Cucina e Gastronomia

Al via Eccellenze Campane, il polo dei prodotti tipici campani

Tra attesa e soddisfazione diffuse, apre ufficialmente. oggi, giovedì 16 gennaio a Napoli il più grande polo gastronomico partenopeo e non solo. Già il nome, “Eccellenze Campane”, lascia intendere che a essere protagonisti sono i più noti e apprezzati prodotti d’eccellenza del territorio regionale, un esclusivo luogo, ampio migliaia di metri quadrati, destinato alla produzione e alla vendita dei prodotti vanto del settore agro-alimentare regionale.

Precisamente in via Brin, lì dove sorgeva un vecchio complesso industriale, ristrutturato a puntino e riqualificato, “Eccellenza Campane” prende vita, manifestandosi pubblicamente quale punto di incontro tra tradizione, qualità, tipicità, economicità e sostenibilità.

Ideatore del progetto Pasquale Buonocore, già collaboratore di Oscar Farinetti, supportato da Paolo Scudieri, per lanciare quello che può essere definito un “Eataly alla napoletana”. Un modello che, forte dell’esperienza piemontese, sostiene quindi il passaggio diretto da produttore a consumatore, escludendo passaggi intermedi.

Aperto a partire da venerdì con orario continuato 7-24, “Eccellenze Campane” raccoglie al suo interno molti nomi prestigiosi dell’imprenditoria agro-alimentare campana.

Tra quelli più conosciuti del panorama partenopeo saranno presenti, per la torrefazione, Kenon, storico marchio di caffè di qualità; Gay Odin, prestigiosa cioccolateria artigianale napoletana; Pasquale Marigliano per la pasticceria, attento conoscitore delle tecniche di lavorazione francesi, tornato nella sua terra per aprire nel 2000 la sua Patisserie di riconosciuta qualità.

Sarà possibile trovare ancora le prelibate pizze di Guglielmo Vuolo, quarant’anni di esperienza e un’antica tradizione familiare alle spalle; le creazioni del pastificio dei Fratelli Sicignano, quelle di Baiano ed Esposito per pane e biscotti, panettieri da generazioni.

Tra i ristoranti fanno capolino tra gli altri “La Torre” di Massa Lubrense e la “Masseria dei Trianelli” di Luciano di Meo, che mettono in tavola i sapori della loro terra; e ancora la “Antica Salumeria Napoletana Casadduoglio”, l’arte della friggitoria di Antonio Tubelli e quella della birra artigianale di qualità firmata “Maneba”.

Si attende un esordio “col botto”!


Spot

Spot

Spot