Un Natale senza presepe non è Natale. Almeno in Campania, patria per eccellenza della ricostruzione scenica della notte di Betlemme rivisitata in chiave locale.

Nelle case dei campani il presepe è un simbolo che si pone a metà tra la religione e la tradizione, un rito con una sottilissima linea di confine tra il sacro ed il folklore.

E che dalle case si estende a tutta la comunità, spesso coinvolta in grandi allestimenti scenici che trasformano paesi, borghi, frazioni in palcoscenici in cui viene riprodotto lo scorrere della vita intorno alla grotta in cui vide la luce il Cristo, idealmente traslata in un’ambientazione che richiama la storia, le tradizioni, le abitudini dei luoghi circostanti.

La tradizione dei presepi viventi è molto forte in Campania. Ecco le sette rappresentazioni da non perdere il prossimo Natale.

Il Presepe Vivente di Pietrelcina (Benevento)

Nel periodo di Natale , la parte più antica del paese che diede i natali a San Pio da Pietrelcina si trasforma in un’incantevole borgo d’altri tempi.

I segni dei tempi moderni spariscono per lasciare spazio a scene di vita che fanno fare un vero e proprio salto indietro nel tempo.

Un percorso, illuminato da fiaccole e candele.

(Foto copertina tratta dal sito web ufficiale).

Il Presepe Vivente di Pimonte (Napoli)

Un appuntamento fisso, quello col presepe vivente di Pimonte, piccolo centro dei Monti Lattari.

Si comincia subito dopo natale, nello splendido scenario della Valle Lavatoio, con attori e figuranti, che faranno rivivere il più classico dei presepi napoletani dell’800.

Figure femminili, in abiti d’epoca, faranno da accompagnatrici per i visitatori che avranno voglia di immergersi in un’atmosfera incantevole.

Il Presepe Vivente di Gragnano (Napoli)

Si rinnova anche quest’anno uno degli appuntamenti più antichi in Campania con la rappresentazione del presepe vivente. Nel borgo di Caprile, a Gragnano, una suggestiva messa in scena tra case, cantine e strade in cui viene riproposta la scena della Natività.

Il Presepe Vivente di Sorrento (Napoli)

La frazione collinare di Casarlano, nel comune di Sorrento, come ogni anno propone anche quest’anno l’appuntamento con il Grande Presepe Vivente che richiama ogni anno tantissimi visitatori, allestito nel piazzale della parrocchia di Santa Maria.

Il Presepe Vivente di Cava de’ Tirreni (Salerno)

Nell’antico borgo di Case Trezza a Sant’Anna di Cava de’ Tirreni rivive la magica atmosfera natalizia con il presepe vivente animato da oltre 150 figuranti. Un percorso attraverso scene suggestive, con un cicerone che guiderà i visitatori attraverso le diverse tappe.

Il Presepe Vivente di Montemiletto (Avellino)

Alla frazione Montaperto di Montemiletto, in provincia di Avellino, rivive l’atmosfera magica del Natale, attraverso i vicoli, le case e le botteghe del borgo che si trasformerà nella Betlemme di molti anni fa. 

Abiti d’epoca per i figuranti che ricostruiranno scene di vita e di lavoro, usi e costumi per uno degli appuntamenti più attesi del Natale in Irpinia.

Presepe vivente di Morcone (Benevento)

La magia del Natale rivive a Morcone, in provincia di Benevento, con il presepe vivente che si sviluppa tra i vicoli del centro storico del paese della Valle del Tammaro. Partecipazione e suggestione per una delle più belle rappresentazioni natalizie della zona.

Share.
Riccardo Cannavale

Riccardo Cannavale, classe 1973, dopo la laurea in Scienze Politiche (con una tesi in Storia delle Dottrine Politiche dal titolo “La teoria della “guerra giusta” nell’era dell’informazione”) ha conseguito il Master in Relazioni Pubbliche Europee, presso l’istituto Ateneo Impresa di Roma, una tra le principali business school italiane nel settore della comunicazione. Giornalista pubblicista dal 1999, ha collaborato con numerose testate giornalistiche, tra cui i quotidiani “Roma” e “Il Mattino”. La passione per il variegato mondo della comunicazione lo ha portato ad approfondire gli aspetti e le dinamiche dello stesso, maturando esperienze nell’ambito della pubblicità (è stato copywriter ed account per l’agenzia di promo-comunicazione “Areatest” di Roma), delle relazioni pubbliche (è stato tra i fondatori e direttore responsabile della rivista specializzata “Spazio RP” di Roma) e degli eventi (è stato, tra l’altro, tra gli ideatori delle tre edizioni della “Notte Bianca” ad Avellino e coordinatore degli eventi del comitato tappa in occasione di diverse edizioni del Giro d'Italia). Consulente di comunicazione pubblica, dal 2007 è sato per molti anni il responsabile dell'Ufficio Stampa e Comunicazione del Comune di Avellino e, dal 2010, coordinatore della promozione del Teatro Comunale “Carlo Gesualdo” di Avellino. Specializzatosi “sul campo” in web writing, dal 2005 ha messo la sua esperienza a disposizione di Agendaonline.it.

Exit mobile version