Sono i giorni della tradizione per eccellenza, quelli in cui il clima di festa esplode in tutte le sue forme e dimensioni.

Attesa, buone intenzioni e coinvolgimento: il Natale ha i suoi riti, tra sacro e profano, che alimentano atmosfere irripetibili, che generano un insolito calore umano.

A fare da cornice agli aspetti più intimi del Natale, ecco un’esplosione di luci, colori, suoni che ovunque, in strada come in casa, certifica l’avvicinarsi dei dì di festa.

Tra i simboli per eccellenza del Natale, l’albero addobbato contende al presepe il primato della diffusione.

E se quest’ultimo è maggiormente legato all’aspetto cristiano del Natale, l’albero ha una funzione più ornamentale, che segue tendenze e indicazioni che variano di anno in anno.

Quali sono le caratteristiche dell’albero di Natale nel 2017?

“Dopo anni in cui abbiamo visto alberi capovolti e di diversa foggia, quest’anno si torna alla tradizione – assicura Esilda Sessa, titolare di Arcadia Passaro ad Avellino. Si predilige l’abete naturale ed anche quelli artificiali dovranno sembrare un po’ più veri, con gli aghi arrotondati tipo abete americano e l’effetto brina sulle foglie. Una delle novità è data dai profumi per la base dell’albero, essenze che vengono spruzzate per dare ancora di più la sensazione dell’albero vero”.

Tra le operazioni più complesse, quando si allestisce l’albero di Natale, c’è il posizionamento delle luci.

“Devono essere ben bilanciate e, soprattutto, l’albero deve essere pieno. Con l’accensione deve verificarsi un effetto neve, con l’intermittenza che non deve mai lasciare l’albero al buio. Le luci calde sono quelle più eleganti e di tendenza, soprattutto in ambienti più classici. Le luci a led, magari grigio perla tendente all’azzurro vanno bene per arredamenti più algidi e moderni.  Assolutamente da dimenticare, infine, le luci colorate”.

I colori del Natale 2017.

Quanto agli addobbi che andranno ad arricchire ed abbellire l’albero di Natale, rosso e oro sono i colori must, a cui si aggiungono sfumature ramate.

Ma non mancano alcune particolarità.

“Il rosso rimane il colore del Natale – assicura Esilda Sessa – ma c’è un filone più contemporaneo che dà risalto ai colori naturali, al legno grezzo magari con una leggera sfumatura di bianco. Di tendenza, per il Natale 2017 è anche il grigio scuro, quasi tendente al nero”.

Per quanto riguarda le forme, su ogni albero che si rispetti non possono mancare le classiche sfere di cristallo.

“Ma vanno molto anche pendenti a forma di campana, di stella e di cuore, magari con all’interno dei glitter in oro, rosso e bianco che donano rotondità al decoro e conferiscono una maggiore visibilità. Nel segno della tradizione, poi, è il ritorno dell’uso del puntale classico in cima all’albero, dopo un periodo in cui era finito nel dimenticatoio”.

  • Arcadia Passaro è in via Tagliamento 8 ad Avellino Telefono: 0825 32415
Share.
Riccardo Cannavale

Riccardo Cannavale, classe 1973, dopo la laurea in Scienze Politiche (con una tesi in Storia delle Dottrine Politiche dal titolo “La teoria della “guerra giusta” nell’era dell’informazione”) ha conseguito il Master in Relazioni Pubbliche Europee, presso l’istituto Ateneo Impresa di Roma, una tra le principali business school italiane nel settore della comunicazione. Giornalista pubblicista dal 1999, ha collaborato con numerose testate giornalistiche, tra cui i quotidiani “Roma” e “Il Mattino”. La passione per il variegato mondo della comunicazione lo ha portato ad approfondire gli aspetti e le dinamiche dello stesso, maturando esperienze nell’ambito della pubblicità (è stato copywriter ed account per l’agenzia di promo-comunicazione “Areatest” di Roma), delle relazioni pubbliche (è stato tra i fondatori e direttore responsabile della rivista specializzata “Spazio RP” di Roma) e degli eventi (è stato, tra l’altro, tra gli ideatori delle tre edizioni della “Notte Bianca” ad Avellino e coordinatore degli eventi del comitato tappa in occasione di diverse edizioni del Giro d'Italia). Consulente di comunicazione pubblica, dal 2007 è sato per molti anni il responsabile dell'Ufficio Stampa e Comunicazione del Comune di Avellino e, dal 2010, coordinatore della promozione del Teatro Comunale “Carlo Gesualdo” di Avellino. Specializzatosi “sul campo” in web writing, dal 2005 ha messo la sua esperienza a disposizione di Agendaonline.it.

Exit mobile version