Chiese, Palazzi e Monumenti a Nusco.

Cosa vedere e visitare a Nusco in provincia di Avellino, Italia.

Il Centro Storico con le sue pittoresche case antiche dai portali in pietra, il Seminario Vescovile e i Palazzi Astrominica, Barbone, Ciciretti, Calabrese, D'Aversa, De Donatis, De Paola, Del Sordo, Pepe, Imparato e della Saponara.

La cattedrale di Nusco

La cattedrale di Nusco è dedicata a Sant’Amato, patrono del paese. Le origini dell’edificio di culto risalgono al XVI secolo anche se la presenza della Cripta in stile romanico, con volte a crociera e archi a sesto acuto adagiati su colonne, fa pensare ad una datazione precedente del primo nucleo.

La chiesa presenta tre navate, con alcune cappelle laterale ed il presbiterio ed il coro sopraelevati.

Da ammirare il pulpito ligneo, con pregevoli altorilievi raffiguranti santi e scene sacre; i quattro mausolei dedicati ad altrettanti vescovi nuscani; ed i numerosi affreschi e tele settecentesche, alcune delle quali opera di allievi del Solimena. La facciata esterna appare maestosa ed è stata realizzata in pietra locale.

Di fianco all’ingresso principale spicca il campanile, alto più di 30 metri.

Il Castello longobardo di Nusco





Di quello che fu un glorioso maniero, purtroppo oggi restano solamente poche tracce.

Eppure il castello longobardo di Nusco, costruito intorno al IX secolo, fu nei secoli rifugio dei più grandi nomi che hanno fatto la storia del Mezzogiorno d’Italia, dall’ultimo duca di Puglia, Guglielmo, al re Manfredi. La decadenza del castello di Nusco avvenne, nemmeno tanto gradualmente, dopo l’adesione degli Imperiale, i signori di Nusco, alla Repubblica Partenopea.

La reazione sanfedista, siamo ai primi dell’800, non si fece attendere, ed il maniera venne completamente depauperato e dato alle fiamme.

Verso i primi del ‘900 il castello tornò in possesso del Comune di Nusco ma le sue precarie condizioni di stabilità indussero l’amministrazione ad abbatterlo.

  • La Chiesa della SS. Trinità che è anche parrocchiale, è di impianto trecentesco e custodisce un antico affresco.
  • La Chiesa di S. Antonio, insieme alle altre chiese di Nusco, è segnalata per la struttura architettonica e decorativa.
  • La Curia Arcivescovile ospita l'Archivio, nel Seminario c'è la Biblioteca e, infine, da non trascurare, La Biblioteca Civica ospitata negli edifici comunali.
  • Da non perdere la visita all'Abbazia di Fontigliano, notevole per l'architettura e l'annesso Antiquarium, dove sono custoditi reperti archeologici dell'età romana.

 









Articoli Correlati