Autore: Claudia Mercaldo

Giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione presso l'Università di Torino, collabora da diversi anni con Agendaonline.it

Mancava da diversi anni in Italia, una mostra dedicata al grande artista francese Henri de Toulouse-Lautrec . Fino all’ 11 dicembre 2011 presso la Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo, a Parma, in esposizione manifesti, stampe e dipinti del celebre post-impressionista di Toulouse-Lautrec. Figlio di famiglia aristocratica Toulouse-Lautrec (Albi 1864 – Malromé 1901), le opere iniziali erano pennellate veloci con colori non miscelati tra loro ispirate dal movimento impressionista. In seguito la sua pittura divenne più fluida, concentrandosi sulla figura umana. Toulouse- Lautrec lavorava molto nei bordelli parigini: in questi luoghi libertini trovava la sua massima ispirazione, dando vita,  insieme ai manifesti da lui realizzati alle opere più famose. E’indiscutibile, infatti, che praticamente tutti i suoi manifesti siano veri e propri capolavori d’arte. Rappresenta persone che incontri nei caffè, nelle sale da ballo, al Moulin Rouge, nei circhi, nei teatri, raccontati sempre con una certa malinconia, tutto ciò che trasmettono le opere rivivono nella mostra “Toulouse-Lautrec e la Parigi della Belle Époque”. Inoltre il visitatore…

In esposizione a Firenze presso le meravigliose sale di Palazzo Strozzi, opere di Botticelli, Beato Angelico, Piero del Pollaiolo, Della Robbia, Lorenzo di Credi . Suddivisa in otto sezioni, in esposizione oltre 100 opere provenienti da prestiti di musei e collezioni private da tutto il mondo. [wp_bannerize group=”news_2″] Questi capolavori rinascimentali spiegano il fiorire del sistema bancario del mondo occidentale. Attraverso i dipinti vengono spiegate le vicende economiche e d’arte che in quel periodo sconvolsero e mutarono il campo religioso e politico. I visitatori hanno la sensazione di entrare nelle vite di scene quotidiane della famiglie (Bardi, Peruzzi, Gondi, Cambini, Medici), che ebbero il controllo del sistema bancario. Ma vuole essere anche un’analisi del potere fiorentino in Europa, per capire quei meccanismi economici che permisero alla città di Firenze di dominare nel periodo Rinascimentale, il mercato degli scambi commerciali e finanziari . Inoltre viene analizzato il sistema attraverso il quale  i banchieri crearono immensi patrimoni, viene illustrata la gestione dei rapporti internazionali e spiega…