fbpx
Bob Dylan
Bob Dylan torna in concerto in Italia
Spettacoli

Bob Dylan torna in concerto in Italia con sei imperdibili date

Bob Dylan
Bob Dylan torna in Italia con 6 concerti

Con sei concerti nel mese di novembre, rispettivamente nelle città di Milano, Roma e Padova, Bob Dylan sarà nuovamente protagonista nei palinsesti musicali live italiani con la sua indiscussa sensibilità artistica e la versatilità stilistica che nel corso dei decenni ha caratterizzato la sua produzione.

Le date in programma prevedono una tre giorni milanese, con gli appuntamenti del 2, 3 e 4 novembre presso il Teatro degli Arcimboldi.

Sarà poi la volta di Roma, nelle giornate del 6 e 7 all’Atlantico Live, per chiudere le performance italiane con il concerto dell’8 a Padova presso il Gran Teatro Geox.

I tagliandi sono acquistabili sui circuiti abituali e su TicketOne.

La scelta delle location, tutte intime e piuttosto piccole, sottolinea la volontà dell’artista di offrire al pubblico spettacoli altamente suggestivi ed emotivamente carichi, in cui si percepisca chiaramente la vicinanza tra l’energia del pubblico e quella del musicista.

[wp_bannerize group=”Adsense 300″] Questi sei concerti fanno parte di un imponente tour europeo che ha inizio in Norvegia il 10 ottobre, a Oslo, per concludersi il 28 novembre a Londra dopo ben 33 apparizioni.

Dylan affronta il nuovo impegno reduce dal tour estivo negli USA, dove grandi performance intrise di rock, folk, country e blues hanno emozionato folle di pubblico.

Una carriera, quella del mostro sacro della musica statunitense, che ha inizio nel lontano 1959 con qualche concerto nel circuito scolastico e che poi l’ha condotto verso una carriera costellata di riconoscimenti, onorificenze e decine di album all’attivo di cui l’ultimo uscito a settembre del 2012, “Tempest”, universalmente acclamato tra i migliori di sempre.

Impossibile non ricordare alcuni grandi singoli quali “Blowin’ in the Wind” (1964), “Knockin’ on Heaven’s Door” (1973), “Hurricane” (1975) o i più recenti “Things have Changed” (2000) e “Beyond here Lies Nothin’” (2009).

Spot

Spot

Spot

Share via