Antipasto misto con vellutate
Antipasto misto con vellutate
Cucina e Gastronomia

All’Hostaria dei Matti, in autunno, il pesce fresco sposa la vellutata.

Ad Atripalda, in provincia di Avellino, tutto il sapore del pesce fresco appena pescato nei piatti dell'Hostaria dei Matti. Ecco le novità del mese.

Dal punto di vista meteorologico, l’autunno 2017 sarà senz’altro ricordato come uno dei più caldi della storia, con temperature che, a lungo, sono state superiori alle medie stagionali.

Dal punto di vista gastronomico, invece, l‘autunno 2017 riserva sorprese legate ai tanti prodotti del periodo che arricchiscono i menù dei ristoranti.

Chi, come sempre, punta sui freschi di stagione è l’Hostaria dei Matti di Atripalda, il ristorante che si appresta a celebrare il primo compleanno in provincia di Avellino portando in tavola le primizie autunnali del mare.

“In questo periodo – assicura Marco Ferrara, anima dell’Hostaria dei Matti – il nostro mare ci restituisce pesci dalle carni gustose e dal basso contenuto di grassi, come la lampuga o il pesce castagna”.

Chi ama la cucina marinara ed è attratto dai sapori del mare più autentici, non può esimersi dall’accomodarsi nel locale di via Belli ad Atripalda e lasciarsi guidare dai suggerimenti di Marco Ferrara: una vera esperienza nel segno del gusto.

Le nuove proposte dell’Hostaria dei Matti per l’autunno 2017 prevedono un menù tutto incentrato sui prodotti di stagione, sia quelli del mare che quelli della terra.

Gli antipasti dell’Hostaria dei Matti.

In cucina, lo chef Amedeo Ferrara ha puntato, per gli antipasti, su abbinamenti davvero intriganti, con pesce alla brace e vellutate.

Ed allora, ecco il polpo alla brace fare bella mostra di sé su una saporita vellutata di cavolfiore, il calamaro alla brace abbinato ad una colorata vellutata di zucca o il baccalà, sempre alla brace, sposarsi perfettamente con una vellutata di “papaccelle”, il tradizionale peperone campano.

I primi all’Hostaria dei Matti.

Tra i primi piatti, diverse le interessanti novità proposte.

Come i paccheri con pesce spada, melanzane e cacioricotta o i bigoli all’uovo conditi con una superlativa genovese di baccalà.

Per chi è amante della tradizione, l’autunno è il periodo giusto per ordinare un piatto di linguine alle mazzancolle del Mediterraneo, che proprio in questo periodo dell’anno vengono pescate nei nostri mari.

I secondi dell’Hostaria dei Matti.

Tra i secondi che stanno riscontrando ottimi consensi all’Hostaria dei Matti figurano due pesci che certamente non rientrano tra le più consuete scelte dei consumatori e che, proprio per questo, vale la pena provare per comprendere cosa significhi gustare il sapore del pesce fresco appena pescato, anche in provincia di Avellino.

La lampuga è un pesce azzurro noto soprattutto in Campania e Sicilia, anche con il nome di capone, che proprio nel periodo autunnale popola il Mediterraneo. Le sue carni sono particolarmente saporite, povere di grassi e ricche di proteine.

All’Hostaria dei Matti, la lampuga viene servita sfilettata e con una gustosa panatura che ne esalta il sapore.

Tutto il sapore del mare si ritrova anche nel pesce castagna, altra prelibatezza del mar Tirreno, cotto al forno con i pomodorini, e nel rombo al forno con olive e patate.

I dolci dell’Hostaria dei Matti.

Per concludere in dolcezza una cena all’Hostaria dei Matti, infine, c’è solo l’imbarazzo della scelta tra il classico castagnaccio, la crostata con crema di ricotta, mandorle, fichi e rhum o il fantastico monoporzione a base di cioccolato fondente e liquore Strega.

Hostaria dei Matti è in pieno centro ad Atripalda, in via Vincenzo Belli, 30/32. Chiuso la domenica sera ed il lunedì. Per informazioni e prenotazioni: 0825 628076. Segui la pagina facebook.

La fotogallery dei piatti dell’Mostaria dei Matti


Spot

Spot

Spot