Chiese, Palazzi e Monumenti a Marzano di Nola.

Cosa vedere e visitare a Marzano di Nola in provincia di Avellino, Italia.

  • Chiunque intende omaggiare Marzano, con una breve o lunga visita, non può, comunque, soffermarsi ad ammirare solo il paesaggio: pregevoli monumenti e palazzi storici si affermano a perfezione nel tessuto urbanistico del paese gareggiando, in bellezza, con le opere della natura.
  • D’obbligo, come prima tappa, è la visita alla Chiesa di S. Trifone Martire: realizzata nella prima metà del ‘700, secondo lo stile barocco di chiara matrice campana, conserva diversi arredi sacri, databili al secolo scorso e alla prima metà del ‘900, ed alcune statue in legno policromo, tra cui quella del patrono S. Trifone.
  • Altro interessante monumento è il Santuario della Madonna dell'Abbondanza che può essere raggiunto facilmente, dal centro, con una breve passeggiata. Costruito nella metà del ‘400, in posizione elevata rispetto all’odierno nucleo urbano, il Santuario è stato completamente ricostruito nel ’700. Da notare la sua facciata a ‘capanna’ che, con una cella ottagonale, si congiunge ad un originale campanile a ‘cipolla’.
  • Nel suo interno, invece, caratterizzato da un’ampia navata, si conservano ancora dei preziosi affreschi del Verzichelli, delle pregevoli tele del ‘700 ed un particolare coro ligneo, dello stesso periodo, finemente intagliato da artigiani napoletani. Da qui, discendendo verso la nazionale che porta a Lauro, si può raggiungere la cosiddetta ‘Torre Martiani’: costruita, nel sec.XIV, su di un tempio dedicato al dio Marte, questa torre merlata ha rappresentato, in passato, il confine tra il feudo di Lauro e quello di Castel Cicala ed è oggi il simbolo di un popolo che vive di pace e serenità. La visita in questo caratteristico borgo del Vallo di Lauro può concludersi con una passeggiata nel Centro Storico: tutti i suoi segreti, del resto, sono proprio lì, nel dedalo delle viuzze, intatto nelle forme ed immobile nell’atmosfera.
  • Allontanandoci dal paese riusciamo a distinguerne appena i profili che si stagliano sul tramonto e, non senza un filo di malinconia, cerchiamo di cogliere, in un ultimo sguardo, l’intero paesaggio per riporlo tra le belle immagini che conserveremo sempre nella memoria con la promessa di ritornare un giorno per rivederle.
 







Articoli Correlati