fbpx
Teatro
Serata Jazz al teatro Gesualdo di Avellino
Spettacoli

Accademia Filarmonica Romana, ecco il programma.

[wp_bannerize group=”Adsense 300″] “Voglio riempire uno stadio di cinquantamila ragazzi e suonare per loro un Quartetto di Beethoven”. Ricordando questo pensiero di Piero Farulli Fondatore della Scuola di Musica di Fiesole, Sandro Cappelletto, quale direttore artistico, ha presentato il programma dell’Accademia Filarmonica Romana. A precederlo è stato il saluto del presidente Paolo Baratta, il quale nel ricordare che l’istituzione si avvia a celebrare i duecento anni dalla fondazione, ha ribadito l’impegno – nonostante le difficoltà economiche del momento – a far sé che si alternino orchestre ed esecutori degni della massima attenzione. Cappelletto, intanto, ponendo in risalto i risultati positivi del 2011- 2012, si è soffermato sull’ inizio della corrente stagione e quindi ha parlato delle Suites di Bach per violoncello solo ricreate da Mischa Maisky, preceduto da una formidabile anteprima: il ritorno di PaGAGnini. Spettacolo questo, che ha debuttato lo scorso dicembre, lasciando il desiderio di rivedere e riascoltare il talento musicale, la verve teatrale, di quattro straordinari artisti. Roma capitale barocca affianca poi riscoperte di artisti e opere finalmente riemersi dall’oblio. La collaborazione dell’Ambasciata del Brasile renderà possibile il concerto dedicato a Corelli, al Palazzo Pamphilj di piazza Navona. Ritorna poi all’Olimpico, il Festival della Danza. Felice ritorno pure del progetto Opera domani, con un nuovo allestimento. Molte sono le prime esecuzioni, in un panorama ampio e diversificato delle tendenze attuali. ( testo di Antonella Salerno e Renato Ribaud)


Spot

Spot

Spot