presepe pietrelcina
Arte e Cultura

7 presepi viventi da non perdere in Campania

Il Presepe è uno dei simboli del Natale in Campania. In tutte le province, fino a gennaio inoltrato, tante occasioni per ammirare rievocazioni in abiti storici nel cuore dei borghi antichi.

Un Natale senza presepe non è Natale. Almeno in Campania, patria per eccellenza della ricostruzione scenica della notte di Betlemme rivisitata in chiave locale.

Nelle case dei campani il presepe è un simbolo che si pone a metà tra la religione e la tradizione, un rito con una sottilissima linea di confine tra il sacro ed il folklore.

E che dalle case si estende a tutta la comunità, spesso coinvolta in grandi allestimenti scenici che trasformano paesi, borghi, frazioni in palcoscenici in cui viene riprodotto lo scorrere della vita intorno alla grotta in cui vide la luce il Cristo, idealmente traslata in un’ambientazione che richiama la storia, le tradizioni, le abitudini dei luoghi circostanti.

La tradizione dei presepi viventi è molto forte in Campania. Ecco le sette rappresentazioni da non perdere il prossimo Natale.

  1. Il Presepe Vivente di Pietrelcina (Benevento)

Il 27, 28 e 29 dicembre 2018, la parte più antica del paese che diede i natali a San Pio da Pietrelcina si trasforma in un’incantevole borgo d’altri tempi.

I segni dei tempi moderni spariscono per lasciare spazio a scene di vita che fanno fare un vero e proprio salto indietro nel tempo.

Un percorso, illuminato da fiaccole e candele, che è possibile visitare dalle 17.30 alla mezzanotte. (Foto copertina tratta dal sito web ufficiale).

  1. Il Presepe Vivente di Pimonte (Napoli)

Un appuntamento fisso, quello col presepe vivente di Pimonte, piccolo centro dei Monti Lattari.

Si comincia il 23 dicembre, nello splendido scenario della Valle Lavatoio, con attori e figuranti, che faranno rivivere il più classico dei presepi napoletani dell’800.

Figure femminili, in abiti d’epoca, faranno da accompagnatrici per i visitatori che avranno voglia di immergersi in un’atmosfera incantevole. Altri appuntamenti sono previsti il 23, 26 e 30 dicembre 2018, e l’1 e il 6 gennaio 2019.

  1. Il Presepe Vivente di Gragnano (Napoli)

Si rinnova anche quest’anno uno degli appuntamenti più antichi in Campania con la rappresentazione del presepe vivente. Nel borgo di Caprile, a Gragnano, una suggestiva messa in scena tra case, cantine e strade in cui viene riproposta la scena della Natività.

L’appuntamento con il presepe vivente di Gragnano è per il 26, 28, 29 e 30 dicembre 2018 e 1, 4, 5 e 6 gennaio 2019.

  1. Il Presepe Vivente di Sorrento (Napoli)

La frazione collinare di Casarlano, nel comune di Sorrento, come ogni anno propone anche quest’anno l’appuntamento con il Grande Presepe Vivente che richiama ogni anno tantissimi visitatori, allestito nel piazzale della parrocchia di Santa Maria.

I giorni in cui potrà essere visitato il presepe sono il 16, 28, 29 e 30 dicembre 2018 e l’1, 2, 4, 5, 6, 12 e 13 gennaio 2019.

  1. Il Presepe Vivente di Cava de’ Tirreni (Salerno)

Nell’antico borgo di Case Trezza a Sant’Anna di Cava de’ Tirreni rivive la magica atmosfera natalizia con il presepe vivente animato da oltre 150 figuranti. Un percorso attraverso scene suggestive, con un cicerone che guiderà i visitatori attraverso le diverse tappe.

I giorni per visitare il presepe vivente di Cava de’ Tirreni sono il 23, 26, 29 e 30 dicembre 2018 e l’1, 5, 6 e 12 gennaio 2019.

  1. Il Presepe Vivente di Forino (Avellino)

A Forino, in provincia di Avellino, il 5 e 6 gennaio 2019 rivive l’atmosfera magica del Natale, attraverso i vicoli, le case e le botteghe del borgo medioevale che si sviluppa intorno al palazzo dei principi Caracciolo.

Oltre 200 tra attori e figuranti ricostruiranno scene di vita e di lavoro, usi e costumi per uno degli appuntamenti più attesi del Natale in Irpinia.

  1. Presepe vivente di Gesualdo (Avellino)

Il 27 e 28 dicembre 2018 la magia del Natale rivive a Gesualdo, in provincia di Avellino, con il presepe vivente che si sviluppa tra i vicoli del centro storico del paese irpino. Partecipazione e suggestione per una delle più belle rappresentazioni natalizie della zona.


Spot

Spot

Spot