In Primo Piano: Blogger

25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Penelope deve smettere di aspettare. La violenza è una mancanza di vocabolario.(Gilles Vigneault) Sfogliando in questi giorni i giornali, un episodio, l’ennesimo, di violenza su di una donna colpiva la mia attenzione. Un piccolo trafiletto, solo nomi, nessun cognome, dieci righe di un giornale raccontavano, in maniera rapida, asettica, superficiale, un fatto di cronaca nera, la storia di una donna e della sua sofferenza diveniva un dato statistico, un altro numero d’aggiungere alla lunga lista di morti per mano di un uomo. Elena, quello il nome  della giovane donna, non è più tra noi, il compagno l’ha uccisa, lei non abita più qui, e per chi crede nell’aldilà, lei è in un altrove migliore di questo, con un viso bello e pulito, e non tumefatto dai pugni, nessun livido da nascondere sotto pullover informi, nessuna scusa più da inventare, libera finalmente ma non in questo mondo, che invece non…

“Non amo affatto la parola tolleranza, ma non ho trovate di migliori”. Gandhi I recenti fatti di Parigi hanno sicuramente turbato e sconvolto ciascuno di noi, le paure nascoste sotto una coltre di perbenismo  e di lontananza fisica e geografica, dai luoghi del Terrore, sono riemerse prepotenti, spingendoci come accade in questi casi a delle reazioni ingestibili, volgari, sconsiderate. Non voglio entrare nel merito delle questioni, così tanto più grandi di me, così storicamente e politicamente complesse, eterogenee, spesse, fatte di eventi lontani nel tempo, che ci conducono alla colonizzazione ed alle barbarie, ma vorrei soffermarmi solo qualche istante su quanto è esploso sui social e nei mezzi di comunicazione. Si ha la sensazione di trovarsi in una sorta di corto circuito di cui sconosciuti sono gli effetti, immersi in un mare di blob che travolge tutto rapido e senza un perché preciso. Parole e scritti, immagini, perversioni tutte scaricate in pasto alle masse senza un nesso logico, senza una…