Week end in Calabria

Reggio Calabria

Guida ed Informazioni Turistiche per un weekend in Calabria in Italia.

di

La Calabria è una terra selvaggia e aspra ma ricca di bellezze naturali, tradizioni e storia. La costa tirrenica della Calabria è tra le più frequentate zone italiane del turismo balneare di massa.

 Le province di questa regione son cinque: Catanzaro, Cosenza,  Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia.

La Calabria è interamente percorsa dall’asse autostradale che da Salerno in Campania conduce fino all’estrema punta della regione.

La regione confina anche con la Basilicata.

L'autostrada Napoli, Salerno Reggio Calabria, detta anche A3, sebbene non possa essere considerata il massimo della comodità per chi vuole visitare la Calabria in auto, è la principale arteria di comunicazione, dalla quale si diramano le strade statali e provinciali per raggiungere i principali centri sulle due coste.

Praia a Mare, Tortora e Scalea sono i primi centri costieri che si incontrano iniziando il viaggio lungo il tratto calabrese che costeggia il mar Tirreno .

Qui le spiagge sono molto ampie, dove si alternano sabbia e sassi. I fondali marini sono molto profondi.

Proseguendo verso il Sud della Calabria si incontrano le località di Amantea, dove è d’obbligo una visita alla chiesa di S. Bernardino da Siena di forgia quattrocentesca ed ai resti del castello che domina Amantea dall’alto.

Al centro della costa tirrenica Calabrese si aprono i fantastici golfi di Sant’Eufemia e Gioia Tauro divisi dal promontorio di Capo Vaticano.

Qui è situata la perla del Tirreno, Tropea, località di incomparabile bellezza nota per le spiagge e le scogliere a strapiombo sul mare ed interessante cittadina ricca di storia. Il centro di Tropea è un gioiellino fatto di stretti vicoli ed immense piazze circondate da edifici costruiti a cavallo tra il seicento ed il settecento. Dal belvedere si può ammirare lo scoglio San Leonardo e sull’isola, oggi unita alla terraferma, sulla quale sorge il santuario di Santa Maria dell’Isola.

Nelle vicinanze non si può non visitare il promontorio di Capo Vaticano, con il belvedere che guarda l’ isola vulcano di Stromboli, denominato, per la bellezza dei luoghi, costa degli dei.

Rispetto alle altre zone calabresi, l’area compresa da Parghelia e Capo Vaticano è caratterizzata da una fitta vegetazione il che rende il soggiorno in Calabria nei mesi estivi, meno soffocante che nelle altre località. Le temperature della Calabria, infatti, da maggio a settembre, sono elevate, ben al di sopra dei 30 gradi.

Superato Capo Vaticano, raggiungibile oltre che in auto, dal vicino aeroporto di Lamezia Terme, situato a Nord di Tropea, si raggiunge la zona più estrema dello stivale.

Attraversando la piana di Gioia Tauro, si arriva a Scilla, il cui nome è legato alla mitologia greca.

Importante località di mare, Scilla ospita il castello normanno adagiato sulla rocca. Altri edifici storici sono la Chiesa di Maria Santissima Immacolata, di origine paleocristiana e la Chiesa di san Rocco, patrono della città. Da visitare anche la Grotta Tremusa, costituita da un groviglio di bianche conchiglie.

Da Scilla, inoltre, si può facilmente raggiungere l’Aspromonte, massiccio montuoso della Calabria meridionale, sede di un parco naturale che ospita numerose specie di rapaci.

Spartiacque delle due coste calabresi è Reggio Calabria, estremo punto dell’Italia continentale, dalla quale si può ammirare l’Etna e l’intero stretto di Messina.

Reggio Calabria, con porto San Giovanni, è tappa obbligata per raggiungere la Sicilia in traghetto. Da non perdere una visita all’orto botanico ed al museo nazionale dove sono esposti i Bronzi di Riace.

Da Praia a mare, posta all’estremo nord al confine con la Basilicata, a Reggio Calabria, la costa tirrenica calabrese è un continuum di spiagge, calette, insenature dove la bellezza del mare ed i colori del cielo costituiscono uno scenario di invadibile bellezza.

Le cittadine di Tortora, Diamante, Praia a mare e Scalea sono luogo ideale per le vacanze in famiglia caratterizzate da lungomari interamente pedonalizzati.

A Praia si possono visitare le grotte dell’ Isola di Dino, dove è alloggiato il santuario della Madonna della grotta, accessibile da una scalinata esterna.

Da una decina d’anni nei pressi di Praia a Mare è stato allestito un enorme acquapark, con ogni sorta di divertimento, analogo a quello più vecchio che si trova a Zambrone, sempre sulla costa tirrenica, nei pressi di Tropea.

Sul versante ionico da visitare la riserva naturale di Capo Rizzuto.










Articoli Correlati