Archivi categoria: Salute e Benessere

Soffri di Ipertensione ? Mangia Lupini e Cioccolato amaro.

Gli amanti del cioccolato (amaro) ringrazieranno: anche il cacao è stato eletto tra gli alimenti che possono avere effetti benefici sulla salute in base ai risultati del III Congresso Nazionale della Società Italiana di Nutraceutica (SINut) che si è svolto a Milano.

I cibinutraceutici” possono agire sull’organismo umano alla pari di medicine vere e proprie, nonostante non si sostituiscano a essi ma possano comunque servire per prevenzione e trattamento di patologie moderate.

Tra questi il cacao avrebbe proprietà utili a contrastare l’ipertensione, favorire la dilatazione delle coronarie e tenere a bada il livello di colesterolo.

Come spiegato dal presidente della Società Italiana di Nutraceutica durante il Congresso, Cesare Sirtori, dovrebbe giungere sul mercato a gennaio 2013 un prodotto contenente 10 grammi di cacao e 200 milligrammi di flavonoli che, preso una volta al giorno, potrebbe tenere a bada la pressione alta.

Anche il lupino è stato preso in analisi per i suoi benefici sulla salute, in quanto conterebbe elementi proteici che potrebbero condurre alla produzione di pillole per l’ipertensione, nonché abbia effetti positivi su colesterolo e diabete.

Il termine Nutraceutica, nato dalla fusione delle parole “nutrizione” e “farmaceutica”, studia proprio la combinazione tra le proprietà farmaceutiche e nutritive degli alimenti, e rappresenta uno dei settori in crescita visti i trend positivi che lo caratterizzano.

Ti fai le Canne ? Attento ai danni della marijuana al cervello.

Declino neurologico e quoziente d’intelligenza ridotto in modo irreversibile: questi i risultati di un uso precoce di cannabis pubblicati sulla rivista scientifica PNAS in seguito a uno studio coordinato da Madeline Meier della Duke University di Durham, in North Carolina.

L’analisi è stata condotta su più di mille persone nate nel biennio 1972-1973 in Nuova Zelanda, a Dunedin, seguite poi fino ai 38 anni. Giunti a questa età, tutti i partecipanti sono stati sottoposti a una serie di test psicologici per misurare velocità di elaborazione, memoria e ragionamento.

Le conclusioni a cui il team di studio è giunto sono piuttosto chiare: il quoziente d’intelligenza di coloro che avevano assunto cannabis durante l’adolescenza si è ridotto in modo irreversibile rispetto a quello dei coetanei che non l’avevano fatto (un punteggio QI medio di 8 punti in meno).

Le persone dipendenti dalla marijuana e che ne avevano fatto uso con costanza prima dei 18 anni hanno ottenuto punteggi notevolmente scarsi sulla maggior parte dei test somministrati.

Come dichiarato sul sito del The New York Times dalla dottoressa Madeline Meier: “I consumatori di cannabis che iniziano da adolescenti hanno mostrato un declino significativo del QI, e un uso più continuativo è associato a un maggiore declino. Sappiamo infatti che ci sono cambiamenti evolutivi che si verificano negli anni dell’adolescenza e verso i 20 anni di età, e il cervello può essere particolarmente vulnerabile in quel periodo”.

Esercizi di Bioenergetica a Roma per liberarsi dallo stress.

Scopo degli esercizi bioenergetici è aiutare ad entrare in più profondo contatto col proprio corpo: accrescendo le sensazioni in esso, divenendo consapevoli delle tensioni muscolari e lavorando sul movimento e sulla respirazione in modo graduale per favorirne il rilascio. Sbloccare l’energia intrappolata nel corpo dalle attività e dalle esperienze stressanti, riporta la possibilità di vivere in contatto con la naturale vitalità propria di ogni essere umano, aumentando anche l’apertura ai vissuti di piacere e di benessere sia ad un livello muscolare che emozionale. Gli esercizi di bioenergetica non sono mai svolti come un’attività meccanica, piuttosto si concentrano sempre sul rispetto del sentire corporeo.

Assunto base della tecnica relativa a questi esercizi è che, dove c’è energia libera e libero sentire, vi seguiranno movimenti pieni di grazia, e fondamentale a questa grazia è il lavoro sul grounding, ossia con il radicamento alla realtà. Gli Esercizi di Bioenergetica si rivolgono a tutti coloro che, non avendo gravi patologie psico-fisiche, desiderano approfondire il rapporto col proprio corpo, aumentandone il senso di vitalità, di benessere e di piacere.

Gli Esercizi di Bioenergetica, si svolgono presso Psicoluce in Via Apuania, 13 – Roma (zona Piazza Bologna). Gli incontri hanno cadenza settimanale, tutti i lunedì dalle ore 19 alle ore 20 dal primo lunedì di ottobre 2012. IL 1° INCONTRO è GRATUITO – Per informazioni  320.9003153

Sesso e Salute: arriva il “Pillolo”, la pillola anticoncezionale per gli uomini

E’ il sogno di tutti i maschi. Fare sesso senza il rischio di una gravidanza.per viverlo senza stress.

Ci sarebbe il problema delle malattie ma quello è un altro serio discorso.

Su internet sono migliaia le ricerche con la parola chiave “pillola per uomini” adesso secondo le ultime notizie sembra quasi che sia in arrivo il famoso e già denominato “pillolo”.

Sui topi funziona ! Ma cos’è?

In seguito a una ricerca pubblicata sulla rivista “Cell” e coordinata dall’Istituto Dana-Faber e dal Baylor College of Medicine (Usa), si potrebbe presupporre uno sviluppo di contraccettivi maschili.

Un composto sperimentato attualmente solo sui topi ha dimostrato la capacità di interrompere la fertilità del maschio senza provocare conseguenze sui suoi comportamenti sessuali.

JQ1 è il nome della molecola che, attraversando le pareti dei tessuti sanguigni presenti nei testicoli, può interrompere momentaneamente la spermatogenesi, ovvero il processo tramite cui si sviluppa lo sperma.

La ripresa della formazione degli spermatozoi avviene a fine trattamento e non sono state riscontrate modifiche nel comportamento dei maschi né danni alla salute della prole nata a conclusione della terapia.

La molecola è stata testata in oltre 350 laboratori in tutto il mondo, ma la suddetta terapia deve ancora essere sperimentata sull’essere umano. Se si dovessero raggiungere i medesimi risultati positivi, questa sarebbe la versione al maschile della pillola contraccettiva.

Dieta Mediterranea per combattere il caldo

Cosa mangiare durante l’Estate ? Ecco i consigli elaborati dagli esperti del Ministero della Salute Italiano.

Il Ministero della Salute ha pubblicato il Decalogo alimentazione estate 2012, con dieci preziosi consigli per un’alimentazione sicura e corretta in un periodo, quale quello estivo, caratterizzato da abitudini alimentari differenti rispetto al resto dell’anno.

Dieta mediterranea fa rima con benessere

La dieta suggerita dagli esperti prevede prima di tutto, di rispettare quotidianamente il numero dei pasti e gli orari di assunzione degli stessi, soprattutto in estate quando i ritmi della giornata subiscono di frequente notevoli cambiamenti.

Il benessere inizia dal mattino

In particolare ricordare di fare sempre la prima colazione, spesso sottovalutata, ma al contrario da considerare il pasto più importante per affrontare al meglio la giornata.Aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione, accompagnate da yogurt, ottimo spuntino fresco.

Lo yogurt. alimento perfetto per combattere il caldo, è un potente alleato contro le alte temperature per i suoi benefici nutrizionali e il suo potere rinfrescante. In particolare sia quando il caldo facilita l’inappetenza, che quando aumentano i pasti irregolari e fuori casa e l’attenzione all’equilibrio tra calorie e nutrienti cala, lo yogurt puo’ rivelarsi la giusta soluzione.

Il Decalogo degli esperti

Il decalogo consiglia ancora di variare gli alimenti anche nei colori (maggiormente si variano i colori, più completa risulta la loro assunzione); di moderare il consumo di piatti elaborati o ricchi di grassi, in quanto l’organismo consuma meno energia con il caldo; di prediligere cibi ricchi di acqua e facilmente digeribili (soprattutto durante le cosiddette “colazioni a sacco”); di consumare gelato o frullati di frutta quali utili alternative a pasti di metà giornata.

Ancora, evitare i pasti completi (primo, secondo, contorno), prediligendo magari un piatto unico; utilizzare poco sale preferendo comunque il sale iodato (per prevenire anche problemi legati alla tiroide); rispettare le modalità di conservazione degli alimenti, stando bene attenti agli sbalzi termici dovuti al grande caldo.

Il quadro dietetico si chiude con il consiglio di bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno (si ricordi che con il caldo e la sudorazione si perdono grandi quantità di sali minerali), riducendo l’assunzione di bevande con zuccheri aggiunti e mediamente alcoliche, ed evitando quelle ad alto contenuto alcolico.

 

 

Epo: cos’è ? Un ormone utile ma pericoloso come doping ematico.

Le Olimpiadi di Londra 2012 ne hanno riacceso l’interesse. La positività all’Epo del marciatore olimpionico italiano della 50 km, Alex Schwazer (oro olimpico a Pechino 2008), ha decretato l’esclusione dell’atleta dalla competizione e ha riportato alla ribalta il discorso inerente questo ormone che può avere effetti molto rischiosi.

L’eritropoietina (Epo) è un ormone prodotto principalmente dai reni (e in misura minore da fegato e cervello) che agisce a livello del midollo osseo nella regolazione della produzione dei globuli rossi. E’ prodotto anche in laboratorio, utilizzato come farmaco, per curare anemie in pazienti effetti da malattie del sangue o dei reni, o ancora per permettere un più rapido recupero in seguito a trattamenti di chemioterapia nei pazienti affetti da cancro.

A parte un produttivo utilizzo medico, l’Epo viene anche utilizzato nella sua veste (negativa) di doping ematico. In particolare nelle specialità sportive che necessitano sforzi prolungati, come le maratone o il ciclismo, la sua assunzione assicura un maggiore afflusso di ossigeno nel sangue con un incremento in termini di energia per le prestazioni atletiche di lunga durata. Oltre a rappresentare una forma di doping, l’Epo comporta anche elevati rischi di ictus, infarto al miocardio e trombosi in quanto aumenta la viscosità del sangue.

E gli oncologi non escludono che un suo utilizzo a lungo termine provochi possibili gravi danni al midollo osseo o tumori ematologici.

 

Che caldo ! Ecco tutti i rimedi per combattere l’afa

I consigli per combattere il grande caldo e affrontare con maggiore facilità le alte temperature sono presenti in un decalogo “anti-caldo” stilato dalla Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale (Fimmg).

Si consiglia di puntare sui rimedi naturali senza utilizzare in maniera eccessiva quelli artificiali. In modo particolare l’aria condizionata che può provocare spiacevoli effetti negativi.

I suggerimenti, articolati in dieci punti, spaziano dalle raccomandazioni alimentari fino a quelle più pratiche. Evitare di uscire nella fascia oraria dalle ore 11 alle ore 16, soprattutto per le persone anziane e affette da patologie cardiache.

Mangiare molta frutta e verdura, moderando invece il consumo di carne e l’assunzione di grassi.

Bere almeno due litri di acqua al giorno, evitando invece bevande alcoliche. In casa o negli ambienti pubblici, moderare l’utilizzo del condizionatore preferendo l’azione meno aggressiva del deumidificatore o ventilando in modo naturale i locali.

Controllare l’esposizione diretta al sole, evitando di effettuare attività sportive troppo intense.

Vestirsi, inoltre, con indumenti comodi, larghi e di tessuti naturali aiuta la traspirazione del corpo ed evita una percezione maggiore del caldo.