Salute e Benessere

Carie nei bambini: come prevenirla ? I consigli del dentista.

La carie, una delle patologie più diffuse nella popolazione che intaccando i tessuti duri del dente ne comporta gradualmente la distruzione, interessa largamente anche la popolazione in età pediatrica. Quali sono le cause scatenanti e quali le attività di prevenzione da attuare per proteggere la salute dentale dei più piccoli ? A quale età portare proprio figlio dal dentista ?

Ne abbiamo parlato con il team di specialisti della Dental Clinic Italia di Salerno, che da anni incoraggia alla prevenzione fin dalla tenera età. Proprio per questo motivo consigliano di portare dal dentista i bambini il prima possibile, anche per farli abituare da subito al controllo dentale.

Tra i fattori per i quali si manifesta la carie ci sono le ridotte difese, una dieta ricca di carboidrati fermentabili e una flora batterica cariogena.

Per quanto riguarda il primo elemento scatenante la carie, è da considerare l’azione protettiva esercitata dalla saliva, in quanto essa contiene sistemi antimicrobici e immunitari. In questo caso, per incrementarne la difesa, si può attuare la fluoroprofilassi (negli adulti anche la masticazione di una gomma contente fluoro).

Ciò non sostituisce, però, la regolare igiene orale, che solo uno spazzolino riesce a rendere efficace. Anche la dieta ha la sua influenza nella formazione della carie. La frequenza di assunzione dei carboidrati rappresenta un fattore da tenere in conto nella genesi della patologia.

Sarebbe utile evitare assolutamente che il bimbo assuma zuccheri fuori pasto, nelle merende ad esempio. Per i più piccini, da evitare certamente l’abitudine di somministrare fuori pasto il biberon con bevande zuccherine oppure l’utilizzo del succhiotto zuccherato.

Infine, tra le azioni a scopo preventivo, l’applicazione di sigillanti, la cui massima efficacia si manifesta applicandoli nei due anni successivi alla fuoriuscita dei denti.

La sigillatura altro non è che la occlusione dei solchi presenti sulla superficie dentale e delle irregolarità dello smalto dentario, per proteggere il dente dall’attacco dei batteri cariogeni.