fbpx
Arte e Cultura

Mostre Torino: Renoir al GAM

Dalle esclusive collezioni parigine del Musée d’Orsay e dell’Orangerie, sono giunti a Torino i capolavori più importanti dell’opera di Pierre-Auguste Renoir per una mostra che si svolge al GamGalleria Civica dell’Arte Moderna e Contemporanea – fino al 23 febbraio 2014.

Si tratta di circa sessanta lavori del grande artista francese, che documentano l’intera attività del pittore testimoniandone i momenti fondamentali della carriera artistica, a partire dagli esordi, con le evidenti influenze di Delacroix, Courbet e Manet, alle svolte concettuali della maturità che lo hanno condotto al graduale allontanamento dalla corrente impressionista, di cui resta comunque uno dei massimi esponenti.

Un percorso ricco di magia attraverso il patrimonio pittorico di uno dei maggiori artisti francesi che mette in mostra i ritratti di William Sisley, Frédéric Bazille e Claude Monet, quadri famosi come “La liseuse”, “Madame Georges Charpentier”, “Femme au jabot blanc”, ma anche i celeberrimi “L’altalena”, “Nudo di donna visto di spalle”, “Le bagnanti”, e le tante rappresentazioni di vedute e di paesaggi, i delicati bouquet, di figure femminili.

L’esposizione è stata ideata in maniera non cronologica ma tematica, raccontando inoltre le influenze che Renoir ha attinto dal suo viaggio italiano e torinese, in particolare.

Nove le sezioni in cui è suddivisa la mostra: troviamo quella dedicata all’epoca della bohème, ai nudi femminili (una delle sue maggiori ispirazioni), ai paesaggi assolati, a quelli della Senna, e ancora quella dedicata alle danze in campagna o in città, e alle nature morte.

La mostra è chiusa il lunedì, mentre svolge orario continuato dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19.30 (giovedì l’orario di apertura si prolunga invece fino alle 22.30).

Spot

Spot

Spot