Week End a Sant'Andrea di Conza.

Informazioni storiche e turistiche per trascorrere un week end nel comune di Sant'Andrea di Conza in provincia di Avellino, Italia.

di

Vuoi Trascorrere un week end a Sant' Andrea di Conza ? Ecco qualche utile informazione storica e turistica.

Sant'Andrea di Conza è disposto geograficamente nella valle dell'Ofanto sul contrafforte che divide la Campania dalla Basilicata, lungo la S.S. n. 7, nelle immediate vicinanze di Conza della Campania (antica colonia romana).

Dista circa 65 Km da Avellino (capoluogo di provincia) e poco di più da Potenza.

Accanto all'agricoltura dominata ancora dalla cerealicoltura, è presente un ricco artigianato tradizionale, basato sulla lavorazione artistica del ferro e della pietra.

La Storia di Sant'Andrea di Conza





Il toponimo ha origine agionimica: deriva da Sant'Andrea apostolo patrono del centro; dal 1863 al nome del santo è stato aggiunto quello della vicina Conza.

Le origini del paese derivano da una concessione del conte di Conza Gionata di Balvano, che nel 1161 donò la chiesa e il territorio del casale, con tutti i suoi abitanti, alla Mensa arcivescovile di Conza, di cui Sant'Andrea divenne feudo.

Quindi il territorio è sempre appartenuto alla Chiesa di Conza, di cui ha seguito le vicende storiche e amministrative fino all'abolizione della feudalità.

Sant'Andrea di Conza è stato un centro religioso e culturale molto importante essendo stata scelta come sede dagli arcivescovi conzani, per le migliori condizioni si vita rispetto a Conza; vi edificarono l'episcopio e il seminario.

Il Paese è stato colpito da molti terremoti: nel 1456, nel 1694, nel 1732 e nel 1980.









Cosa fare e vedere durante un week end.

 



Santandreani nel mondo