Chiese, Palazzi e Monumenti a Carife.

Cosa vedere e visitare a Carife in provincia di Avellino, Italia.

  • Palazzo Marchesale (Privato). Costruito dopo il sisma del 1732, precedentemente sorgeva in località "Fossi"; è visitabile il cortile con un interessante portale di ingresso e lo stemma. È stato sede dei Marchesi Capobianco, che hanno tenuto il titolo fino al 1962.
  • La Chiesa del Purgatorio, antica chiesa abbandonata, gravemente danneggiata dal sisma del 1980.
  • Il Convento di San Francesco, costruito nel 1749 alla località Fossi, attualmente è visitabile solo la chiesa.
  • La Chiesa Colleggiata S. Giovanni Battista, sorge nel medioevo al centro del borgo. Fu edificata dopo il sisma del 1732.
    La facciata neoclassica di stile romanico è adornata da un portale barocco con stemma e quattro anfore in pietra calcarea. Il progetto è attribuito alla scuola napoletana; l’interno, in stile barocco, fu eseguito da
    Domenico Vaccaro. All’interno vi è la reliquia del Legno Santo della Croce, portata a Carife dai
    Marchesi Capobianco, avuta in dono dal re di Spagna che, a sua volta, l’aveva avuta a Gerusalemme. È custodita in un reliquiario di fattura spagnola. È presente inoltre un polittico della Madonna del Rosario,opera del salernitano Andrea Sabatini.
  • I Musei ed i siti archeologici
    Si segnala la raccolta di reperti pre-romani della Baronia. È in fase di allestimento definitivo un apposito Museo.
    Aia di Cappitella-Piano la Sala-Addolorata. È possibile visitare le tombe sannitiche a camera (escluso scavi in corso).
  • Le risorse ambientali
    I boschi demaniali
    Bosco demaniale, esteso per circa 97 ettari, in località Montagna. Tra le specie vegetali presenti
    il castagno, il pino, il cipresso. Tra le specie animali: ricci, ghiandaie, volpi, cinghiali, merli, tortore, fagiani.

 









Articoli Correlati