I quattro galeoni delle antiche Repubbliche Marinare tornano ad Amalfi per solcare le onde del Tirreno in occasione della 66ma edizione della Regata Storica.

Sarà la diciassettesima volta che la città di Amalfi ospita la Regata in uno scenario unico come quello della splendida cornice della costiera amalfitana.


Sarà infatti lo specchio d’acqua antistante il centro storico di Amalfi ad ospitare, quest’anno, la suggestiva gara tra le imbarcazioni che rappresenteranno le quattro antiche Repubbliche marinare, Genova, Venezia, Pisa e Amalfi.

Una sfida che rientra tra le attività agonistiche del canottaggio a sedile fisso riconosciuta dalla Federcanottaggio e che, dal 1955, ha l’obiettivo di celebrare a grandezza delle antiche Repubbliche Marinare e di rinsaldarne il legame.

Gli equipaggi saranno composti da otto vogatori e un timoniere che si daranno battaglia su un percorso di duemila metri nel tratto di mare compreso tra Capo di Vettica e Marina Grande, su galeoni realizzati sui modelli di quelli che solcavano le acque nel XII secolo.

Ogni imbarcazione porterà, oltre al vessillo, i colori delle Repubbliche Marinare: azzurro per Amalfi, bianco per Genova, rosso per Pisa e verde per Venezia.

L’evento è in programma nei giorni 3, 4 e 5 giugno 2022 e sarà denso di eventi, tra manifestazioni sportive, spettacoli ed incontri culturali.

Leggi anche

Ad anticipare la sfida in mare, come sempre, sarà il suggestivo corteo in abiti d’epoca durante il quale ciascuna Repubblica rievocherà la propria grandezza, ricordando lo splendore degli anni in cui rappresentavano le più grandi potenze politiche e commerciali.

Ad aprire è sempre la repubblica vincitrice della precedente edizione della regata, in questo caso Genova, mentre a chiudere il corteo è sempre la città ospite, quindi Amalfi.

La novità di quest’edizione è senza dubbio la decisione di anticipare il corteo storico delle antiche repubbliche marinare al giorno precedente alla regata, ovvero a sabato 4 giugno alle 19:30.

Anche l’orario è una novità che farà sicuramente bene al turismo: ad Amalfi, le antiche repubbliche non avevano mai sfilato al calar del sole.

Il corteo si snoderà da Atrani ad Amalfi e vedrà coinvolti circa 300 figuranti che faranno ripiombare in un clima medioevale, per un pomeriggio, uno degli angoli più belli della Costiera Amalfitana.

 I cortei di ogni singola città, prima di entrare in Basilica, si “schiereranno” sulle scale a beneficio della piazza, regalando a tutti gli spettatori italiani e stranieri un momento di particolare suggestione. 

Nel week end dedicato alle Repubbliche Marinare naturalmente non mancheranno le occasioni, per il pubblico dei visitatori, di godere a pieno del fascino di una delle perle del turismo in Campania, con la sua splendida cattedrale e i suggestivi vicoletti del centro storico.

Condividi
Exit mobile version