Cucina e Gastronomia

Al via il Mercatino dei Sapori e dei Saperi di Maglie nel Salento

Iniziano i preparativi per il nuovo attesissimo appuntamento con il Mercatino del Gusto a Maglie. La manifestazione, giunta oramai alla sua tredicesima edizione è uno degli eventi più attesi nel panorama estivo soprattutto per chi villeggia nella vicina Otranto. L’evento si terra dal 1 al 5 agosto 2012 a partire dalle 20:00. Un nuovo ed importante appuntamento con le eccellenze eno-gastronomiche pugliesi, un ritrovo che è anche un’occasione per riscoprire la tradizione alimentare attraverso un contatto diretto con casari, pastai, enologi e frantoiani.

Ben 90 gli espositori regionali nel suggestivo panorama del centro storico: troverai 3 piazze che accoglieranno l’olio extravergine di oliva, il vino e la birra artigianale mentre per le vie potrai degustare gastronomia varia, ortofrutta e dolci.

Anche quest’anno l’evento è stato organizzato dal Comitato “Mercatino del Gusto” in collaborazione con l’associazione Slow Food Puglia e varie istituzioni locali, regionali e private: ci si aspetta un boom di visitatori pronti a spulciare e gustare con occhio attento e critico le specialità presenti in esposizione.

Un momento non solo dedicato alla degustazione ed eventualmente all’acquisto ma anche alla chiacchiera, alla curiosità e all’informazione.

Uno spazio speciale verrà dedicato alle cene, una occasione per scoprire la straordinaria varietà culinaria della zona attraverso elegante cene in “Villa” o informali cibi da strada e in piazza.

Ovviamente un occhio attento è stato riservato al dopo cena con musica dal vivo ed una degustazione di cocktail, liquori e distillati.

Uno spazio veramente interessante ed innovativo è quello dedicato ai “Laboratori del Gusto” dove gli esperti di Slow Food intratterranno il pubblico con aneddoti, storie e informazioni su cibo, vino e ovviamente birra.

Dimenticavo: mamme non preoccupatevi, per i vostri bimbi sono stati organizzati una serie di appuntamenti giocosi tesi a far conoscere anche ai più piccoli le tradizioni dimenticate.


Spot

Spot

Spot