Cucina e Gastronomia

Al via Cantine Aperte in Campania

Conto alla rovescia per con Cantine Aperte in Campania, in programma sabato 24 e domenica 25 maggio 2014, l’evento che ogni anno porta gli estimatori del vino alla scoperta dei territori italiani e delle aziende vinicole italiane.

Un’iniziativa eno-gastronomica che ogni anno porta sempre più persone ad avvicinarsi al mondo del vino che, non ci stancheremo mai di ricordarlo, rappresenta uno dei prodotto di eccellenza del panorama italiano, con una storia millenaria alle spalle che ne ha rafforzato il carattere e il valore.

Così Cantine Aperte promuove la cultura del vino, rendendo questo appuntamento uno stile di viaggio, una filosofia per approcciare il territorio partendo da uno dei suoi frutti migliori.

A coronamento dell’evento, un fitto calendario di appuntamenti con musica, arte e gastronomia in giro per la regione durante la giornata di domenica.

La Campania è una delle regioni in cui, per vocazione naturale, il sistema turistico integrato che si basa sulle strade del vino offre una molteplicità di spunti al visitatore che decida di abbinare, alle classiche mete del turismo di massa, una o più tappe nei luoghi di produzione vinicola.

Per quanto riguarda la Campania sono 25 le aziende che apriranno le proprie porte al pubblico.

Le cantine che partecipano all’edizione 2014 di Cantine Aperte in Campania.

  • Nell’area di Napoli invece, con i suoi vitigni vesuviani Coda di Volpe e Piedirosso, sono visitabili la Cantina del Vesuvio e Casa Setaro a Trecase, La Sibilla a Bacoli, Sorrentino a Boscotrecase e Villa Dora a Terzigno.
  • Salerno, con i DOC Cilento, Castel San Lorenzo e Costa d’Amalfi, che partecipa con Casa Di Baal a Montecorvino Rovella e la Vitivinicola Marino ad Agropoli.
  • Nella provincia di Avellino, nota nel mondo per la produzione delle DOCG Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Taurasi, Antonio Caggiano a Taurasi, Cantine Famiglietti a Paternopoli, Di Marzo a Tufo, Feudi di San Gregorio a Sorbo Serpico, I Favati a Cesinali, Tenuta Cavalier Pepe a Sant’Angelo All’Esca, Terredora a Montefusco.
  • Quelle di Benevento, zona del noto Solopaca, Aglianico del Taburno e Sannio Falanghina, sono l’Antica Masseria Venditti e la Fattoria Ciabrelli a Castelvenere, l’Azienda Agricola Mustilli di Sant’Agata de’ Goti, Cantina del Taburno a Foglianise, Cantina di Solopaca So. Coop. a Solopaca, la Fattoria La Rivolta a Torrecuso, La Guardiense a Guardia Sanframondi.
  • Infine, le cantine della provincia di Caserta, di cui ricordiamo il vino Falerno del Massico, sono la Fattoria Villa Matilde a Cellole, Magliulo a Frignano, Telaro di Galluccio e Vestini Campagnano a Conca della Campania.


Spot

Spot

Spot