Weekend a Pietrastornina.

Informazioni storiche e turistiche per trascorrere un Weekend nel comune di Pietrastornina in provincia di Avellino, Italia.

di

Vuoi Trascorrere un Weekend a Pietrastornina ? Ecco qualche utile informazione storica e turistica.

Il Comune di Pietrastornina dista 15 chilometri da Avellino e dall'autostrada Napoli - Bari, uscita al casello di Avellino Ovest si eleva a 513 metri d'altezza con una vasta panoramica sulla Valle Caudina e del Monte Taburno, La stazione FS più vicina è quella di Altavilla Irpina, sulla linea Benevento -Avellino.

Pietrastornina è raggiungibile anche mediante autobus di autolinee pubbliche sulla linea Avellino-Rotondi con collegamenti per Avellino e per Rotondi.

Pietrastornina ha solide tradizioni agricole che consentono la produzione delle uve di grandi vini DOC come il Fiano d'Avellino.

Il paese è contornato da ben 36 frazioni. Le più importanti sono:

Ciardelli. Raggiungibile mediante la strada statale S.S. 374 (da cui dista 3 km) e la strada provinciale 167 (da cui dista 4 km).

Cappella. Raggiungibile mediante la strada statale S.S. 374 (da cui dista 1,5 km) e la strada provinciale 166 (da cui dista 2 km).

Starza. Raggiungibile mediante la strada statale S.S. 374 (da cui dista 1,5 km) e la strada provinciale 166 (da cui dista 3 km).

Due Strade. Raggiungibile mediante la strada statale S.S. 374 (da cui dista 1,5 km).

Circa il 50% della superficie territoriale di Pietrastornina è occupata da boschi, mentre la superficie agricola utilizzata occupa il 35% circa.

I boschi presenti al disotto dei 1000 m di altitudine sono costituiti in prevalenza da cedui di castagno e cedui misti, mentre al disopra dei 1000 m si trovano faggete.

Il territorio comunale rientra nel Parco Regionale del Partenio.

La Storia di Pietrastornina

Sul monolito, alto circa 60 metri, c'era una volta un castello longobardo, nel quale trovò asilo Renato d'Angiò.

Del paese furono feudatari i Filangieri, gli Stendardo, i Del Balzo, i della Leonessa e i Carafa di Maddaloni.

Terra natale di Donato Massa, maestro ceramista del '600, autore del chiostro maiolicato di S. Chiara in Napoli, del pavimento del salotto della Certosa di Padula e dei vasi della Farmacia degli Incurabili, gli è intitolato un concorso nazionale di maiolica e ceramica che si svolge ogni anno nel mese di agosto.

Poche le testimonianze relative ad una frequentazione in età preromana e romana della zona. Il nome del paese è riportato nei documenti medioevali in varie forme: Petre Sturmine, Petrastrumula, Petra Strumini, Petrae Strumiliae e Petra Sternina.

 

Cosa fare e vedere durante un Weekend.

 







Pietrastorniesi nel mondo