Archivi categoria: Nozze

I consigli giusti per la lista di nozze e far felici gli sposi.

La lista di nozze è un altro must dei matrimoni moderni. Un tempo il regalo agli sposi era lasciato al libero arbitrio degli invitati.

Risultato? Nel migliore dei casi doppioni a gogo di vasi, vassoi e statuine varie.

Con una controindicazione letale: il gusto affidato alla zia o alla vicina di casa, che non sempre collimava con quello degli sposi.

Come scegliere il negozio giusto per la Lista di Nozze

La lista di nozze ha finito per mettere tutti d’accordo. Da un lato gli sposi, che hanno la possibilità di scegliere cosa farsi regalare secondo le proprie preferenze; dall’altro gli invitati, che hanno già una traccia per far felici gli sposi.

Ma come scegliere il negozio in cui preparare la propria lista di nozze? Molto, naturalmente, dipende dalle esigenze dei novelli sposi.

Lista nozze, i consigli per ricevere i regali giusti 

Se la necessità primaria è quella di arredare la casa, è possibile individuare esercizi in cui poter prenotare servizi di piatti, di bicchieri, posate, elementi d’arredo ma anche, perchè no, piccoli pezzi d’arredamento.

Molto in voga è anche la lista di nozze per l’acquisto di elettrodomestici, in centri specializzati.

Lista di nozze on line

Per chi abbia molti invitati che vivono lontano, è bene individuare un rivenditore che dia la possibilità di prenotare on line il regalo da fare agli sposi, onde evitare di incorrere nei problemi di cui sopra.

Molte coppie di sposi, soprattutto quelle che vengono già da un periodo di convivenza, optano poi per una lista di nozze presso un’agenzia di viaggi, per avere la possibilità di regalarsi un viaggio di nozze davvero indimenticabile.

Tra i suggerimenti da tenere a mente al momento della predisposizione della lista, non bisogna dimenticare di concordare con i commercianti le modalità per la consegna (o il ritiro) dei pacchi.

La consegna dei regali della lista di nozze

I regali saranno consegnati a casa della sposa? O all’indirizzo della nuova coppia? Sarà possibile ritirare tutti i regali dopo il matrimonio o addirittura al ritorno dal viaggio di nozze? E se non tutti i pezzi prescelti saranno acquistati, c’è l’obbligo per gli sposi di prenderli comunque?

Insomma, è sempre bene non dare niente per scontato.

Leggi anche: Location per matrimonio: tutto quello che devi sapere per scegliere quella più adatta per le tue nozze.

Location per matrimonio: tutto quello che devi sapere per scegliere quella più adatta per le tue nozze.

Quello della scelta della location in cui festeggiare il matrimonio in compagnia di amici e parenti è uno degli “obiettivi sensibili” di ogni coppia che si avvia a compiere il grande passo.

Villa con parco o ristorante vista mare? Agriturismo o antico convento? Dimora storica o foyer del teatro?

Location matrimoni: come scegliere quella perfetta.

Le soluzioni possono essere le più disparate, a seconda dei gusti e della disponibilità economica.

Ma, per non fallire la scelta e, soprattutto, evitare di ritrovarsi a fare i conti con imprevisti non calcolati.

Perchè, ad influire sul successo di un banchetto di nozze, non è sufficiente valutare la bellezza di un posto ed il valore economico dello stesso.

Innanzitutto, la scelta del luogo in cui effettuare il ricevimento deve tener conto della stagione in cui si celebra il matrimonio.

Se siamo in estate, un luogo all’aperto potrebbe non avere controindicazioni (ma, è bene prendere in considerazione l’evenienza che possa piovere anche ad agosto!) mentre se si opta per un matrimonio in primavera o in autunno sarebbe preferibile assicurarsi che la location individuata presenti un adeguato piano B al chiuso, in caso di pioggia.

Per i matrimoni invernali, invece, c’è evidentemente una scelta quasi obbligata.

La scelta della location è da mettere anche in relazione al tipo di abito che, in particolare, indosserà la sposa.
Se avrà optato per un abito con una lunga coda, magari un agriturismo o un posto in campagna non sarà l’ideale.

Poi, occorre fare i conti con gli invitati.

Assicurarsi che la struttura individuata per festeggiare il matrimonio disponga innanzitutto di un numero adeguato di posti che consenta agli ospiti di trascorrere una giornata in comodità.

Se si prevede la presenza di molti bambini, meglio assicurarsi dell’esistenza di una sala che possa contenerli, magari con il supporto di un’animazione che li tenga impegnati, onde evitare di fare i conti con orde di piccoli scalmanati che si aggirano urlanti tra i tavoli.

Allo stesso modo, se si prevede di invitare molte persone anziane o portatori di handicap, avere un facile accesso alla sala renderà più piacevole il ricevimento a tutti.

Una volta fatte tutte le valutazioni del caso ed individuata la tipologia di struttura cui rivolgersi, è preferibile, in fase di richiesta di preventivo, valutare ogni aspetto.

Nel caso si sia optato per un ristorante o un agriturismo o, comunque, una location che mette a disposizione sia gli spazi che il catering, è bene definire se nel prezzo per il menù che si andrà a concordare siano ricomprese le bevande (quali?), la torta nuziale, l’eventuale servizio animazione per bambini, l’allestimento floreale sui tavoli, il parcheggio, il guardaroba.

Analogamente, se sarà necessario rivolgersi a due fornitori differenti, uno solo per gli ambienti ed un altro per il servizio catering, non bisogna sottovalutare l’eventuale spesa aggiuntiva per servizi non previsti ma, comunque, indispensabili.

Se, a questo punto, siete arrivati sin qui nella lettura, che si aprano le danze con il più classico degli “evviva gli sposi”!

Leggi anche: I consigli giusti per la lista di nozze e far felici gli sposi.

Gli addobbi floreali per un matrimonio in grande stile.

La scelta dei fiori per addobbare la chiesa o la sala del municipio se si opta per un matrimonio con rito civile è uno degli impegni che grava principalmente sulla sposa.

E’ lei, di solito, che cura l’allestimento seguendo un po’ i propri gusti in fatto di fiori.

C’è chi punta sulle rose e chi sui girasoli, chi prima ancora del fiore sceglie il colore che dovrà essere predominante anche alla luce del luogo in cui si svolge la cerimonia e dello stile che si intende dare al proprio matrimonio.

Per non sbagliare è bene evitare il faidate e rivolgersi a fioristi esperti che, sulla scorta della propria esperienza, sapranno consigliare il miglior abbinamento possibile per dare il giusto equilibrio alla cerimonia.

Qualche suggerimento utile? Innanzitutto è bene non eccedere con i colori. Di solito il bianco è il colore che dà maggiore lucentezza agli ambienti e, poi, si intona alla perfezione con l’abito della sposa.

Sempre meglio puntare su fiori di stagione e, possibilmente, che non abbiano una profumazione eccessiva, onde evitare di recare disturbo agli invitati.

Un sopralluogo nella chiesa o nel luogo prescelto per la celebrazione è sempre opportuno, per verificare tutti gli spazi che andranno addobbati (che di solito sono l’altare con gli spazi laterali, i banchi, l’ingresso).

La dimensione del luogo influisce molto sulla tipologia di addobbo da predisporre e, naturalmente, anche sulla spesa.

Nell’addobbo rientra anche la scelta del bouquet della sposa che, di norma, va abbinato alle composizioni individuate per abbellire la chiesa (o la sala del municipio).

Altra composizione da non trascurare è quella da posizionare sulla cappelliera dell’automobile che accompagnerà la sposa in chiesa e, dopo la cerimonia, entrambi gli sposi nella location prescelta per il ricevimento.

Anche quest’ultima, naturalmente, necessiterà di un allestimento floreale, che potrà essere in linea con quanto selezionato per la chiesa ma solo se in linea con lo stile degli ambienti.

Per rendere il senso di partecipazione al matrimonio, è in uso anche fornire un fiore, che sia sempre in linea con l’addobbo, sia allo sposo che agli uomini invitati alle nozze, fiore da indossare all’occhiello del bavero della giacca.

Alle donne, invece, si potrà fornire un mini bouquet che richiami quello che avrà tra le mani la sposa.

Qual è il periodo giusto per contattare il fiorista che dovrà occuparsi dell’addobbo floreale?

Naturalmente dipende dal periodo in cui si celebrerà il matrimonio. Per chi si sposa nei mesi estivi, considerando la folta “concorrenza”, è bene contattare il fiorista con almeno tre mesi di anticipo.

Per le celebrazioni invernali, invece, è possibile anche rivolgersi ai professionisti un paio di mesi prima dell’evento.

Eleganza e attenzione ai particolari: l’abito dello sposo ha pochi segreti.

Se è vero che il giorno delle nozze gli occhi di tutti gli invitati sono puntati sulla sposa è anche vero che il ruolo dello sposo non sarà di semplice comparsa!

Ecco perchè va dedicata attenzione massima alla scelta dell’abito dello sposo, che non potrà risultare meno elegante della compagna che sarà al suo fianco.

Anche per l’uomo, naturalmente, valgono alcuni dei suggerimenti indicati per la scelta dell’abito da sposa (stagione in cui si svolge la cerimonia, location in cui si celebrano le nozze, caratteristiche fisiche dello sposo) anche se le attenzioni possono essere meno rigide rispetto alla donna.

La scelta dell’abito dello sposo è sicuramente semplificata.

Intanto i modelli, che possono essere a due o tre pezzi, con la presenza del gilet.

Il tight è indicato per cerimonie eleganti e non è annoverabile nella categoria “abiti da utilizzare anche in altre occasioni” a differenza di abiti più classici e meno sfarzosi.

Da evitare assolutamente lo spezzato se non si vuol correre il rischio di essere scambiato per un invitato, per giunta poco elagante!

E, poi, i colori, che normalmente vanno dalle tonalità del blu a quelle del grigio.

C’è chi azzarda vestiti bianchi o colorati ma si tratta di casi limite in cui è fondamentale disporre di opportuno phisique du role onde evitare di diventare il centro dell’attenzione dell’ilarità collettiva.

C’è poi la scelta della camicia da indossare, scelta che ovviamente è strettamente connessa al tipo di abito. Il bianco prevale come colore cult, ma non sono rari i casi in cui lo sposo opta per un tono su tono, legando il colore della camicia a quello dell’abito.

Infine, gli accessori: cravatta, farfallino, plastron, pochette e boutonniere possono rivelarsi elementi che fanno la differenza.

Perché scegliere una torta nuziale personalizzata

Le torte nuziali, come tutti sanno, vanno servite solamente alla fine del ricevimento, proprio nel momento in cui tutti gli invitati al matrimonio possono ammirarle. Nei matrimoni le torte non sono solamente un dolce con il quale concludere un sontuoso pasto, ma sono parte del matrimonio in quanto racchiudono molti altri significati.

Le torte nuziali devono essere in linea con lo stile scelto per il matrimonio, con la location e devono seguire anche la personalità della coppia di sposi. È quindi evidente che si tratta di un elemento molto importante e va studiato e pianificato con la dovuta attenzione.

Il vantaggio delle torte nuziali personalizzabili

Nuova Pasticceria, oltre ad avere alle spalle una lunga tradizione nella preparazione di torte, si mette a disposizione per aiutare gli sposi a scegliere le torte nuziali più adatte ai loro gusti ed esigenze, creando dolci personalizzati nel colore, nella forma e negli ingredienti.

Con le torte personalizzate nessun dolce sarà uguale all’altro. Ogni matrimonio avrà quindi la sua torta, ma vi sono degli aspetti che vanno considerati nella scelta.

Uno di questi è proprio il tema del matrimonio che deve legare ogni piccolo elemento con un filo invisibile che, di tanto in tanto, emerge in maniera elegante. Può trattarsi di un colore, di un tipo di fiore o di un tema, ma deve essere ripreso dalla torta.

Nuova Pasticceria esaudisce i gusti e le esigenze degli sposi poiché sono loro ad essere festeggiati, e sono loro i primi ai quali la torta deve piacere. In questa pasticceria dalla lunga tradizione vengono realizzate torte che accontentano tutti gli ambiti: estetico e culinario. E questo viene fatto utilizzando solo materie prime d’alta qualità.

La scelta è piuttosto ampia e può abbracciare sia le torte nuziali classiche, sia quelle in stile americano, che sono a più piani e decorate con creazioni in pasta di zucchero. Nuova Pasticceria sa che anche le torte per matrimonio seguono le mode, e per questo è sempre aggiornata sulle nuove tendenze.

Il significato della torta nuziale

Le tendenze, come accennato, cambiano nel tempo, ma la realizzazione delle torte nuziali è un qualcosa che viene tramandato dall’antica Grecia.

L’evoluzione di questo tipo di dolce ha portato, nell’Ottocento, alla realizzazione delle torte con copertura bianca, che stava a significare la purezza delle spose e, più in generale, erano un augurio di abbondanza e prosperità.

Oggi, il significato della torta nuziale si è ampliato e si è andato adeguando alle esigenze della modernità con torte classiche, shabby o colorate. La personalizzazione è la base di ogni desiderio per Nuova Pasticceria.

Le bomboniere, ultimo (e atteso) atto del matrimonio.

E’ l’ultimo atto, quello che chiude la cerimonia. Ed è l’unico elemento che non manca mai, dai matrimoni da mille e una notte alle più sobrie delle feste nuziali.

Si tratta delle bomboniere, vero e proprio elemento di commiato dagli invitati al proprio matrimonio.

La scelta in questo campo è vastissima, si va dagli oggetti funzionali ai più classici “souvenir di un giorno” che magari finiranno anche ad impolverarsi sulle mensole ma rappresenteranno comunque un ricordo imperituro di una coppa di amici, familiari, conoscenti che ha pronunciato il fatidico “si”.

La prima cosa da decidere per scegliere le bomboniere, come tutto del resto, è il budget disponibile, considerando che nella voce bomboniere per il Matrimonio dovrà essere calcolato anche il topper cake, le statuine da mettere sulla torta e che di fatto introducono alla consegna delle bomboniere e che sempre più spesso vengono scelte in abbinamento con le bomboniere.

Poi, occorre stabilire se si vuole optare per una o “funzionale” o che funga esclusivamente da “gingillo estetico” e souvenir.

Il consiglio è quello di immaginare che cosa si vuol trasmettere agli ospiti della cerimonia e rendere la bomboniera perfettamente in linea con quello che è stato individuato come il filo conduttore del proprio matrimonio.

L’unico errore da non compiere è quello di rimandare la scelta agli ultimi giorni.

Se si vuole una bomboniera esclusiva e personalizzata che lasci davvero il segno, occorre muoversi in tempo, per non arrivare con acqua alla gola a scegliere un pensiero massificato e industriale.

L’esclusività e l’hand made sono sempre più richiesti.

Ovviamente in questo caso occorre valutare i tempi.

La realizzazione di bomboniere personalizzate e fatte a mano richiede più tempo di fabbricazione e per questo non bisogna mai considerarlo un impegno marginale negli innumerevoli step organizzativi di una cerimonia nuziale.

E per chi ritenga, invece, la classica bomboniera sia un inutile orpello? Le soluzioni alternative non mancano.

Come quella di investire il budget previsto per l’acquisto delle bomboniere in beneficenza o per opere solidali e rendere partecipi i propri ospiti della scelta compiuta.

Magari non tutti gli invitati saranno felici, ma di certo da qualche parte nel mondo ci sarà qualcuno che vi ringrazierà.

Hilton Sorrento Palace, l’ albergo ricco di fascino affacciato sul Vesuvio.

Con vista sul centro di Sorrento e sul Golfo di Napoli, l’Hilton Sorrento Palace rappresenta una destinazione ricca di fascino durante tutto l’anno.

Le soluzioni di alloggio sono moderne e spaziose, dal design minimalista e contemporaneo.

L’offerta di soggiorno risponde a svariate richieste.

Le Camere vantano un balcone, un’area lavoro e la connessione internet ad alta velocità, le Guestrooms Plus, dispongono altresì di un balcone con vista mare, le Camere Executive attrezzate con salotto e area lavoro separate oltre allo splendido balcone affacciato sul golfo, le Suites infine dispongono di un ambiente deluxe, finemente arredato, di un bagno con doccia jet e vasca separate, dell’accesso internet wireless e all’elegante Settimo Club, con la prima colazione e drink gratuiti oltre a un balcone doppio sull’incantevole panorama.

La struttura offre anche un pronto servizio concierge, per ogni tipo di richiesta e prenotazione.

Da provare, per i soggiorni estivi, le sei vasche panoramiche della piscina esterna oppure, nel periodo invernale, la suggestiva piscina interna circondata da affreschi e colonne marmoree. A completare l’offerta relax e sport, l’attrezzata palestra, il campo da tennis/calcetto e il servizio Kids’ Club nel periodo estivo, a offrire sorveglianza professionale e attività ludiche concedendo un po’ di riposo anche ai genitori.

Gustatevi i piatti della cucina regionale campana presso il vivace Ristorante Sorrento, dove un’attenta lista di vini è pronta a valorizzare la tanto apprezzata arte culinaria locale.

All’esterno, a bordo piscina, è possibile degustare nel periodo estivo drink al bar oppure consumare un veloce pasto presso il Ristorante Pagoda che nel menù include anche pizza, risotti e sandwich.

L’Hilton Sorrento Palace è meta prediletta anche per conferenze e convegni di lavoro, con il suo Centro Congressi composto di 23 sale attrezzate (di cui tre auditorium) in grado di ospitare fino a 1500 ospiti e per ricevimenti, banchetti o matrimoni, con possibilità di ambienti esterni o interni.

Molte delle sale banchetti godono di luce naturale e suggestivo panorama sulla Baia di Napoli o lo spettacolare Agrumeto.

La Sala Le Ginestre, la piscina interna,  è una location eccezionale per una sfilata a bordo piscina o per un matrimonio.

Leggi Anche:

Il Filo di Arianna a Fontanarosa, abiti da sposa e bomboniere artigianali.

Riannodare tradizioni, esperienze e passioni sopite e rilanciarle nel mercato globale grazie al web.

Una storia di legami e di nuove sfide arriva da Fontanarosa, cuore dell’Irpinia laboriosa.

Una storia che si dipana tra i fili degli antichi mestieri e delle moderne tecnologie, tra i talenti della manualità e la cura del bello.

Il Filo di Arianna, bomboniere artigianali.

A scriverla due giovani donne, Gina e Arianna Di Fronzo, madre e figlia che hanno dato vita ad una fiorente attività artigianale nel settore della sartoria e delle creazioni per eventi mosse dal legame più profondo che possa esistere, quello che lega appunto una mamma alla propria figlia.

Il Filo di Arianna vede la luce in piena estate, nel 2014, da un’idea di Arianna Di Fronzo.

A motivarla, la sua passione per le creazioni artistiche e la voglia di mettersi in discussione nel suo paese natio, all’indomani della maturità classica.

Mancavano, però, tre elementi fondamentali per mettere in pratica le idee di Arianna: l’esperienza, la guida, la saggezza.

Sartoria artigianale a Fontanarosa.

In altre parole, le doti di mamma Gina che, in gioventù, si dilettava con ottimi risultati con ago e filo.

“Dopo vent’anni non avrei mai immaginato di ritrovarmi tra macchine per cucire, stoffe e fili colorati – confessa mamma Gina – . Mi sono lasciata convincere dall’entusiasmo di Arianna, dando il la ad un’avventura che ha la sua straordinarietà proprio nel nostro indissolubile legame”.

In pochi mesi i lavori sartoriali di Gina e le creazioni artigianali di Arianna seducono Fontanarosa e varcano i confini del paese.

Dalle zone  limitrofe, sempre più spesso, in tanti varcano l’arco in pietra della bottega delle due donne.

A colpire (e piacere) sono la fantasia e la qualità delle bomboniere per nascite, matrimoni, compleanni realizzate e ricamate nel laboratorio de Il Filo di Arianna a Fontanarosa.

Tutto realizzato in maniera assolutamente artigianale, dal disegno alla successiva applicazione su sacchetti, fiocchi, fiori in tessuto.

Bomboniere ed accessori per battesimi, comunioni e matrimoni in provincia di Avellino.

Con le sue mani Arianna Di Fronzo dà forma e vita ad ogni accessorio che può contribuire a rendere unico e fortemente personalizzato un evento speciale: dai segnaposto per la tavola ai runner, dalle bomboniere fatte a mano ai sacchetti portaconfetti e ai ricami sugli abiti.

Abiti che mamma Gina provvede a cucire personalmente, seguendo le tecniche artigianali di un tempo, quelle apprese nelle antiche sartorie tradizionali.

Oggi come allora, Il Filo di Arianna firma abiti da sposa e per cerimonia in provincia di Avellino, trasformando in una creazione unica gli input e le idee di chi, quell’abito, dovrà indossarlo per un’occasione speciale.

Da alcuni mesi, grazie al web e ai social network, i lavori di Gina e Arianna raccolgono consensi anche fuori dai confini provinciali, a testimonianza dell’appeal che la qualità e la tradizione artigianale del made in Irpinia sono in grado di riscuotere.

Per Informazioni

  • Il Filo di Arianna, via Municipio 1, Fontanarosa ( Avellino) Telefono 366 524 1612 –  Pagina facebook 

Leggi Anche 

Fotogallery

“Incantesimi”, quando la bomboniera di nozze è arte e creatività.

Quello delle bomboniere è un mondo in cui si rischia davvero di perdersi se non ci si affida a mani esperte.

Come quelle di Teresa Laudonia, titolare di Incantesimi, il primo negozio e-commerce irpino di bomboniere.

Incantesimi, da quando è nato, ha soddisfatto gli sposi e gli invitati al matrimonio di tutta Italia, avendo spesso ricevuto commesse non solo da Avellino e dalla Campania, ma da molte regioni italiane.

“La tendenza è quella di personalizzare topper cake e bomboniere – spiega Teresa Laudonia – si va dal semplice ricordino, per una spesa contenuta, a creazioni più elaborate, con specifiche richieste da parte dei convolanti a nozze”.

Per chi ama lasciare un segno è possibile creare una cornice personalizzata per foto, da consegnare agli invitati con la foto ricordo della torta, scattata con una polaroid e confezionata al momento.

Il vantaggio della personalizzazione, derivante dalla manifattura artigianale è che ogni bomboniera non sarà mai uguale all’altra, ma per garantirsi l’esclusiva e l’originalità occorre “prenotare almeno 60 giorni prima della cerimonia – spiega la creatrice di Incantesimi – soprattutto per gli oggetti più elaborati e che necessitano di una personalizzazione minuziosa”.

Tra le bomboniere più richieste, Incantesimi crea candele personalizzate o con la foto degli sposi o con una immagine o frase scelta da loro, portagioielli di terracotta decorati in porcellana fredda con soggetti personalizzati, portafoto con riproduzione degli sposini.

Tutti gli oggetti sono arricchiti da confezioni e confetti.

“Un altro capitolo ricco di sorprese della sezione bomboniere è rappresentato dalla vastissima gamma di segnaposto per i tavoli degli invitati”. Questi, generalmente abbinati alle bomboniere e realizzati sempre artigianalmente, possono variare dai gessetti profumati, alla calamita o portachiavi.

Vasta la proposta anche di Topper Cake:

“Si va dai classici sposini personalizzati secondo le richieste, riproducendo magari l’abito della cerimonia, ed anche le caratteristiche fisiche degli sposi novelli ai personaggi o soggetti a tema, secondo l’organizzazione del matrimonio. Non manca chi vuole riprodurre anche gli animali domestici, o magari vuole essere riprodotto sul topper con bandiera e sciarpa della squadra del cuore”.

Grandissima anche la richiesta di topper con sposini in divisa. A differenza di quelli creati con la pasta di zucchero, che col passare del tempo vanno incontro a deterioramento, i topper in porcellana fredda di Incantesimi, dopo aver assolto al ruolo di impreziosire la torta nuziale, diventeranno la bomboniera per gli sposi, e potranno essere conservati per sempre, si spera, a ricordo dell’evento.

Per quanto riguarda i costi, la spesa media si aggira intorno ai 15 euro, per la bomboniera, già confezionata con scatola, confetti e portaconfetti.

Per i topper si parte dai 50 euro per la coppia base di sposini fino ad incrementare il prezzo per ogni specifica personalizzazione richiesta.

Più economici i segnaposto, il cui costo varia dai due ai 4 euro.

Sposarsi ad Avellino: Matrimonio, istruzioni per l’uso.

Il giorno del fatidico “si” si avvicina. Emozioni, aspettative, sogni. E stress. Tanto stress.

Organizzare un matrimonio per una coppia è tra i momenti più significativi del proprio rapporto ma anche quello che può mettere lo stesso a dura prova.

Tra l’individuazione della Chiesa (per chi è cattolico) in cui celebrare il rito, scelta della location per il ricevimento, il catering a cui affidare la preparazione del banchetto, elenco degli invitati, prenotazione del viaggio di nozze, lista di nozze, acquisto degli abiti e quanto altro occorre a rendere quel giorno indimenticabile, c’è sempre il rischio che qualcosa sfugga o, peggio, che non soddisfi le attese.

I wedding planner

C’è chi per non lasciarsi sopraffare dallo stress e, soprattutto, evitare che qualcosa vada storto, si affida a professionisti del settore, i wedding planner, figure in grado di assistere gli sposi in tutto il percorso che conduce al matrimonio.

Ma in tanti ancora preferiscono il fai da te, nel rispetto della tradizione e del desiderio di rendere il giorno più bello della propria vita perfettamente aderente alle proprie aspettative e ai propri gusti.

Sono davvero tante le cose da fare (e da ricordare) quando si pianifica un matrimonio.

Nozze e Burocrazia

A cominciare dagli aspetti burocratici che costituiscono il primo passo. Informarsi per tempo aiuta a non commettere errori.

I parroci (o i ministri di culto) e gli uffici preposti dei comuni sono la prima interfaccia a cui devono rivolgersi i futuri sposi.

In Italia sono riconosciuti due tipi di matrimonio, quello civile e quello religioso con effetti civili.

Nozze Civili

Il primo passo da compiere è quello di recarsi presso l’ufficio matrimoni del comune di residenza di uno dei due nubendi per manifestare la volontà di contrarre matrimonio.

L’ufficiale di stato civile provvederà a verificare lo stato libero dei due futuri sposi e fisserà una data per avviare la procedura del Consenso, la cosiddetta Promessa di matrimonio.

In pratica il Comune accerta la volontà di contrarre matrimonio (non è necessaria la presenza di testimoni) e predispone le Pubblicazioni, che saranno esposte nella casa comunale di residenza di entrambi i futuri coniugi per otto giorni consecutivi.

La funzione delle pubblicazioni è quella di rendere pubblica la volontà dei contraenti e verificare che non ci siano opposizioni o impedimenti.

Trascorso il tempo previsto, l’ufficiale di stato civile rilascia il nulla osta e, entro i 180 giorni successivi, sarà possibile celebrare le nozze.

Se gli sposi intendono celebrare matrimonio religioso, verrà loro rilasciato un certificato di avvenute pubblicazioni civili che dovrà essere consegnato al parroco o al ministro di culto.

Matrimonio Religioso

Per il matrimonio cattolico esistono anche altri certificati da richiedere e presentare.

Innanzitutto il certificato di battesimo e di cresima, che possono essere reperiti nelle chiese in cui sono stati somministrati i sacramenti.

Se, poi, si intende sposarsi in una chiesa diversa da quella di appartenenza, il proprio parroco dovrà rilasciare un nulla osta che, insieme alle pubblicazioni civili e al certificato contestuale rilasciato dal Comune (nascita, residenza e cittadinanza) dovrà essere consegnato al parroco della chiesa in cui ci si vuole unire in matrimonio.

Per chi intende procedere con il rito cattolico è necessario produrre anche il certificato che attesti la frequenza del corso prematrimoniale.

Con questi documenti, il parroco fisserà la data per il rito del consenso religioso, dopo di che saranno predisposte le pubblicazioni religiose da consegnare sia al Comune che alle parrocchie di appartenenza dei due nubendi (se diverse da quelle in cui ci si vuol sposare).

Se al termine di questo iter, ancora è vostra intenzione unirvi in matrimonio, sappiate che… siete solo all’inizio!