La Provincia di Avellino

La verde irpinia

Guida ed Informazioni turistiche sui comuni della Verde Irpinia nella Provincia di Avellino.

di

A pochi chilometri dall’uscita autostradale Avellino Est della Napoli Bari, c’è un territorio che viene universalmente definito come la “Verde Irpinia”, ricco di tradizioni e cultura, montagne e sorgenti, aria e cibo buoni, oasi di pace, ambiente naturale tra i più spettacolari ed interessanti del Sud Italia.

L'esaltazione della ruralità e la tipicità della propria storia, spunti che uniti ad un turismo mai di massa lo rendono sicuramente uno dei luoghi più ambiti per chi è alla ricerca di salubrità e tranquillità al riparo della vita frenetica di tutti i giorni.

In questo contesto s'inserisce il Parco Regionale Naturalistico dei Monti Picentini che abbraccia ben undici comuni della zona centro-meridionale della Comunità Montana e la Riserva Naturale Foce Sele e Tanagro che interessa tre comuni della Valle del Sele.

Circondata dal massiccio del Partenio e dall’Appennino campano, Avellino è il quarto capoluogo di provincia della regione Campania per numero di abitanti.

L’offerta turistica dei comuni della provincia di Avellino è legata quasi esclusivamente agli itinerari naturalistici, in particolare nel territorio delle comunità montana Terminio Cervialto  Partenio Vallo di Lauro e Irno - Solofrana.

Di grosso richiamo, anche il turismo religioso, legato al Santuario della Madonna di Montevergine, situato in cima al massiccio del Partenio ed il Santuario di San Gerardo a Materdomini di Caposele.

Ampia e variegata l’offerta enogastronomica della cucina avellinese con la presenza di ben tre vini docg, il Fiano di Avellino, il Greco di Tufo e il Taurasi, che prendono appunto il nome da tre diversi comuni della provincia.

Per quanto riguarda i prodotti tipici, invece, si segnalano il tartufo nero di Bagnoli Irpino , la castagna di Montella, il torrone di Ospedaletto d'Alpinolo e la lavorazione della carne di maiale, sia nella zona del Baianese, tra Baiano, Mugnano del Cardinale, sia nella Baronia, tra Flumeri e San Sossio Baronia.

Nell’area del Terminio Cervialto, tra Nusco, Montella e Lioni si possono gustare i funghi porcini, mentre l’Alta Irpinia si caratterizza per la produzione di formaggi freschi e stagionati tra cui il Caciocavallo ed il Carmasciano.

E’ lungo il corso Vittorio Emanuele e nelle strade limitrofe che si svolgono le principali attività, principalmente terziarie e commerciali.

Il centro storico, che sorge laddove agli inizi del secolo sorgeva il rione denominato Terra è sede del Duomo di Avellino e della Camera di Commercio e caratterizzato dalla presenza di antiche botteghe artigiane, mentre nell’ultimo decennio ha visto la nascita di decine di localini e ristoranti, diventando il luogo privilegiato della movida locale.

Poco distante, in piazza Castello, di fronte ai ruderi del Castello medioevale, sorge il teatro comunale Carlo Gesualdo, il più grande del sud dopo il San Carlo di Napoli.

Tra le strutture sportive presenti in città si segnalano lo stadio Comunale Partenio intitolato alla memoria del calciatore"Adriano Lombardi", il palazzetto dello Sport intitolato al ginnasta "Giacomo del Mauro", la piscina Comunale gestita dal gruppo Cesaro Sport e Benessere presieduto dall'Architetto Aniello Cesaro.

Provincia di Avellino

Il comune di Avellino forma una conurbazione di oltre centomila abitanti, con i comuni limitrofi di Atripalda, noto centro commerciale, Mercogliano, metà del turismo montano e zona residenziale della città, Monteforte Irpino  e Manocalzati. La città, sconvolta dal terremoto del 1980, si estende lungo l’asse viario che la taglia da Est ad Ovest.

Come Arrivare ad Avellino



Facilmente raggiungibile, grazie alla posizione strategica, Avellino si trova lungo l’asse autostradale Napoli Bari e può vantare su questa direttrice ben due caselli.

Lungo via Appia, in territorio di Atripalda, a soli 3 km dal centro del capoluogo è raggiunta dallo sbocco del raccordo Salerno - Avellino.

Altre strade di comunicazione sono la statale Ofantina, che collega l’Alta Irpinia al capoluogo e proseguendo verso Est alla Salerno - Reggio Calabria all’altezza del comune di Contursi.

La Statale 90, invece, unisce la provincia di Avellino ad Est con il territorio pugliese.

Al confine con Benevento è la statale dei due principati a rappresentare l’unico importante asse di collegamento con la Valle Caudina.

I Comuni della provincia di Avellino