Autore: Antonella Russoniello

Giornalista di lungo corso, cura gli uffici stampa di aziende ed associazioni.

Festeggia nel 2016 il ventennale l’Associazione Terre di Mezzo di Montella, anni fatti di passione per il territorio e di meravigliose escursioni tra paesaggi selvaggi e incontaminati. Ne parliamo con il fondatore Gerardo Basile, che ci porta con le sue parole nel mondo dell’Irpinia più verde, un luogo magico e tutto da scoprire con passeggiate riservate a tutti, dagli sportivi più allenati ai semplici appassionati. Gerardo, come nasce Terre di Mezzo e perchè? “Terre di Mezzo nasce nel 1996 come Associazione per la Promozione turistica dell’Irpinia e del Sud in generale. Il nostro intento è far conoscere le bellezze delle nostre montagne nell’unico modo possibile, percorrendole in escursioni personalizzate sui diversi livelli di preparazione atletica dei partecipanti”. Quali sono le maggiori attrattive del territorio irpino? “Senza dubbio le emergenze naturalistiche, boschi, montagne, fiumi, sono il punto di forza della nostra provincia, ma non trascurerei, anzi, le attrattive legate ai vini, con ben tre DOCG e tutto ciò che è legato al folklore e…

Valorizzare i beni culturali e presentarli in una luce nuova è lo scopo della manifestazione “L’Oro di Montevergine” che, dal 19 dicembre 2015 fino al 31 gennaio 2016, vive il quarto ed ultimo capitolo affascinando con l’arte presepiale, le icone della Madonna, la musica da camera e il teatro. Partiamo dai luoghi, due tra i più amati della provincia di Avellino: la Mostra di Arte Presepiale del Santuario di Montevergine e l’Abbazia di Loreto. Vale a dire il Santuario mariano più importante del Sud e una delle più belle perle dell’architettura settecentesca in Campania che custodisce una Farmacia antichissima, la Biblioteca di Montevergine scrigno di rarissime cinquecentine,pergamene e preziosissimi arazzi. “L’Oro di Montevergine” – rassegna promossa dalla Comunità Benedettina di Montevergine in partenariato con il Comune di Mercogliano e il Parco Regionale del Partenio, ideata e curata da Mediateur – parte sabato 19 dicembre 2015, alle ore 11, presso il Santuario di Montevergine con l’inaugurazione della mostra “Il Mistero della…

Napoli museo archeologico

La città di Napoli offre sempre un ricco repertorio di mostre ed esposizioni per gli amanti dell’arte, dell’archeologia e per quanti desiderano un momento di pura contemplazione in grado di ristorare l’animo con il potere della bellezza. Le mostre, inoltre, sono una ghiotta occasione per scoprire artisti, epoche storiche o aspetti della vita che non conosciamo e rappresentano sempre un’occasione di arricchimento da non farsi mancare. Ecco perciò qualche spunto per quanti prediligono il turismo culturale. Fino al 16 gennaio 2016, al Museo Archeologico di Napoli, è possibile visitare l’installazione dal titolo “Ultimo reperto” di Laura Cristinzio, a cura di Mariantonietta Picone Petrusa. Al centro dell’atrio del Museo, l’installazione interpreta la Villa di Poppea a Oplonti sintetizzandone gli spazi, le prospettive, gli affreschi e i mosaici. Due pareti in acciaio corten e metacrilato rosso, formate da pannelli incernierati, rimandano all’antico contesto. Un triclinio e frammenti di mosaico ricordano la presenza muliebre e l’eruzione che, nel 79 a.C., seppellì la Villa;…

Federico Iadarola

Quello di Federico Iadarola è un universo d’immagini che spazia dai ritratti intensi dei contadini irpini alla magia dei paesaggi alle suggestioni architettoniche. Il suo è un occhio che scruta e scava nelle linee e nelle atmosfere distillandone l’intimo sentimento, la più nascosta essenza. Laureato in architettura, Iadarola ha tuttavia seguito le orme paterne e rilevato l’antica bottega di colui che definisce “un mago”, capace di tirare fuori la meraviglia dal gioco della luce e dell’ombra, di comunicare senza “il perimetro costruttivo della parola scritta, descrivere sogni e gridare senza urlare”. Ha mostrato al pubblico i suoi lavori sin dagli anni ’90 e la sua ricerca continua, animata da una inesauribile passione e dalla costante ricerca dell’intensità e della verità di ogni immagine. Federico Iadarola, com’è nata la passione per la fotografia? “Da piccolo trascorrevo molto tempo nello studio fotografico di mio padre, lì agitavo la bacinella dello sviluppo con la luce rossa, costruivo spade con la carta protettiva delle…

Nella vita è un designer ma Pio Francavilla ama scatenare la creatività anche con la macchina fotografica scegliendo punti di vista spettacolari grazie all’altra sua grande passione: il parapendio. Ha fatto della sua passione per l’arredamento e il design una professione, dopo aver studiato all’Istituto d’Arte di Avellino e all’ISIA Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Roma, ha infatti lavorato per diverse aziende italiane operanti nel campo dell’arredamento e della progettazione meccanica e grafica amando del suo lavoro soprattutto il fatto che “veder nascere un prodotto è più entusiasmante che vedere il prodotto finito”. Oltre al disegno, il progettista atripaldese, ama l’arte, la musica, la natura e la fotografia grazie alla quale può fermare gli attimi più intensi delle performance musicali, ricordare le espressioni più buffe della sua cagnolina Gaya (trovatella presa al canile AIPA di Atripalda, cui ha dedicato una pagina Facebook) e trasmettere le emozioni dei suoi voli in parapendio. Nel tempo ha maturato alcune esperienze “a quattro…

Al Teatro Gesualdo di Avellino la tournée de “Il principe abusivo a teatro” per un pieno di risate e sentimenti con Alessandro Siani e Christian De Sica. Da martedì 1 a lunedì 7 dicembre 2015 , per sei repliche (con esclusione di mercoledì 2 dicembre), al Teatro Carlo Gesualdo appuntamento con la garbata comicità di Alessandro Siani e Christian De Sica in scena con “Il principe abusivo a teatro” (biglietti platea 42 euro, galleria 32 euro, under 30 platea 30 euro e galleria 22 euro, info 0825 771620). Debutta ad Avellino la versione teatrale del fortunato omonimo film che ha visto Siani in testa al box-office nel 2013 al suo debutto come regista e interprete. Dopo la tappa al Gesualdo il musical partirà per la sua tournée nei maggiori teatri italiani, dove già si prevede un successo pari a quello del film per la coppia comica Siani – De Sica alle prese con questa delicata storia di sentimenti e di riscatto sociale.…