fbpx
Yerevan in Armenia
Yerevan in Armenia
Viaggi e Turismo

Vacanze in Armenia, una nazione dalle mille tradizioni.

Con una vacanza in Armenia scoprirai un paese ricco di tradizioni e monumenti che vanno dalla preistoria all'ellenismo, all'epoca cristiana ed al Medioevo.

L’Armenia è un ex repubblica appartenuta al territorio dell’Unione Sovietica. Dopo la caduta del regime divenne repubblica autonoma.

L’Armenia è spesso definito un museo all’aria aperta.

Qui I turisti possono trovare circa 4.000 monumenti storici appartenenti ai vari periodi della storia del paese: dalla preistoria all’età ellenistica, dai primi anni dell’epoca cristiana al Medioevo.

Nel corso dei secoli gli armeni hanno creato i loro capolavori durante i rari periodi di pace e di relativa prosperità.

L’architettura è una delle forme d’arte più interessanti da scoprire Armenia. Molte di queste hanno delle illustrazioni artistiche in forma di affreschi e rilievi.

L’arte dello scolpire è presente in quasi ogni città e villaggio in Armenia.

Gli armeni amano la musica, e da secoli sono creatori di squisite composizioni.

  • Gli Sharakan sono canti tradizionali liturgici armeni che oggi si stanno riscoprendo.

La capitale è Yerevan, la città più importante dal punto di vista turistico. Conta oltre 20 musei storici, ed un centro adagiato sulle colline circostanti. Dista pochi chilometri dal confine turco, precisamente dal monte Ararat, uno dei simboli della Cristianità.

Il centro di Yerevan, nella foto, è costituito dalla Piazza della Repubblica, dove sono ancora visibili i segni dell’impero russo.

  • Solo a Yerevan ci sono più di 40 musei e gallerie di belle arti.

Stranamente, pur essendo una zona povera, Yerevan è molto viva. Gli abitanti del posto sono soliti frequentare i numerosi caffè e locali del centro con una vita pubblica molto vivace.

Tra le Città principali dell’Armenia si segnalano Gyumri, Vanadzor .

Le zone meno abitate dell’Armenia hanno un loro fascino particolare. La campagna Armena nei periodi primaverili è rigogliosa ed accogliente. Il picco della Montagna più alta Aragats raggiunge i 4 090 metri.

Economia

La regione del Caucaso e l’Armenia in particolare sono considerate dagli studiosi come il luogo in cui è nata l’arte della tessitura dei tappeti e moquette.

L’Armenia è ricca di carbone, ferro, bauxite, molibdeno, oro, argento, piombo e zinco. Ci sono consistenti giacimenti di pomice, marmo, tufo, perlite, calcare, basalto e sale; pietre preziose e semi-preziose sono anche abbondanti.

L’Armenia confina con i seguenti paesi:

  • nel Nord: la Georgia;
  • in Oriente: Azerbaijan;
  • nel Sud: Iran;
  • nel Sud-Ovest: Nakhijevan (Azerbaijan);
  • in Occidente: la Turchia.

Cosa visitare in Armenia

Numerose le strutture religiose di mirabile fattura.

Da visitare la Chiesa di Tsiranavar, la chiesa Arancione di Ashtarak ed il monastero di Khor Virap a Artashat.

Una di queste è La Chiesa di San Hripsime a Echmiadzin cittadina poco distante da Yerevan luogo di culto degli Armeni.

Imperdibile una gita al lago Sevan sui cui fondali,  rimasti scoperti sono stati rinvenuti insediamenti abitativi risalenti ad oltre duemila anni fa.

Cosa mangiare in Armenia

La cucina armena è considerata la più antica tra le cucine della zona mediterranea e del medio-oriente, e si basa in particolare sui prodotti provenienti dall’attività della pastorizia.

Opinioni

Spot

Spot

Spot