fbpx
Carlos Schwabe (1866-1926) La Morte e il becchino
Arte e Cultura

Al Musée d’Orsay di Parigi in mostra il “romanticismo nero”

Parigi offre al visitatore centinaia di interessanti occasioni culturali e di svago.Tra una passeggiata lungo la Senna e una sosta in un bistrot, una vacanza nella “Ville Lumière” potrebbe includere anche una visita a una delle sempre numerose mostre allestite in città.

Al Musée d’Orsay, ubicato proprio di fronte al Musée du Louvre, è possibile visitare fino al 6 giugno 2013 l’esposizione “L’ange du bizarre. Le romantisme noir de Goya à Max Ernst”.

Celebre per i numerosi capolavori dell’impressionismo e del post-impressionismo esposti al suo interno, il museo accoglie anche questa mostra temporanea che ha come tema il fantastico repertorio “noir” di spettri, streghe e figure luciferine di fatto entrate nel nostro immaginario quotidiano, essendo ampiamente sfruttate nelle produzioni letterarie, cinematografiche e televisive.

Un percorso ricostruito attraverso circa duecento opere tra disegni, film, dipinti, sculture che vanno dalla fine del XVIII secolo fino agli anni Quaranta del XX secolo.

Un viaggio nell’ “anima nera dell’arte” scandito in tre fasi definite: romanticismo, simbolismo e surrealismo fra le due guerre.

A partire dall’importante produzione letteraria di Poe (“L’angelo del bizzarro”), Mary Shelley (“Frankenstein”), Goethe (“Faust”), Bram Stoker (“Dracula”), passando attraverso le trasposizioni cinematografiche, prime fra tutte quelle del regista e sceneggiatore tedesco Murnau, fino ai disegni e ai dipinti di William Blake, Goya, Munch, Moreau, Ernst rappresentativi di una realtà macabra e misteriosa quanto piena di fascino.


Spot

Spot

Spot