Home » Viaggi e Turismo » Vacanze in Cappadocia tra mongolfiere e scenari da favola.
Cappadocia in mongolfiera
Cappadocia in mongolfiera

Vacanze in Cappadocia tra mongolfiere e scenari da favola.

Un viaggio o una vacanza in Cappadocia non è solo un'avventura in un paesaggio stupefacente, ma anche nell'anima.

Esistono luoghi dove è possibile tornare indietro nei millenni e ripercorrere la storia stessa dell’uomo e della Terra.

Uno di questi è la Cappadocia, una regione storica dell’Anatolia, un tempo ubicata nell’area corrispondente all’attuale Turchia centrale, magico altopiano la cui suggestione è difficile da rendere solo con le parole e le immagini e il cui nome, nell’antica lingua persiana, significa “paese dei bellissimi cavalli“.

L’attuale Cappadocia è una piccola provincia dell’antica e vastissima regione che conobbe una fase di straordinario splendore sotto l’impero ittita, poi fece parte del regno di Lidia, fu persiana, macedone, indipendente e quindi provincia romana.

Uchisar in Cappadocia
Uchisar in Cappadocia

Gli scenari della Cappadocia, quel silenzio, quell’atmosfera che sembra riportarci al nostro vissuto più lontano, oggi sono ancora intatti, dopo millenni.

La Cappadocia si caratterizza per una formazione geologica unica al mondo e per il suo patrimonio storico e culturale.

Merita una menzione speciale Uchisar una caratteristica cittadella in tufo che sorge in Cappadocia, nella Turchia centrale.

La Cappadocia è un sito Unesco

Nel 1985 è stata inclusa dall’ UNESCO nella lista dei siti patrimonio dell’Umanità.

Uno degli spettacoli più affascinanti, a cui si può assistere in Cappadocia,da vedere nello storico caravanserraglio di Sarihan, 5km a est di Avanos, è la cerimonia dei Dervisci rotanti, ordine fondato dal mistico sufi Mevlana (1207-73). Consiste in formule di saluto, figure di danza e preghiere accompagnate da musica che celebrano lo splendore della creazione e l’amore universale che lega l’uomo a Dio.

Chi invece decide di attraversare le steppe solitarie dell’Anatolia, costeggiando il grande Lago Salato, ben presto capisce che qui il tempo ha un altro ritmo, quello dello spirito.

Ma fino a quando questa regione potrà conservare tutto questo ? Il turismo di massa incalza.

La Cappadocia in Mongolfiera

Ecco perchè non bisogna aspettare troppo a lungo prima di decidersi per visitarla con calma, percorrendola non solo in auto, ma a piedi, in bicicletta, a cavallo, a dorso di cammello fermandosi ad ammirare il sorgere dell’alba, i tramonti, i cieli stellati che illuminano i profili degli alberi, le sagome dei monti e delle case.

Ma l’esperienza più esaltante potrebbe essere quella di visitare la cappadocia in Mongolfiera.

Proprio qui si tiene,infatti, il festival di mongolfiere più famoso del mondo. Un’esperienza da fare all’alba.

I tour in mongolfiera si effettuano tutto l’anno, 7 giorni su 7, condizioni meteo permettendo.

I Voli aerei per la Cappadocia

Chi ha fretta può giungervi direttamente in aereo, da Istanbul.

Da Istanbul e da molte città europee si vola su Kayseri con Turkish Airlines: il biglietto è bene prenotarlo sul sito web della compagnia aerea perchè  si trovano a volte a prezzi ribassati fino al 40%.

Molti operatori propongono sia tour organizzati sia soluzioni fly and drive.