Attualità Cucina e Gastronomia

Al Cibus, DG3 Dolciaria con la linea Cavalier Nicola di Gennaro

Dal 5 all’8 maggio 2014, presso il Quartiere Fieristico di Parma, si svolge il 17° Salone Internazionale dell’Alimentazione, meglio noto al grande pubblico come Cibus.

L’evento rappresenta un punto di riferimento ormai consolidato nel panorama agroalimentare italiano, una vetrina di rilevanza internazionale per tutti i produttori appartenenti a questo fondamentale settore economico, grazie anche a tavole rotonde, convegni, esposizioni esclusive in ambito di Food and Retail aperti a operatori del settore provenienti dal mercato nazionale e dai diversi mercati esteri.

L’ultima edizione della fiera ha chiuso con numeri significativi: oltre 63.000 visitatori qualificati, 13.000 esteri di cui 1.300 top buyers provenienti da 90 Paesi differenti. Con gli occhi bene aperti ai mercati internazionali, dunque, si attende l’apertura di questo nuovo appuntamento con il gusto, occasione per numerose aziende di presentare in anteprima le proprie linee di prodotto e le ultime novità destinate al mercato mondiale.

E’ il caso dell’irpina DG3 Dolciaria, azienda antesignana della locale produzione di dolci tipici, che in questa importantissima vetrina internazionale presenterà a un pubblico variegato e internazionale le prelibatezze della sua ultima nata, la linea a marchio “Cavalier Nicola Di Gennaro”.

Torroni, pantorroni, croccanti, nelle varianti a stecca o in monodose, e in gusti differenti, compongono una linea di prodotto di fascia alta, con una distribuzione di nicchia, caratterizzata dalla scelta di una materia prima che richiama il territorio e una lavorazione che riprende le antiche ricette del passato.

La qualità del territorio irpino portata in giro per il mondo targata DG3 Dolciaria, è già presente anche all’estero da molti anni con i marchi “Di Gennaro” e “Montevergine”, con produzioni specifiche per brand di primaria importanza, e ora anche con questa nuovissima e ricercata linea di sapore.

Una lunga storia di famiglia che ha preso le mosse a inizio secolo scorso e che continua, con la nuova generazione, a rinnovare la propria immagine e a innovare il prodotto nel rispetto della tradizione e delle antiche ricette che si tramandano di generazione in generazione.


Aggiungi un commento

Clicca qui per un commento

Spot

Spot

Spot