Archivi categoria: Fashion & Lifestyle

Una buona idea regalo per mogli, fidanzate e compagne.

E’ arrivato il momento di fare un regalo alla fidanzata o a alla moglie ? Un vero problema se si sono già “bruciate” molte idee, magari perché fidanzati da tanti anni oppure perché le occasioni precedenti impongono di cambiare il tiro.

Questa idea regalo di Natale in realtà può essere interessante per tanti motivi: non è scontata, non è costosa, si può accompagnare a un altro oggetto da personalizzare in base alla situazione, incontra quasi tutti i gusti delle donne.

Parliamo del taccuino, il più diffuso dei quali è quello targato Moleskine.

Erede del mitico taccuino di artisti e intellettuali dei secoli scorsi, da Van Gogh a Hemingway e fino a Picasso, il “rettangolo nero” chiuso dall’elastico può custodire schizzi e disegni, appunti di viaggio o di lavoro, ricette di cucina, annotazioni sui propri hobby preferiti, come il giardinaggio, la lettura, il cinema, fino a divenire il diario del proprio matrimonio oppure del proprio animale domestico.

Ma, viene da pensare, ogni quaderno, anche il più semplice, può essere adatto a ogni tipo di utilizzo desiderato.

Ci chiederemmo quindi il perché comprare un taccuino.

La bellezza sta nel fatto che ognuno di essi è strutturato in modo tematico.

Esistono infatti i taccuini con i fogli bianchi o a righe, ideali per prendere appunti come regalo a una fidanzata che frequenta l’università oppure che lavora nel mondo della comunicazione, solo per fare un esempio.

Oppure quelli dedicati al disegno, per le vere amanti dell’arte, degli schizzi, del disegno di moda. Entrambi anche in edizioni limitate, di volta in volta dedicate a personaggi dei fumetti o dei film o a temi particolari.

Passion Journals

Per arrivare agli specifici “Passion Journals” che hanno veramente dell’incredibile.

Wedding Journal

Stai per convolare a nozze con la tua “lei”? Ecco il “Wedding Journal”, romantico pensiero per far annotare ogni dettaglio del giorno più importante, per creare un planning preciso, per non dimenticare nulla.

Le piace la cucina? C’è il taccuino dedicato esclusivamente ai dessert, quello per scrivere le proprie ricette (compresi gradi di difficoltà, abbinamenti e note a margine), quello per annotare tutti i vini preferiti.

Travel Journal

E se lei ama viaggiare? Il taccuino dedicato ai viaggi è il “Travel Journal”, per annotare ogni minimo particolare dei propri itinerari, oppure quello in cui scrivere dei migliori ristoranti (caffè, locali) in cui si è mangiato.

Wellness Journal ed altre idee

Le sportive preferiranno invece il “Wellness Journal” per il proprio programma fisico, chi ha un animale i “Dog” o “Cat” Journal, per ricordare vaccini, alimentazione, tutto ma proprio tutto sul proprio animale domestico, per le fissate di moda invece “Style Journal”, dal proprio guardaroba agli eventi fashion nel mondo.

Insomma, è il caso di dirlo: “ce n’è per tutti i gusti”!

Idee regalo di Natale su Amazon da comprare comodamente on line

Quale migliore occasione del Natale per esaudire un desiderio rimasto nel cassetto.

Idee regalo su Amazon

Girovagando su Amazon la categoria elettronica permette di scegliere tra un’ampia gamma di articoli. Scopriamone i bestseller.

Fotocamere istantanee mini

Sia per regali al femminile sia per quelli al maschile tra le idee più diffuse ci sono le fotocamere istantanee mini e le relative pellicole.

Compatte per chi desidera praticità, immediatezza e maneggevolezza (se ne trovano a prezzi veramente contenuti), questi apparecchi sviluppano istantaneamente le fotografie scattate in formato piccolo simile a una polaroid (tra i prodotti della top ten elettronica di Amazon una Fujifilm Instax Mini).

Hard Drive

Per chi ha tanto da archiviare, comprese fotografie digitali da salvare al sicuro in back up, ci sono poi gli Hard Drive, ovvero le memorie esterne per archiviazioni ad alta velocità in SSD. A ciò è possibile abbinare una custodia rigida per completare il regalo e renderlo ancora più gradevole.

Fire Tv Stick di Amazon

Tra le prime dieci idee bestseller di elettronica presenti sul portale, c’è al prezzo di 59.90 euro il Fire Tv Stick di Amazon, ideale per chi ama crogiolarsi davanti alla tv. Si tratta di un piccolo strumento con uscita HDMI che consente di far diventare SMART TV la vecchia ma ancora ben funzionante televisione e collegarla a un mondo di intrattenimento online.

A disposizione un’ampia gamma di film, serie tv e giochi, ma anche l’accesso rapido ad Amazon Prime Video, Netflix, RaiPlay, YouTube e molto altro ancora.

Il sistema è dotato di un apposito telecomando che permette di guardare e riprodurre comodamente i contenuti preferiti.

E-reader

Resta in voga l’idea dell’ E-reader, per chi ama leggere in digitale. Ormai se ne trovano con luci integrate regalabili, schermi e caratteri che consentono un facile utilizzo, modalità lettura giorno e notte, con cariche che durano settimane, leggeri e tascabili. Milioni di titoli da poter scegliere, a prezzi contenuti, tra classici senza tempo e ultime uscite.

Smartphone

C’è chi aspetta il Natale per regalarsi o farsi regalare un nuovo cellulare. Scorrendo la lista dei bestseller si nota in particolare, come si possa acquistare degli ottimi smartphone di ultima generazione dalle mille possibilità, non superando i 240 euro di spesa. Ma in questo settore il ventaglio è così ampio e variegato che c’è veramente solo l’imbarazzo della scelta in base al proprio budget.

Smartwatch

Per chi è molto dinamico e sempre connesso, infine, un’idea potrebbe essere l’orologio multifunzionale da polso, lo Smartwatch.

Anche in questo caso in commercio se ne trovano parecchi, quasi tutti ormai capaci di tracciare le attività della giornata (fitness, contapassi, cardiofrequenza, sonno, respirazione), di connettersi al proprio Android per avere sempre a disposizione tutte le news del proprio cellulare, e non perdere mai una chiamata o un messaggio.

Ecco cosa regalare al marito o al fidanzato a Natale

E’ sempre difficile pensare al regalo per il proprio uomo, è vero, ma partendo da una caratteristica distintiva del destinatario in questione forse ci si facilita il lavoro.

Si tratta di un tipo sportivo, preciso, tecnologico, intellettuale, ironico?

Trovarne la sfaccettatura più marcata potrà fornire qualche buon consiglio.

Idee regalo classiche ed originali.

Per uno sportivo, chi l’ha detto che in casa non sia possibile praticare il proprio sport preferito?

Attrezzi Sportivi Pocket

Un’idea regalo originale per il fidanzato o marito amante dello sport in generale, di qualsiasi età, soprattutto per coloro che sono più dinamici e coinvolgenti, è quella dell’attrezzatura sportiva formato “pocket”.

Esistono in commercio, a prezzi molto buoni, ad esempio, rollnet e micro tavoli per ogni esigenza.

Ideali per un “free ping pong”, per giocarlo liberamente ovunque si voglia e su ogni tipo di superficie.

Smart Writing Set

Per un tipo preciso e puntuale, per esempio, ci sono in commercio gli Smart Writing Set (per appuntare tutti gli impegni e organizzare appuntamenti e note), sistemi che comprendono una speciale penna che riesce a trasferire dal foglio al cellulare i propri pensieri, disegni, scritture di ogni tipo.

Smartwatch

Il tipo tecnologico potrà apprezzare uno Smartwatch, iperconnesso al proprio Android e capace di registrare ogni attività della giornata, fornendo utili consigli anche contro la sedentarietà, ma anche una fotocamera istantanea formato pocket, una chicca per chi desidera conservare attimi della propria vita in maniera facile e immediata.

Libro

Il ragazzo o l’uomo intellettuale sicuramente apprezzerà un libro, ben scelto e ragionato, tra i tantissimi in uscita nella seconda metà dell’anno, come pure un E-reader che consente di tenere sempre con sé in formato digitale innumerevoli titoli da leggere e conservare per successivi momenti di relax.

Un uomo ironico, infine, potrà trovare interessante un gran numero di proposte regalo originali.

Da un indumento o un accessorio personalizzato al regalo fai da te in una simpatica confezione, da una cover con un messaggio simpatico a un abbonamento a una rivista cartacea o digitale che rispecchi il suo carattere solare, da un’esperienza divertente da condividere a un viaggio ispirato ad un tema particolare.

Idea regalo di natale per lui e per lei: gioielli in argento e in oro per far sognare.

I sogni son desideri. Così si canta nelle fiabe, ma nella realtà non si cantano, si realizzano.

Stai cercando un regalo di Natale per tuo marito o tua moglie, per il tuo fidanzato o la tua fidanzata? Scopri i gioielli Rue des Mille.

Nasce nel 2013 l’azienda Rue des Mille, dal sogno di una famiglia con tanti anni di esperienza nel mondo dei preziosi alle spalle che produce fantastici e originalissimi gioielli pret-à-porter italiani al cento per cento.

Accessori versatili, divertenti ed eleganti allo stesso tempo, in oro o in argento.

Una immensa collezione per lei, ma anche accessori per l’uomo che ama non passare inosservato, come gemelli e portachiavi.

Senza dubbio la vasta collezione per il pubblico femminile conduce chi la osserva in un mondo magico e fatato.

Anelli, bracciali, collane, girocolli, orecchini, ciondoli che richiamano con le loro forme la bellezza e la spensieratezza dei desideri di bambina.

Carrozze principesche, principi ranocchi, stelle, cuori, un pizzico di straordinario entra nella quotidianità di ogni donna.

Ma non solo.

Ci sono diverse linee che accontentano i gusti di un pubblico molto ampio, tutte accomunate sicuramente dalla grazia e dalla fantasia che caratterizza ogni creazione.

Molto curata la manifattura, soprattutto nei dettagli dei disegni; grande attenzione al design che vuole essere sempre innovativo e delicatamente spiritoso.

Gioielli ideali per chi ama sognare, ma anche farsi notare, sempre con eleganza e discrezione.

Oggetti dalla potente carica sentimentale, ideali quindi da offrire in dono a chi si ama, per accompagnarlo nella sua quotidianità.

Idee Regalo di Natale per il Papà ? Difficile ma non impossibile.

Pensare al regalo di Natale destinato al proprio papà è una delle cose più difficili: molti, infatti, lamentano il fatto di acquistare sempre i soliti doni.

Come fare? Qualche idea?

Se si è stanchi di abbigliamento e accessori personali, una buona soluzione resta l’abbonamento a una rivista on line o in edicola, di settore, generalista, ideale per ogni tipo di gusto e per ogni ricorrenza da festeggiare.

Unica prerogativa: che il destinatario apprezzi la lettura, eh sì, questo è indispensabile. Per il resto, poi, il gioco è semplice.

Nel caso in cui il padre in questione si rechi abitualmente in edicola per acquistare la sua rivista preferita, vuoi per portare avanti una collezione, vuoi per un interesse particolare, la cosa più logica e semplice è abbonarlo proprio a quel prodotto editoriale.

Nel caso in cui, invece, non ci si dovesse trovare in questa situazione, converrebbe prima di tutto analizzare hobby, gusti e passioni del proprio padre, in modo da poter scegliere la rivista che faccia di più al suo caso.

Dal momento che l’abbonamento può risultare carente in termini “materiali” durante la consegna del regalo, sarebbe divertente farlo trovare in una serie di scatole cinesi, da scartare l’una dopo l’altra, in modo da accrescere la curiosità, oppure presentarlo con un biglietto ironico che spieghi il perché della scelta della rivista in questione.

Buoni Regalo

Lo stesso discorso può valere regalando un “buono“.

Ormai ce ne sono di ogni tipo, ma senza dubbio può essere gradito nonché utile il buono palestra, per incominciare il nuovo anno con un proposito positivo legato alla salute.

Insomma, basterà pensare all’attività più consona per il proprio papà per garantirgli una soluzione semplice ed efficace per tenersi in forma.

Altrimenti, magari, l’iscrizione alla palestra non la farà mai.

Pacchetti benessere

Sicuramente super gradito è il buono relativo al benessere e al relax, magari scegliendo un bel centro estetico che offra pacchetti massaggi che possano donare sollievo dallo stress quotidiano.

Un momento di calma tutto proprio da ritagliarsi tra un impegno di lavoro e un servizio fatto di corsa.

Il classico libro

Magari scontato, ma sicuramente ever green è un buon libro.

Ma se l’Italia è una nazione nella quale si legge poco, poi tanto scontato non lo è più.

Compagno di tempo libero, di attese, di rilassamento, da portare dietro ovunque si voglia, da conservare come lettura estiva da sotto ombrellone.

Sono così tanti i titoli in uscita verso la fine dell’anno e così tanti i generi che sicuramente farà piacere sapere che si tratta di un regalo ragionato e scelto con una certa accuratezza.

Regali originali per il papà

Molto in voga sono poi i regali personalizzabili.

Dalla tazza per la colazione, magari inserita in una bella confezione che include una tisana, un tè speciale, una cioccolata calda, alla felpa per la casa, dal plaid al calendario all’agenda, tutti oggetti sui quali è ormai possibile giocare come più piace.

Frasi, semplici parole (“Super Papà” ad esempio), fotografie, stampe: c’è solo da pensarci bene e affidarsi alla fantasia e al sentimento.

In questo modo, il regalo natalizio per il proprio padre non si esaurisce nella ricorrenza ma si rinnova costantemente, per tenerne sempre vivo il pensiero.

Abbinamenti cibo e champagne: cosa mangiare con il Krug

Come abbinare una cena completa allo champagne Krug: ecco alcuni consigli

Sentiamo spesso parlare di abbinamento cibo-vino, per una volta però parliamo di cibo e champagne. E sì, è possibile gustare lo champagne Krug con ogni piatto. Per questo ti daremo tutti i consigli per goderti il ​​tuo Champagne a tavola.

Per abbinare questa bevanda esclusiva a un piatto, è meglio distinguere tra brut nature, extra-brut, brut, sec e demi-sec, questo dipenderà dal livello di zucchero presente nello Champagne. Più siamo su uno champagne con un livello di zucchero basso, più possiamo associarlo a un piatto con pochissima dolcezza, secondo il principio dell’abbinamento tra simili.

Uno champagne leggermente vivace e poco zuccherino (semplice o extra brut) è perfetto per accompagnare l’aperitivo e risvegliare le tue papille gustative. Ciò che conta in questa fase del pasto è la freschezza dello champagne. È una scelta ottima accostata agli antipasti a base di crostacei e pesce crudo (ostriche, salmone affumicato, taglieri di frutti di mare, tartare di pesce, sushi e sashimi). Il tipo brut o extra brut si sposa meglio con cibi a base di carne, come gli insaccati.

Abbinamento cibo e champagne con il piatto principale

Quando optiamo per un piatto principale a base di pollame arrosto piuttosto gustoso, possiamo scegliere uno champagne più vinoso, spesso fatto con una grande maggioranza di pinot nero, che corrisponde a uno champagne bianco (ottenuto da uve nere).

Lo champagne brut non vintage è lo champagne più comune, la classica pietanza jolly da proporre dall’inizio alla fine della cena, il quale delizierà gli ospiti accostato a ogni proposta culinaria.

Lo champagne vintage brut invece andrà molto bene con i piatti di carne, le annate più giovani dovrebbero precedere i vini più vecchi nella proposta a tavola, perché la complessità della composizione è meno importante nei giovani. È bene passare dallo champagne meno complesso a quello più complesso.

La maggior parte degli champagne si sposa bene con molti formaggi, ma lo champagne brut vintage, come il Krug Vintage 2006, è particolarmente interessante con i formaggi saporiti ma non troppo piccanti.

Lo champagne secco, semisecco o dolce sarà perfetto accompagnamento ad un dessert. Il suo lato molto zuccherino si sposa perfettamente con la dolcezza del dessert.

La tipologia che si sposa bene con le carni rosse o con i dolci ai frutti rossi è lo Champagne Rosé, morbido e vellutato, si distingue per potenza e fruttato.

Se è vero che non esiste una combinazione perfetta in termini assoluti e che le preferenze di ciascuno vanno prese in considerazione, è anche assodato che certe associazioni, classiche o inaspettate saranno comunque dei classici intramontabili che renderanno lo champagne non solo una bevanda, ma il vero esaltatore di tutti i gusti proposti ai commensali.

Dall’agriturismo alla Luxury Country House, ecco dove trascorrere un weekend nel verde, respirando aria pulita.

Storicamente l’agriturismo non ha mai avuto i connotati dell’industria turistica come oggi è intesa.

Spesso il soggiorno era casuale e di fortuna presso le abitazioni di contadini, un tempo notoriamente generosi ed ospitali, che pur nella estrema povertà erano disposti ad accogliere viandanti e sfortunati turisti “fai da te” con pietanze tipiche della frugalità agreste in cambio di qualche ora di duro lavoro nei campi.

L’origine del termine e l’idea moderna che esso racchiude si fa risalire a metà degli anni ’60 ma storicamente per agriturismo si intendevano le classiche scampagnate fuori porta a casa di amici.

Chi vuol davvero assaporare ancora il gusto e la fatica di quei tempi ormai remoti può trovare ancora qualche dimensione ancestrale dell’agriturismo sparsa per l’Italia, ma in realtà, oggi per agriturismo si intende un filone autonomo e quanto mai richiesto dell’industria turistica.

I tratti distintivi rimangono invariati: dal contatto con la natura, a tratti anche selvaggia, alle gustose pietanze che fanno dei prodotti semplici e genuini della terra gli ingredienti principali.

Ma oggi, agriturismo può significare anche confort e pittoreschi paesaggi, sicuramente immersi nella natura, sapientemente modificata, senza sfigurarla, ad uso e consumo del turismo di massa senza tralasciare il fatto che i bambini amano da sempre la campagna che vivono come un grande parco giochi.

Ciò, ha comportato negli ultimi anni anche un vertiginoso aumento dei prezzi per il soggiorno negli agriturismo, mentre la vita sempre più frenetica ha ridotto le opportunità di soggiorno, spesso ad una toccata e fuga, che non è certo il massimo per chi decide di staccare la spina dalla modernità e rifugiarsi nei campi.

Diverse, come dicevamo, le tipologie.

Si va dal semplice ristorante con aree a verde attrezzato a vere e proprie oasi naturalistiche dove si può soggiornare a lungo trascorrendo il tempo impegnandolo in diverse attività, dalle passeggiate in bicicletta o cavallo, al birdwatching, al trekking o semplicemente a contatto con la natura.

Una menzione a parte la meritano le fattorie didattiche dove è possibile familiarizzare con gli animali e scoprire la magia della natura passeggiando tra alberi di frutti, vigneti ed antichi ulivi.

Poi c’è la tavola, dove ci si riunisce per gustare le tipicità regionali dell’Italia, nazione davvero unica sotto questo punto di vista per la vastità dell’offerta.

I prezzi degli agriturismi sono molto variabili. Si parte da tariffe di un minimo di 25 euro a persona ad un massimo di 150 compreso il pernottamento e l’uso di tutte le strutture.

Meritano un discorso a parte le luxury country house, le fattorie stellate, aziende agricole raffinate e masserie come resort deluxe con sauna, bagno turco e sale per trattamenti massaggi, dove i prezzi sono sensibilmente più alti per la maggiore qualità dei servizi offerti.

Dove andare in Italia

Sono certamente regioni come Toscana, Lombardia, Piemonte, Umbria ed Emilia Romagna ad offrire il più ampio panorama di agriturismi, grazie anche alla particolare conformazione territoriale.

Colline e pianure sono i luoghi meglio sfruttabili per questa tipologia di turismo, per la maggior parte dell’anno.

Agli inizi del nuovo millennio, però, anche le località situate nei pressi del mare offrono interessanti opportunità per godere, in qualche agriturismo dell’entroterra, della vacanza balneare vera e propria e starsene lontani dall’affollamento delle spiagge.

Lo stesso avviene sulle cime delle Alpi e degli Appennini, dove però solo nei mesi estivi è possibile soggiornare negli agriturismi.

Anche il meridione si è attrezzato non poco. La Puglia con le sue splendide masserie e la Campania, con gli agriturismi in provincia di Avellino sono mete tutte da scoprire.

I Migliori Centri Commerciali in Provincia di Napoli

Oltre al mare, al suoi scorci mozzafiato che incantano turisti di tutto il mondo, oltre alla pizza e al mandolino, la provincia di Napoli offre ai suoi frequentatori anche alcuni importanti centri commerciali, riferimento per gli acquisti del pubblico campano e non solo.

Alcuni molto noti, altri meno, ma tutti sicuramente parecchio frequentati per coloro che desiderano trovare in un unico luogo tanti diverse opportunità di acquisto.

Centro Commerciale Vulcano Buono Nola

Tra quelli maggiormente conosciuti, c’è senza dubbio il Centro Commerciale Vulcano Buono a Nola, in via Boscofangone, una destinazione che consente di accontentare tutti i gusti e che offre al suo interno anche una serie di manifestazioni ed eventi periodici che attirano ancora più pubblico.

Si tratta di un polo che raccoglie circa 160 attività commerciali, oltre a diversi punti ristoro e a un fornito ipermercato Auchan.

Si va dal negozio di elettronica a quello dedicato ai giochi per i bambini, dall’abbigliamento low cost a quello più ricercato, dall’arredamento casa agli accessori per il tempo libero.

Alcuni esempi ? C’è Adidas, Foot Locker e Cisalfa per gli sportivi, Bershka, Camomilla, Calzedonia, H&M, Intimissimi, Zara per l’abbigliamento, Over Kids, Prenatal e Primigi per i bambini, e ancora Pandora,  R-Store, Superga, Thun, Zara Home.

Il Vulcano Buono è aperto tutti i giorni con orario continuato dalle 10 alle 22 (il lunedì dalle 12 alle 22) e include anche un ampio spazio giochi per i piccoli ospiti e un cinema multisala.

Centro Commerciale La Cartiera Pompei

C’è poi, in via del Macello, 22 a Pompei (all’uscita Pompei dell’Autostrada A3), La Cartiera Shopping e Tempo Libero.

Si tratta di un polo che comprende ben 115 negozi per uno shopping a 360°, un’area ristorazione e oltre 2000 posti auto con un grande parco verde aperto nella città.

Le macroaree dei negozi vanno dal fashion e calzature a elettronica e telefonia, da casa e idee regalo alla salute e bellezza. Passando per un ampio supermercato diversi punti di ristoro, dal bar al ristorante vero e proprio. Tra i servizi supplementari anche un’area giochi e un parrucchiere.

Tra i marchi presenti: Adidas, Desigual, Golden Point, H&M, Marella, Tezenis, Zuiki, Carpisa, Geox, OBag, Stroili Oro, Toy Center, Thun, Pandora, Swarovski, Bottega Verde, Jean Luis David.

Aperto tutte le domeniche, la galleria è a disposizione tutti i giorni compresi i festivi dalle 9.30 alle 21.30.

Galleria Commerciale Auchan a Giugliano

Nei pressi di Napoli, a Giugliano, sorge ancora la Galleria Commerciale Auchan.

Oltre 110 negozi per questo altro grosso polo dello shopping partenopeo (è possibile trovarvi negozi di abbigliamento e sport, salute e idee regalo, elettrodomestici e casa, cultura e servizi, e ancora l’ipermercato Auchan super fornito e locali di ristoro e bar).

Il parco commerciale si trova lungo la circumvallazione esterna Località S. Maria a Cubito.

Gli orari di apertura sono: il lunedì dalle 13 alle 21, dal martedì al sabato dalle 9 alle 21, mentre la domenica dalle 10 alle 21.

Centro Commerciale Auchan Napoli

In via Argine, 380 a Napoli, poi, si trova un altro Centro Commerciale Auchan con circa 80 attività di vendita al pubblico e un immancabile ipermercato Auchan.

Anche in questo caso la selezione dei negozi presenti cerca di accontentare un ampio pubblico, offrendo possibilità di acquisto per qualsiasi tipo di utenza: da Benetton a Conbipel, da Expert a Giunti, da Happycasa a Kiko, da Leroy Merlin al Napoli Point,da Yves Rocher a Zara, da Toys Center a Zucchi.

Gli orari di apertura sono: il lunedì dalle 12 alle 21, dal martedì al sabato dalle 9 alle 21, mentre la domenica dalle 10 alle 21.

Centro Commerciale Auchan Mugnano

Anche a Mugnano di Napoli, in via P. Nenni, 54, è possibile trovare un Centro Commerciale Auchan che, come per gli altri della catena, include il noto ipermercato e oltre 40 negozi di vario genere, attestandosi un altro polo del commercio napoletano.

Qui è possibile trovare attività quali Bottega Verde, Carpisa, Euronics, Golden Point, Original Marines, OVS, Yamamay.

Centro Commerciale Le Porte di Napoli

Ad Afragola, in via Santa Maria la Nova, 1, ancora, troviamo il Centro Commerciale Le Porte di Napoli.

Circa 90 negozi (tra cui Brums, Bassetti, Kiko, L’Erbolario, Lovable, Nara Camicie, Tommy Hilfiger), un ampio supermercato, spazi dedicati ad attività ed eventi periodici, parco giochi per i piccoli, La Feltrinelli Village, un cinema multisala, una sala bowling e, tra gli altri servizi, anche Bluetooth e Wifi gratuiti e biglietteria automatica Trenitalia.

Gli orari del Centro (galleria e outlet Le Fragole) sono lunedì e domenica 10-21, dal martedì al sabato 9-21.

Parco Commerciale Maximall Afragola

Sempre ad Afragola, presso via Santa Maria la Nova, troviamo infine il Parco Commerciale Maximall, attiguo a un centro commerciale attivo dal 1999 che oggi include, oltre a una piattaforma alimentare, due gallerie commerciali con oltre 80 negozi e un cinema multisala.

Tra i principali marchi: Divani&Divani, Oviesse, Pittarello, Pittarosso, Prenatal, McDonald’s ed il supermercato Eurospin

Orari di apertura: da lunedì alla domenica dalle 9 alle 21.

Depuratore d’acqua casalingo Acqualife: la giusta scelta ecologica.

L’ultimo periodo caratterizzato dall’emergenza coronavirus e da tutte l’insieme di misure volte a contenere il diffondersi della pandemia, ha messo ancora più in luce l’importanza di avere una casa sicura e funzionale, che aiuti a preservare salute e benessere dell’organismo.

Rimanere per tanto tempo chiusi nella propria abitazione ha infatti mancanze o esigenze specifiche da soddisfare, come per esempio il vantaggio di poter usufruire di un’acqua del rubinetto sana e buona invece di dover sempre ricorrere a quella in bottiglia. Anche se ora le code al supermercato tipiche della fase di lockdown sono finite, è il caso di fare tesoro di questo desiderio di autonomia ed effettuare accurate verifiche alla nostra acqua del rubinetto tramite un test acqua gratis. Capire se siano presenti tracce di sostanze indesiderate come arsenico, metalli pesanti e cloro permetterà di e trovare in caso la soluzione migliore per migliorarne la qualità dell’acqua.

Lo strumento più efficace in tal senso è senza dubbio un depuratore acqua casalingo che sfrutti il processo fisico naturale dell’osmosi inversa e permetta quindi di filtrare l’acqua grazie ad una membrana, senza aggiunta di agenti chimici.

Per ottenere un servizio di alto livello è consigliabile rivolgersi ad una delle società leader del settore in Italia come Acqualife, che dispone di professionisti esperti in grado di effettuare consulenze personalizzate e supportare nella scelta del modello più adatto, sia per capacità che per funzioni.

L’installazione, che risulta essere sempre comoda e semplice, non richiede lavori di muratura e varia secondo il tipo di modello. L’impianto depurazione può richiedere un attacco diretto al rubinetto oppure essere posizionato sottolavello o sottozoccolo. Insieme a questo intervento, è anche prevista la sostituzione dei filtri e la sanificazione, per consentire un funzionamento ottimale, durevole e sicuro.

Ritornando invece all’annosa questione dell’acqua in bottiglia, con un depuratore acqua questo acquisto può essere eliminato, permettendo di godere di vari benefici, sia da un punto di vista organizzativo, che economico ed ecologico. Niente più approvvigionamento continuo di acqua, con relativi costi e faticoso trasporto, e drastica riduzione nel consumo e smaltimento di plastica, materiale estremamente dannoso per l’ambiente.

Un comportamento quindi più responsabile improntato all’ecosostenibilità e ad una maggiore consapevolezza degli effetti che certe abitudini possono avere sugli equilibri del nostro pianeta.

Attraverso l’installazione di un depuratore domestico ci si può da un lato occupare della salute del nostro corpo, rendendo sempre disponibile dal rubinetto un’acqua filtrata e leggera, e dall’altro prendersi cura dell’ambiente.

Dopo un periodo di grossi rivolgimenti e difficoltà, è il momento di pianificare una ripartenza a tutto tondo, puntando ad un’ottimizzazione delle spese e ad un miglioramento della qualità della vita fra le mura domestiche insieme ad una rinnovata attenzione nei confronti del pianeta e del suo futuro.

Tea Time: organizzare il tè con bon ton

Un’usanza molto chic e raffinata è indubbiamente l’ora del tè.

Una pausa per rigenerarsi, un momento di relax per fare qualche chiacchiera con le amiche. 

Gli appassionati del tè amano tantissimo la preparazione e il suo rituale, per il quale esiste una vera e propria etichetta da seguire. 

Per questo rito è indispensabile rispettare tradizioni e bon ton in tutto il suo cerimoniale, dall’invito all’ora dell’appuntamento, dalla preparazione del tè all’apparecchiatura della tavola, fino alla degustazione del tè più pregiato e piu costoso al mondo.

Scopriamo di più grazie a Life&People Magazine:

L’invito per il tè

Se si tratta di un evento formale, sarà necessario scrivere degli inviti da spedire almeno con almeno una settimana in anticipo. 

Quando l’invito è informale, basta invitare gli ospiti a voce o al telefono.

Solitamente il tè va servito tra le 16.30 e le 17.00.

Generalmente un incontro per un tè si può protrarre entro le ore 19.00.

Abito da tè

Come dress code da tè è adatto l’abito da pomeriggio. A rigor di galateo, il vestito dovrebbe essere almeno cinque centimetri sopra le caviglie. 

Ovviamente, la sua lunghezza può variare fino a essere appena sopra il ginocchio. Un tubino semplice, monocolore o floreale, andrà benissimo. 

Non si sfoggiano gioielli o accessori vistosi. Questo vale sia per gli ospiti sia per la padrona di casa.

Quando l’incontro è molto informale, si può scegliere un abbigliamento più casual. In qualsiasi caso deve essere di buon gusto e curato.

Come preparare il tè

Il galateo vuole che si usi solo del tè in foglie sfuso e non le comuni bustine.

Questo perché in passato la bustina indicava che si trattava di prodotti di scarsa qualità. Oggi, invece, si trova in commercio del tè pregiato anche in bustine.

La procedura corretta per preparare il tè prevede l’inserimento di una piccola dose di tè nella teiera, cui si aggiunge dell’acqua bollente. 

Il procedimento serve per far impregnare bene di profumo il recipiente. Dopodiché la teiera deve esser svuotata per passare al procedimento di preparazione del tè da servire.

Per ottenere la massima qualità, sarebbe meglio mettere in infusione del tè a foglia intera.

Nel filtro, o nel fondo della teiera, va inserito un cucchiaino di tè in foglie.

Calcolate circa 2 o 3 grammi per tazza, oltre ad un cucchiaino per la teiera. Dopo aver inserito il filtro nella teiera, si versa l’acqua bollente per l’infusione e si lascia riposare il tè per qualche minuto prima di servirlo.

In una situazione informale si può anche far scegliere agli ospiti l’infuso preferito. In questo caso si dovrà posizionare a tavola una selezione di diversi tipi di tè.

La regola vuole che il tè non sia mai zuccherato. Solo così si può sentire pienamente la sua fragranza e il suo profumo.

Poiché non tutti bevono il tè al naturale, bisognerà preparare la zuccheriera, anche se rimane sempre più chic mettere le zollette (in commercio si trovano colorate e di diverse forme). 

Mise en place per il tè

Il tè, di norma, va servito su un vassoio in salotto, dove sarà indispensabile avere un tavolino per potervi poggiare tutto l’occorrente. 

Se si ha la fortuna di avere un giardino e la stagione lo consente, il tè si può servire su un tavolo all’aperto. 

Quando si decidete di servire il tè a tavola (soggiorno o giardino), tutta la mise en place deve essere rigorosamente coordinata e curata: tovaglia e tovaglioli in lino, organza o cotone.

E’ vietato assolutamente usare piatti e bicchieri di carta o plastica o tovaglioli di carta. 

Secondo il galateo, è perfetto servire il tè in una teiera di porcellana o ceramica. 

Le teiere d’argento non sono la soluzione ideale per servire il tè, poiché possono rilasciare un sapore sgradevole.

Per l’apparecchiatura, l’esatta disposizione è la seguente: il piatto da dessert va posto a circa 3 cm di distanza dal bordo del tavolo. 

La forchetta da torta a destra e il tovagliolo, (più piccolo rispetto a quello che si usa per il pranzo) a sinistra.

 Sopra la forchetta in alto a destra ci sarà la tazza sul piattino col manico rivolto a destra. Il cucchiaino da tè sopra al piatto col manico verso destra.

L’ideale è avere delle tazze grandi all’inglese in porcellana decorata. Diversamente andranno bene tazze, lattiera e zuccheriera in porcellana o ceramica bianca. 

Il latte nel brik deve essere freddo.

Le confetture vanno disposte in piccole ciotole coordinate con il servizio da tè, come anche il limone tagliato a rondelle sottili.

Le alzatine su cui disporre i dolci devono essere in porcellana o argento. Vi si sistemano sopra porzioni mini di plum-cake, muffin, torta fatta in casa, biscotti e degli scones (sono dei piccoli panini a lievitazione veloce dal sapore neutro) che possono essere farciti con ingredienti dolci o salati.

Al centro tavola si può anche sistemare un vaso con dei fiori freschi. Fa molto bon ton.

Come si serve il tè

Anche alla presenza di servitù, è la padrona di casa che ha il compito di versare il tè nelle tazze dei suoi ospiti. Si inizia sempre da quelli di maggior riguardo. 

Nel caso che ogni ospite scelga il proprio infuso, alla padrona di casa toccherà solo versare l’acqua bollente nelle singole tazze. Le tazze non si riempiono fino all’orlo.

Dalle 17.00, anche se non sono giunti tutti gli ospiti, la padrona di casa inizia a servire il tè. 

Sempre la padrona di casa deve chiedere all’ospite quanto zucchero desidera e si preoccupa di versarlo nella tazza.

Come si beve il tè

Il tè va bevuto a sorsi, tenendo la tazza in una mano e il piattino nell’altra.

La tazza s’impugna prendendola tra pollice e indice. Nessun mignolo alzato!

Il cucchiaino utilizzato per mescolare il tè, va posto sul piattino e non deve mai essere lasciato nella tazza e ancor meno sulla tovaglia. 

I biscotti non si inzuppano nel tè come anche i dolci.

Cadeau alla padrona di casa

Il regalo deve essere consegnato alla padrona di casa al momento dell’arrivo, la quale, a sua volta, può decidere di aprirlo immediatamente e ringraziare. 

Non si portano torte.

Come presente è preferibile optare per i fiori. Questi andrebbero fatti recapitare prima dell’evento, ma anche dopo con un biglietto di ringraziamento.