fbpx
Palazzo Reale di Torino
Arte e Cultura

Arnaldo Pomodoro in mostra a Torino



Il Palazzo Reale di Torino dedica ad Arnaldo Pomodoro, uno dei più grandi scultori contemporanei italiani, una grande mostra dal 28 settembre al 25 novembre 2012 per raccontare il suo viaggio artistico e professionale attraverso il lavoro di ricerca per la progettazione scenica. L’esposizione dal titolo “Arnaldo Pomodoro. Il teatro scolpito” raccoglie sculture, costumi, modelli, oggetti scenici e bozzetti alla base dell’importante avventura teatrale di Pomodoro nell’arco di un cinquantennio.

Un viaggio che ripercorre le numerose tappe sceniche e teatrali dell’artista: dalla rappresentazione della “Caterina di Heilbronn” di Kleist sul Lago di Zurigo nel 1972 con la regia di Luca Ronconi, a “Eschilo sui ruderi” di Gibellina, messa in scena tra il 1983 e il 1985 con la regia di Filippo Crivelli, fino alla “Cavalleria rusticana” di Mascagni e “Sa’rka di Jana’ek” presentati al Teatro La Fenice di Venezia nel 2009 con la regia del Maestro Ermanno Olmi. Negli spazi esterni saranno invece esposte le sculture monumentali inizialmente ideate per alcune importanti rappresentazioni: le quattro Forme del mito per il ciclo dell’ “Orestea”, il Grande Portale per “Oedipus Rex” e l’Obelisco per “La passione di Cleopatra”. I 44 progetti scenici realizzati da Pomodoro saranno racchiusi in un volume edito Feltrinelli di oltre 600 pagine, con molti scritti, descrizioni e immagini delle opere.

Oltre all’impegno nell’ambito teatrale, ricordiamo gli importantissimi lavori di Arnaldo Pomodoro che adornano città come Roma, Milano, Torino, Copenaghen, Dublino (di fronte al noto Trinity College), Los Angeles, oltre a essere presente nel Cortile della Pigna dei Musei Vaticani o all’ONU.

Spot

Spot

Spot