Spettacoli

Avellino in Jazz, doppio appuntamento nel weekend

Idee per un venerdì e un sabato sera da vivere a ritmo di musica? Contro il solito “non so cosa fare stasera” ecco invece due interessanti appuntamenti per gli amanti della musica jazz ma anche per tutti coloro che desiderano trascorrere del tempo immersi in un’atmosfera raffinata e ricca di suggestioni.

Spesso capita di domandarsi come trascorrere una piacevole serata invernale.

Per gli amanti della buona musica jazz, due imperdibili appuntamenti riscalderanno l’ultimo weekend avellinese di gennaio.

La proposta di questi ultimi giorni del mese prevede, nella giornata di venerdì 29 gennaio 2016 a partire dalle ore 21.30, il concerto di Generations feat. Fred Wesley presso Lacontessajazz Club di Ospedaletto d’Alpinolo.

Si tratta di un trio composto da Wesley al trombone all’età di 73 anni, dal prodigio italiano Leonardo Corradi all’organo, 23 anni, e dal batterista francese Tony Match, 44 anni.

Tre musicisti che inizialmente si erano riuniti per rendere omaggio al jazz soul del leggendario organista Jimmy Smith e che continuano, ancora oggi nonostante le età molto diverse, a “groovare” insieme.

Padre del jazz e del funk, Fred Wesley ha collaborato durante la sua lunga carriera con artisti del calibro di James Brown, George Clinton, e poi anche con Ray Charles, Lionel Hampton, Randy Crawford, Vanessa Williams, Van Morrison e De La Soul. Uno spettacolo che combina esperienza di lunga data e grande talento creativo. Per il concerto si consiglia la prenotazione telefonando al 3921554207.

Sabato 30 gennaio 2016 alle ore 20.30, invece, arriva a I Senzatempo di Avellino (presso l’Hotel de la Ville) il duo Deb e Rose, con il progetto Juke Box sentimentale. Reduce dal grande successo del Blue Note di Milano, questo evento si farà apprezzare anche dal pubblico avellinese per la sua particolare eleganza.

Deborah Falanga (voce) e Rosella Cazzaniga (chitarra/contrabbasso), in arte Deb e Rose, sono artiste con percorsi solidi alle spalle che hanno recentemente pensato di accettare la scommessa del percorso del duo jazz al femminile.

Ed è da qui che nasce il cd “Juke Box Sentimentale” che prende il titolo dal brano di Piero Umiliani e che è poi quello di apertura di  questo particolare racconto musicale.

Il duo nella scelta dei brani musicali si è spinto verso un recupero e una ricerca meticolosa di veri e propri gioielli musicali, brani d’autore, abbandonati in qualche modo per mancanza di cura o per una sorta di distrazione tipicamente italiana.

Deb e Rose mostreranno come la musica non sia mai nulla di definitivo e statico, come tutto sia mutevole, e soprattutto, come un nuovo arrangiamento o una nuova ispirazione possano rendere contemporaneo un brano.


Spot

Spot

Spot