Palinuro

Palinuro in una foto di Antonio Luisi

Scopri cosa visitare e cosa fare durante un week end o una vacanza a Palinuro in provincia di Salerno.

di

La perla del Cilento, come viene denominata Palinuro, frazione del comune di Centola in provincia di Salerno, affonda la sua origine nella notte dei tempi, facendo riferimento alla legenda o alla letteratura.





Il nome, infatti, è legato alla figura di Palinuro, nocchiero di Enea, che sarebbe morto proprio sul promontorio che ha dato poi il nome alla cittadina.

Dal punto di vista turistico deve la sua fortuna alla bellezza del mare e della costa, alla tranquillità dei luoghi ed ai profumi intensi ed ai colori della macchia mediterranea che dalle alture circostanti dirada fitta verso il mare.

Di particolare suggestione il porticciolo con il faro, mentre la cittadina si sviluppa lungo due arterie principali che scorrono quasi parallele.

Il centro è quasi interamente pedonalizzato almeno durante i periodi estivi, quando la popolazione normalmente di circa 6 mila abitanti, raggiunge le oltre 50 mila unità.

Le escursioni in mare nelle calette circostanti rappresentano un’attrattiva di sicuro interesse per il turismo. La grotta Azzurra è l’insenatura più famosa mentre è assolutamente spettacolare la Spiaggia del buon dormire (nella foto).

Solo negli ultimi anni, Palinuro, ha trasformato il suo “turismo” rendendosi abbordabile alla massa e perdendo quell’area snob di cittadina turistica elitaria che l’aveva caratterizzata negli anni ’80.

Molto ricca l'offerta di alberghi e hotel come anche di semplici alloggi sia nel centro di Palinuro che nella zona che si estende fino a Marina di Camerota.

La Spiaggia del buon dormire a Palinuro

Consigli su dove alloggiare a Palinuro : hotel e alberghi.