Week end a Caserta

Scegli Caserta per un weekend

Guida turistica per un fine settimana a Caserta in Campania, Italia.

In giro per Caserta, in Campania: cosa vedere e visitare, cosa fare, dove mangiare e dove dormire in hotel.

Da tutti conosciuta come la città della Reggia, Caserta è il terzo capoluogo di provincia campano per importanza.

Denominata Terra di Lavoro nel secolo scorso per la rigogliosità della pianura, conta oggi circa centomila abitanti.

Conta attualmente circa 100 mila abitanti, quasi un milione in tutta la provincia.

Le sue origini sono certamente longobarde. La città si è poi estesa lungo la pianura circostante dove era ubicata anticamente una torre posta a difesa della area.

Il nucleo originario della città è posto sulle alture ed ha acquisito nel tempo il nome di Caserta vecchia.

Il borgo storico corrisponde all’attuale Casertavecchia e presenta numerose costruzioni di segno medioevale.

La città moderna, invece ha storia molto recente e il suo sviluppo è da collegare al periodo della dominazione borbonica, epoca in cui risale la costruzione del Palazzo reale, la Reggia di Caserta, appunto, disegnata dall’architetto Vanvitelli, con chiaro riferimento alla reggia di Versailles, compreso il giardino reale che si estende alle spalle dell’edificio, impreziosito da una vegetazione lussureggiante e da giochi d’acqua mirabili dovuti alle cascate.

L’edificio che rappresenta uno dei punti di riferimento del patrimonio artistico italiano fu costruito senza risparmio di risorse ed energie, edificato intorno a quattro cortili con annesso parco abbellito da gruppi scultorei e giochi d’acqua realizzati sfruttando le correnti delle cascate che sovrastano la reggia.

La reggia è raggiungibile attraverso un lunghissimo viale che si apre sulla facciata principale dell’edificio incastonato in un quadro prospettico di grande suggestione. Chiaro il riferimento alla reggia di Versailles in Francia.

Poco distante dal capoluogo si può ammirare la romana Capua e il comune di San Leucio, rinomato centro di produzione di tendaggi e stoffe di altissimo pregio artigianale.

Tra i siti di interesse turistico si segnalano il Museo Archeologico Antica Capua, si S. Maria Capua Vetere, e il Museo Campano, a Capua.

Il punto di forza dell’offerta gastronomica è rappresentata dalla mozzarella di Bufala che viene prodotta ad Aversa, comune vicino al confine con l’area partenopea. Numerosi i ristoranti a disposizione dei turisti.

Facilmente raggiungibile dall’autostrada del Sole sia da Nord che da Sud, Caserta è un noto centro commerciale grazie alla costruzione di numerosi centri commerciali ed ad una vasta area caratterizzata dalla presenza di rivenditori all’ingrosso.

I collegamenti con la vicina Napoli, sono garantiti dall’asse mediano, che però risulta particolarmente congestionato dal passaggio di automezzi pesanti che seguono le principali rotte sul triangolo commerciale Nola, Napoli, Caserta, servito tra l’altro anche dall’Interporto ferroviario.

La viabilità interna è consentita alle auto. Lo scalo ferroviario è sufficientemente efficiente.

Tra i piatti tipici della cucina casertana troviamo l’anguilla arrosto in intingolo di aceto e menta.

Consigli su dove alloggiare Caserta: hotel e alberghi.