Week End a Tufo.

Informazioni storiche e turistiche per trascorrere un week end nel comune di Tufo in provincia di Avellino, Italia.

di

Vuoi Trascorrere un week end a Tufo ? Ecco qualche utile informazione storica e turistica.

Tufo, comune della provincia di Avellino, dista 16 chilometri dal capoluogo; il centro abitato si trova a 250 metri di altezza sulla destra del fiume Sabato.

Il paese vive prevalentemente di agricoltura, e in particolare della coltivazione delle nocelle e della vite; qui si produce il Greco di Tufo, un vino bianco tra i più pregiati, garantito da d.o.c.

La Storia di Tufo



Il comune di Tufo ha origini antichissime e si sviluppò in età longobarda: fu feudo del conte di Ariano che dovette difenderlo dagli assalti dei Conti di Avellino, di Roberto di Montefusco e di Landolfo Lagreca.

Già in epoca pre - storica la zona di Tufo era abitata da popolazioni autoctone.

Successivamente, prima i Romani - dei quali però non si ha testimonianza storica certa - quindi i Longobardi, i Normanni e gli Angioini abitarono queste terre e fecero del piccolo centro e in particolare del suo Castello un baluardo nella difesa dei loro possedimenti.

In epoca più recente Tufo sperimentò un periodo di relativo benessere economico, dovuto alla scoperta della miniera di zolfo.

A pochi metri dello scalo ferroviario, ancora oggi, si trova l’imponente complesso di archeologia industriale costituito da Miniere di Zolfo “Di Marzo”, risalente al 1866 dove avveniva la molitura del prodotto che trova in passato largo impegno nell’agricoltura.

E proprio tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento Tufo vide crescere in modo considerevole la propria popolazione, che, in un' Irpinia quasi totalmente agricola, poteva vantare il privilegio di aver già imboccato la strada dell'era industriale: i lavoratori della miniera potevano contare su una remunerazione che non dipendeva più dai frutti dell'agricoltura.

Purtroppo, però, tale relativo benessere ebbe breve durata ed alla fine degli anni Sessanta il piccolo centro rurale sperimentò ancora una volta il fenomeno dell'emigrazione, sia verso il nord Italia che verso l'estero.

Gli anni Settanta furono in un certo senso il ponte tra passato e futuro: Tufo riscoprì nell'agricoltura, in particolare nella produzione vinicola, il proprio destino.

 

Cosa fare e vedere durante un week end.

 




Tufesi nel mondo