Home » Spettacoli » Alice in concerto: 4 live in primavera prima del tour estivo
alice
alice
Spettacoli

Alice in concerto: 4 live in primavera prima del tour estivo

Dopo l’uscita del suo nuovo album, la cantante Alice torna live in primavera con alcuni concerti che anticipano il tour della prossima estate.

Il suo vero nome è Carla Bissi, ma tutti la conoscono come Alice, la vincitrice nel 1981 del Festival di Sanremo con il brano “Per Elisa”. La cantautrice di Forlì, che iniziò la sua carriera cantando nei locali della riviera adriatica e si fece conoscere vincendo il festival di Castrocaro con l’interpretazione di “Tanta voglia di lei” dei Pooh, è pronta a calcare i palcoscenici di quattro città italiane che faranno da anteprima al tour previsto per la stagione estiva.

L’Anteprima (data zero) si terrà il 20 marzo 2015 al Teatro Mascherini di Azzano Decimo (Pordenone), poi sarà la volta di Roma, il 23 all’Auditorium Parco della Musica (Sala Petrassi), a seguire di Firenze, il 29 al Teatro Puccini, e infine data di aprile a Milano, l’8 presso il Teatro Nuovo (con ospite speciale Luca Carboni).

Oltre ai brani che compongono il suo nuovo lavoro discografico “Weekend” uscito lo scorso novembre, Alice proporrà dal vivo, insieme ai due musicisti Marco Guarnerio e Osvaldo Di Dio, le canzoni scelte dal suo repertorio, con l’intento di condividere con il suo pubblico i momenti più rilevanti del percorso musicale che l’ha vista in diverse occasioni protagonista della scena musicale italiana.

L’ultimo album vede la produzione e la realizzazione da parte di Francesco Messina e Marco Guarnerio, ed è arricchito dalla partecipazione di Franco Battiato, Luca Carboni e Paolo Fresu.

L’album si compone di dieci tracce: “Tante belle cose”, il primo singolo, di Françoise Hardy con l’adattamento del testo in italiano di Franco Battiato e la partecipazione di Paolo Fresu; “Da Lontano”, di Alice e Francesco Messina, in duetto con Luca Carboni e con la partecipazione di Paolo Fresu; “Veleni”, scritta da Franco Battiato e Manlio Sgalambro; “L’umana nostalgia” di Claudio Rocchi come anche “La realtà non esiste”, cantata insieme a Battiato; “Aspettando Mezzanotte” composta dalla stessa Alice; “Un po’ d’aria”, di Luca Urbani dei Soerba; “Viali di Solitudine” già in Park Hotel, in una versione più essenziale ma non meno intensa, “Christmas” scritta da Paul Buchanan dei The Blue Nile e infine “Qualcuno pronuncia il mio nome”, composta da Mino Di Martino.

Accanto a queste, le indimenticate hit del passato da “Il vento caldo dell’estate” a “I treni di Tozeur”.


Condividi sui social:

Spot

Spot

Spot