accesso consentito a massimo 200 persone per evento. Gli intervenuti assistono a una multiproiezione di luci, immagini, filmati e animazioni accompagnate da musiche, effetti sonori e dal racconto di Piero Angela in 6 lingue (italiano, inglese, francese, russo, spagnolo e giapponese).

Al Colosseo, fino al 5 ottobre 2014, è in atto la mostra “La Biblioteca Infinita. I luoghi del sapere nel mondo antico”. Divisa in sette sezioni, supportata da ben 120 pezzi tra statue, affreschi, rilievi, strumenti e supporti di scrittura, rappresenta un excursus sull’evoluzione del libro nel mondo greco-romano dall’età ellenistica al tardo antico. Orario continuato dalle 8.30 alle 17.30 per assistere all’esposizione nello storico monumento romano.

La forma della seduzione. Il corpo femminile nell’arte del ‘900” è il titolo dell’esposizione che si svolge fino al 5 ottobre 2014 nelle sale del GNAM (Galleria Nazione di Arte Moderna). La selezione include circa 130 opere che indagano la sensualità femminile attraverso l’eterogeneità del linguaggio artistico. Il percorso si compone di cinque sezioni: Le belle apparenze, Seduzione/sedizione, Oggetto del desiderio, La bella e la bestia e La bella addormentata. Gli orari per accedere sono dal martedì alla domenica dalle 10.30 alle 19.30.

Ancora fino al 5 ottobre 2014 al MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo si indaga la casualità e la diversità con la mostra “Gaetano Pesce. Il tempo della diversità”. E’ possibile apprezzare l’opera dell’architetto, designer e artista di fama internazionale nell’esposizione che si esprime negli spazi del museo attraverso un allestimento in divenire. Un iter conduce il visitatore attraverso sette percorsi tematici che guidano nella storia della produzione di Gaetano Pesce dagli anni Sessanta ad oggi.

Sempre al MAXXI, fino al 5 ottobre 2014, si procede alla scoperta di Roma attraverso gli edifici di alcuni dei suoi più importanti ingegneri. Dal titolo “Strutture Romane. Montuori, Musmeci, Nervi” in mostra disegni, studi, fotografie e progetti dei tre noti nomi dell’ingegneria italiana attraverso alcune delle loro più rappresentative opere romane.

Gli estimatori dell’arte contemporanea apprezzeranno sicuramente la mostra “Dreaming. L’arte aborigena australiana incontra De Chirico”, in atto fino al 2 novembre 2014 al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese. L’esposizione è realizzata da artisti contemporanei con un’attenzione particolare ai temi dell’identità culturale e del territorio. Inedito e interessante l’accostamento alle diciotto opere di De Chirico esposte in maniera permanente nel museo romano.

Prosegue infine con successo la mostra “Leonardo da Vinci. Il genio e le invenzioni” in programma fino al 30 aprile 2015 presso il Palazzo della Cancelleria. Cinquanta macchine, suddivise in cinque categorie, ideate dal geniale artista. Funzionanti, possono essere toccate e provate, per consentire al visitatore un’intensa esperienza percettiva sensoriale.


Spot

Spot

Spot