Archivi categoria: Viaggi e Turismo

Alessio Boni in giro per l’Irpinia testa “IL MULINO EXPERIENCE” della luxury country house di Sturno.

“Il Mulino Experience” è un invito alla scoperta della bellezza dell’Irpinia, della sua natura, dei suoi borghi, dell’arte diffusa, della buona tavola, delle eccellenze enogastronomiche.

Ma anche un percorso benessere, per rigenerarsi e prendersi cura di sé, coccolati da un team di professionisti pronto a rendere unica l’esperienza di soggiorno.

«Esclusività e selezione: alle esigenze post pandemiche rispondiamo con nuove idee e la solita cura dei particolari – spiega Gianfranco Testa – . Chi sceglie la nostra luxury country house, da oggi sa di poter contare non solo su chalet accoglienti lontani dal caos e assembramenti, su una cucina ricercata e realmente a km 0, ma anche di poter scegliere come vivere al meglio il suo tempo libero in base ad interessi, propensioni e curiosità».

Alessio Boni ed il maître Lucio Cammisa

Tra i primi a toccare con mano l’esperienza di un soggiorno in Irpinia dal sapore unico è stato il popolare attore Alessio Boni, che ha scelto “Il Mulino della Signora” per ricaricare le batterie dopo le prime giornate di ripresa de “Il Perdono”, il cortometraggio prodotto da Irpinia Film Commission e diretto da Roberto Flammia dedicato alla controversa vita di Carlo Gesualdo da Venosa, il principe madrigalista.

Alessio Boni, che nel film le cui riprese sono in corso nella vicina Gesualdo interpreta il ruolo del principe di Venosa, ha trascorso un intero week end tra gli oltre 33mila metri quadrati di piante ed uliveti curati da Gianfranco Testa, apprezzando le delicate attenzioni rivolte a tutti gli ospiti.

Una circostanza che l’attore bergamasco ha sottolineato con un messaggio rivolto allo staff de “Il Mulino della Signora”, in cui ha esaltato l’accoglienza ricevuta che – ha voluto ricordare – «è la più alta civiltà di un popolo».

Il Mulino Experience” strizza l’occhio a chi è attratto da percorsi naturalistici, tra il verde delle colline e le trasparenze delle acque sorgive, dalla ricerca dell’artigianato artistico più antico ed autentico, dalla curiosità di conoscere come nasce un olio extravergine di oliva in purezza, un vino docg o un formaggio interamente prodotto senza l’ausilio di macchine.

Si tratta di un modo per rilanciare le quotazioni del brand “Irpinia” attraverso una testimonianza diretta di quel genius loci che identifica quest’angolo di territorio con le sue tipicità, la sua natura e le sue tradizioni.

Il Mulino della signora, agriturismo di lusso in provincia di Avellino

Una testimonianza che Gianfranco Testa, patron della luxury country house “Il Mulino della Signora” di Sturno, rilancia, in occasione della ripresa delle attività dopo la chiusura forzata dovuto alla pandemia, proprio con “Il Mulino Experience”, un ventaglio di opportunità cucite su misura sulle passioni e gli interessi di quanti si rivolgono alla struttura di Sturno per vivere momenti di relax.

Qualche esempio? Al momento della prenotazione, sarà possibile richiedere di partecipare a giornate dedicate allo yoga o al fitness che si terranno, in una palestra naturale all’aperto tra alberi ombreggianti e piante aromatiche, sotto la guida attenta di professionisti.

O anche affidarsi a guide turistiche esperte per andare a conoscere il fil rouge che tiene insieme da secoli le comunità di quest’angolo d’Irpinia i cui borghi trasudano arte e raccontano di avvincenti storie di amori, lotte e conquiste.  

«Perché vivere l’Irpinia – conclude Gianfranco Testa – non può essere solo un pasto abbondante e saporito, ma vivere un’esperienza da ricorda, raccontare e possibilmente voler rifare».    

E tempo di prenotare le vacanze al mare in Italia, ecco qualche idea su dove andare.

Per molti italiani le vacanze al mare fanno rima con relax, benessere, sole e drink in spiaggia. Quella da trascorrere in una località balneare è la tipologia di vacanza più richiesta, sia presso le agenzie di viaggio che via internet.

In questo panorama un ruolo importante lo svolge proprio l’Italia che, con i suoi circa 5000 chilometri di costa balenabili offre una molteplicità di occasioni a chi ha già messo in valigia pinne, fucile ed occhiali.

E quando arriva il momento di prenotare le vacanze al mare in Italia a fare la parte del leone sono soprattutto le due isole maggiori, la Sicilia e la Sardegna.

La Sicilia, con i suoi scenari multiforme e multicolore, dalla costa rocciosa e frastagliata settentrionale a quella sabbiosa e desertica meridionale, può offrire al villeggiante, oltre alle acque cristalline dei suoi mari, anche notevoli spunti di carattere storico, artistico ed archeologico.

Basti pensare alla Valle dei Templi di Agrigento o al bellissimo Barocco ragusano senza tralasciare l’arte bizantina di Palermo.

La Sardegna, invece, è la meta privilegiata del cosiddetto turismo vip, quello che alle calette di sabbia bianca e rosa vuole abbinare la vita mondana, ad esempio, di Porto Cervo e di tutta la Costa Smeralda.

L’esclusività è un po’ il leitmotiv anche delle altre isole italiane: da Capri a Ischia, da Ponza all’isola d’Elba, da Stromboli a Panarea, passando per Favignana, Lampedusa e Pantelleria, tanti piccoli paradisi in cui la natura sembra aver realizzato i suoi capolavori.

Naturalmente, però, non sono solo le isole ad attirare turisti. Vere e proprie perle sono dislocate un po’ lungo tutto lo Stivale.

A cominciare dalle Cinque Terre in Liguria, passando per la Versilia e proseguendo verso sud, sempre sulla sponda del Tirreno, lungo la costa pontina, il Circeo, la Costiera Amalfitana, il Cilento e la Calabria.

Volendo effettuare un viaggio a ritroso, questa volta toccando però le sponde ioniche e adriatiche, impossibile non soffermarsi lungo la costa lucana o quella salentina, continuando attraverso il Gargano, il litorale abruzzese e la Riviera del Conero.

Discorso a parte merita la Riviera romagnola che, va detto ad onor del vero, a fronte di bellezze naturali non certo di primo livello, è forse unica nell’offerta di alternative per il tempo libero.

Non è un caso che, sin dagli anni del primo dopoguerra, centri come Rimini, Riccione e Cesenatico siano stati eletti come località turistiche per eccellenza da tedeschi, inglesi e scandinavi che, ancora oggi, ogni estate contribuiscono ad alimentare il mito della Riviera quale terra di conquista sentimentale.

Fin qui un po’ di sano patriottismo. Splendidi scenari marini che meritano di essere visitati sono, naturalmente, presenti anche all’estero.

In Europa la Grecia con le sue centinaia di isole, la Croazia e la Spagna, con la Costa del Sol e la Costa Brava, sono ogni anno tra le mete preferite soprattutto da un pubblico giovane.

Tra gli itinerari esotici, invece, quelli che vanno per la maggiore puntano sulle isole caraibiche, Cuba, Santo Domingo, ma anche Maldive, Mauritius e Seychelles fino alle più vicine Sharm-el-Sheik e Djerba

Per gli italiani, le vacanze al mare sono sinonimo di benessere e relax.

Tutti al mare a mostrar le chiappe chiare… L’irriverente refrain che fu portato al successo nel 1956 da Franca Raimondi al Festival di Sanremo è divenuto, negli anni, con l’approssimarsi delle vacanze al mare, la colonna sonora ideale di tutti gli italiani.

In esso è racchiusa la voglia di evasione, di trasgressione, il desiderio di fuggire dalla vita di tutti i giorni per lasciarsi andare ad un periodo, più o meno lungo, di meritato riposo.

Quando si parla di vacanza, naturalmente, il pensiero corre subito all’estate, alla stagione delle vacanze al mare per eccellenza dedicata alle ferie, alla pausa lavorativa, al riposo.

Non a caso il sostantivo vacanza, oggi unanimemente riconosciuto come sinonimo di svago e relax, trae origine dal latino vacatio, vuoto, termine che stava a significare l’assenza di un qualcosa di importante.

Il “vuoto” in contrapposizione al “pieno” inteso come impegni, scadenze, problemi si è trasformato in quello che per tutti è forse il momento più atteso dell’anno.

Anche se diciamo la verità al mare o in montagna, al lago o in campagna, in Italia o all’estero poco importa purché ci si tuffi in una realtà lontana, non solo fisicamente, dalla quotidianità

Il primo assaggio di quella che sarà la vacanza vera e propria comincia con la fase della programmazione: la scelta della tipologia, della meta, della compagnia. 

Il ventaglio di opzioni è sempre più ricco dalla vacanze relax a quelle vacanze veramente bestiali così come le fonti da cui trarre ispirazione. Il web, con la sua immediatezza e completezza, costituisce ormai il primo approccio quasi per tutti.

Un buon sito web dedicato al turismo è in grado di soddisfare ogni richiesta e di far conoscere in tempo reale pregi e difetti di ogni località turistica oltre ad offrire la possibilità di effettuare la prenotazione restando comodamente seduti alla scrivania di casa o dell’ufficio.

Ad arrendersi a questa realtà (che, a ben vedere, di virtuale, inteso come sinonimo di non concreto, ha ben poco) sono le stesse agenzie di viaggio tradizionali, un tempo dispensatrici di suggerimenti ed idee ed oggi relegate, purtroppo, a mero ruolo di intermediarie tra domanda ed offerta.

E così per gli amanti dell’Italia, e del suo mare in particolare, è facile scoprire, ad esempio, le migliori turistiche online  proposte dai villaggi turistici e dagli hotel, senza dimenticare che è possibile trascorrere qualche giorno di vacanza in piena libertà scegliendo tra uno dei tanti bed & breakfast o andando alla ricerca dell’appartamento che più soddisfa le proprie esigenze.

Tra fotosafari ed escursioni fotografiche nei parchi nazionali e nelle riserve, la vacanza è proprio bestiale.

Uccelli, pesci, mammiferi, insetti, in volo, a nuoto o di corsa. Ad ogni latitudine, per tutte le tasche, per ogni gusto. La natura è la più grande attrazione turistica sul pianeta occasione spettacolare per fotosafari quando animali di ogni dimensione ed indole si danno periodico appuntamento nei posti più disparati del globo.

Sapere in anticipo dove e quando ci saranno le più straordinarie convention di esemplari del mondo animale, può essere un ottimo diario di viaggio.

Armati di Fotocamera, binocolo e di una buona dose di spirito di adattamento immergiti nella natura e prenota una vacanza assolutamente bestiale.

Dal meraviglioso mondo delle Farfalle a quello misterioso dei pipistrelli.

Per chi ama i colori e la magia delle farfalle consigliamo di prenotare sul far dell’autunno un soggiorno ad Angangueo, in Messico, come punto di partenza per la Riserva della farfalla monarca.

Per rimanere con il naso all’insù, questa volta, magari tappandoselo, consigliamo di recarsi in Malaysia, in Borneo, presso il parco nazionale di Gunung Mulu, patrimonio dell’UNESCO.

Qui, anche se siamo lontani dall’Ungheria, il volatile caro a Dracula, sul far della sera si da appuntamento per un lauto banchetto di insetti. I commensali sono circa tre milioni e disegnano vere e proprie scie nerastre lunghe diversi chilometri. Bungalow e ostelli ed un albergo a 5 stelle sono a disposizione dei visitatori, che dovranno anche sopportare l’odore nauseabondo di milioni di esseri che dopo aver pranzato, ovviamente smaltiscono.

Sempre nelle ore del crepuscolo nelle paludi di Westhay moor poco distante da Glanstobury, sono gli storni a dare spettacolo.

Nubi nere si muovono a velocità impressionante, lasciando senza fiato gli osservatori.

In Sud Africa, la convention annuale delle sardine.

Il regno della fauna marina è un altro spettacolo da non perdere. Qui le dimensioni contano poco.

In Sud Africa sono le sardine, tra maggio e luglio, ma senza cadenza precisa a radunarsi. Diversi milioni di pescetti zampillano e guizzano lungo la costa del Kwazulu-Natal, si consiglia di nuotarvi in mezzo per apprezzare lo spettacolo.

In Argentina, la patria delle orche e dei pinguini.

In Argentina, nei pressi della penisola di Valdes, sconsigliamo la pratica del nuoto, perché in questo caso il raduno vede protagonista l’orca.

Purtroppo, la scena è più macabra, perché questi grossi mammiferi, tra febbraio ed aprile, sfruttando come abili surfisti, le onde dell’oceano, brandiscono i cuccioli di leone marino per cibarsi e poi farsi ritrasportare in mare. Chi di loro non è pronta a rientrare rimane fatalmente arenata.
 
Lo spettacolo più ridicolo è divertente è quello dei pinguini. I piccoli “mamozietti” in smoking si ritrovano in Georgia del Sud Argentina. Ne vale la pena, non solo per lo spettacolo di questi mammiferi ciondolanti che cantano e si corteggiano.

Ushuaia, punto di partenza per la gita a caccia di pinguini è ormai una meta frequente per chi vuole avere idea della natura selvaggia ed estrema. Detiene un latro record, è la città (60 mila abitanti) più a Sud del mondo e nonostante la latitudine, ha clima mite con inverni intorno agli zero gradi ed estati freschissime.

Qui consigliamo anche una visita al museo della Fine del Mondo ed al faro di san Juan de Salvamento, narrato anche da Verne.

Chi vuole diversificare il viaggio, nei pressi di Ushuaia può anche divertirsi a sciare, a due passi dal Polo Sud.

Ritornando a parlare di animali, cambiando genere, si passa alle riunioni di mammiferi a quattro zampe da terraferma.

Fotosafari In Africa: tra coccodrilli, zebre, elefanti ecco il regno del leone.

In Africa l’appuntamento per una grande fotosafari è fissato tra maggio e luglio presso il parco nazionale del Serengeti, in Tanzania. Un milione di gnu bianchi attraversa il fiume Grumeti, tentando di farla franca dalle fauci dei coccodrilli.

Insieme agli gnu si possono scorgere zebre e altri mammiferi.

Nello Sri Lanka, il palcoscenico è tutto per i pachidermi che si tuffano in trecento nel bacino del Minneriya. Visite guidate in jeep vengono organizzate tra agosto e settembre.

Affidatevi invece alla fortuna, per assistere al banchetto acquatico degli orsi bruni d’Alaska. Tra giugno ed agosto potreste essere i vincitori dei dieci permessi vista messi in palio dalla Wildlife.

Solo dieci fortunati all’anno possono accedere allo spettacolo.

Le prenotazioni dei traghetti online a portata di tutti con un click.

Il mare costituisce una delle prime vie di comunicazione conosciute e sfruttate dall’uomo. In particolar modo in Italia, dove il suo popolo di navigatori ha scritto, proprio solcando le acque, importanti pagine di storia. Basti pensare a Cristoforo Colombo, Magellano, Amerigo Vespucci o Marco Polo per capire quanto l’umanità debba a quegli uomini che proprio sfruttando le rotte marine seppero stabilire contatti con il mondo.

Proprio per la sua posizione strategica all’interno del bacino del Mediterraneo, l’Italia ha sempre sfruttato al meglio le sue relazioni via mare dando vita a quelle che possono essere considerate delle vere e proprie autostrade marine grazie anche alla presenza di quelli che sono considerati i cantieri navali più importanti al mondo, in grado di varare mezzi sempre più moderni e all’avanguardia.

Oggi sono decine e decine le rotte dei traghetti prenotabili tranquillamente on line che partono dai porti italiani per raggiungere la maggior parte dei Paesi costieri europei ed extraeuropei.

Dai porti dell’Adriatico salpano quotidianamente traghetti e navi dirette in Grecia, Dalmazia, Croazia ed Albania, da quelli del Tirreno quelle che fanno rotta verso la Spagna, la Francia e la Tunisia.

Inutile, poi, ricordare gli spostamenti interni, quelli per le isole maggiori, la Sicilia e la Sardegna, e quelli per gli affascinanti arcipelaghi disseminati lungo la penisola, da quello toscano a quello campano, dall’Eolie alle Egadi fino alle Tremiti.

Il potenziamento della rete via mare ha fatto sì che gli stessi traghetti impegnati lungo le tratte fossero sempre più moderni ed equipaggiati, facendo concorrenza alle navi da crociera per comfort, sicurezza e qualità dei servizi.

Naturalmente, in un quadro in continuo progresso, anche il trasporto navale ha usufruito di quei benefit che solo un’altra rete, quella del web, è in grado di offrire.

Prenotazioni Traghetti online

Lo sviluppo del fenomeno del booking on line, vale a dire della prenotazione dei biglietti via internet, ha prodotto l’effetto di decongestionare le lunghe file che bisognava sobbarcarsi in agenzia o al molo al momento dell’imbarco.

Ormai basta un clic del mouse per opzionare la destinazione del proprio viaggio, scegliere il posto migliore e ricevere, direttamente a casa tramite un’e-mail, il biglietto.

Le migliori spiagge della Campania nel 2021 con la Bandiera blu.

Con una assegnazione in più rispetto allo scorso anno, la Campania si conferma tra le regioni costiere italiane con le spiagge il maggior numero di Bandiere Blu.

Nel 2021 sono 19 i comuni della Campania le cui spiagge sono state insignite del titolo di “Bandiere Blu Campania”, il riconoscimento internazionale assegnato dalla “Foundation for Environmental Education”, che premia non solo la qualità delle acque di balneazione, ma anche il turismo sostenibile, la gestione attenta dei rifiuti e la valorizzazione delle aree naturalistiche.

I dati che vengono utilizzati si basano sui prelievi delle acque fatte dall’ Arpa, “Agenzia regionale per la protezione ambientale”.

La Campania conferma il suo mare blu anche nel 2021.

Hanno raggiunto quota 416 le Bandiere Blu assegnate alle spiagge in Italia, distribuite su 201 comuni, contro le 405 indicazioni dello scorso anno.

Un elemento di grande orgoglio per la balneazione nazionale, da sempre riferimento di grande fascino per un turismo straniero che continua ad approdare.

Leggi anche

Le spiagge con le bandiere Blu in Campania

Di queste, diciannove sono le migliori spiagge della Campania, che si conferma al terzo posto in Italia tra le regioni con il maggior numero di spiagge sostenibili alle spalle di Liguria e Toscana,  di cui la stragrande maggioranza parte facenti parte del territorio di Salerno e della costa sorrentina.

Tra le “Bandiere Blu Campania” troviamo la spiaggia di Ispani, che va così ad arricchire ulteriormente la costa cilentana.

Leggendo i nomi e osservando la cartina geografica, è infatti facile osservare come la maggior parte delle eccellenze balneari campane sia raggruppata in un lembo di terra molto ristretto.

Restano un po’ fuori dai giochi, invece, le spiagge ubicate a settentrione del capoluogo partenopeo e quelle appartenenti al litorale casertano che vengono lasciate fuori dalla classifica.

Le migliori spiagge di Napoli.

Tra le spiagge “Bandiere Blu Campania” fa la sua parte anche la provincia di Napoli, seppure il mare giudicato migliore sia concentrato tra le coste di Sorrento e Capri.

In provincia di Napoli possono fregiarsi del titolo:

  • Anacapri: Punta Carena, Gradola, Grotta Azzurra. 
  • Massa Lubrense – Baia delle Sirene, Marina del Cantone, Marina di Puolo, Recommone.
  • Piano di Sorrento: Marina di Cassano. 
  • Sorrento: San Francesco, Marina grande.

Le migliori spiagge di Salerno “Bandiere Blu Campania”.

Parlando in particolare delle località facenti parte del territorio salernitano del Cilento, è possibile constatare come esse si susseguano una dietro l’altra.

Le migliori spiagge del Cilento.

Bandiere Blu Campania: Palinuro.

Facile dedurre come questa costa possa rappresentare, dal punto di vista ambientale, balneare e non solo, un luogo molto rinomato in Italia per il settore.

In provincia di Salerno possono fregiarsi del titolo delle “Bandiere blu Campania”:

  • Agropoli: Torre San Marco, Trentova, Spiaggia Libera Porto, Lungomare San Marco.
  • Ascea: Piana di Velia, Torre del Telegrafo, Marina di Ascea.
  • Casal Velino: Lungomare/Isola, Dominella/Torre.
  • Castellabate: Lago Tresino, Marina Piccola, Cala Pozzillo/San Marco, Punta Inferno, Baia Ogliastro. 
  • Capaccio: Licinella, Torre di Paestum, Foce Acqua dei Ranci.
  • Centola – Marinella, Palinuro (Porto/Dune/Saline).
  • Ispani: Capitello .
  • Montecorice: San Nicola, Baia Arena, Spiaggia Agnone, Spiaggia Capitello.
  • Pisciotta: Ficaiola, Torraca, Gabella, Pietracciaio, Fosso della Marina, Marina Acquabianca.
  • Pollica: Acciaroli, Pioppi.
  • Positano: Spiaggia Arienzo, Spiaggia Fornillo, Spiaggia Grande.
  • San Mauro Cilento: Mezzatorre.
  • Sapri: Cammarelle, San Giorgio.
  • Vibonati: Villammare, Santa Maria Le Piane, Oliveto.

I migliori porti turistici in Campania.

Porto turistico di Agropoli

Alle 19 Bandiere Blu della Campania 2021, vanno poi aggiunti i 10 approdi che hanno ricevuto dalla giuria la speciale segnalazione.

Migliori Porti Turistici di Napoli.

Si tratta, per la provincia di Napoli, di Sudcantieri (Pozzuoli), Porto Turistico di Capri (Capri), Yachting Santa Margherita (Procida) e Porto degli Aragonesi (Casamicciola, Ischia).

Migliori Porti Turistici di Salerno.

In provincia di Salerno, invece, segnalazione per Marina d’Arechi (Salerno), Porto turistico di Agropoli (Agropoli), Marina di Casal Velino (Casal Velino), Marina di Acciaroli (Pollica), Marina di Camerota (Marina di Camerota), Porto turistico di Palinuro (Centola).

Crociera con offerte last minute 2×1 e pacchetti scontati.

Da maggio fino ad ottobre, la crociera è uno dei viaggi più ambiti che sia intorno all’Italia o nel mar mediterraneo, oppure in medio Oriente tra Dubai e Abu Dhabi evoca scenari esotici, atmosfere romanzesche e soprattutto tanto tanto relax senza mai annoiarsi.

Crociere a prezzi last minute con le offerte 2×1

Ormai da anni la crociera non è nemmeno più una vacanza costosa ed ora è alla portata di tutte le tasche grazie alle offerte last minute, ai molti pacchetti scontati per single e famiglie, alle offerte 2×1 dove si parte in due ma con gli sconti in pratica si paga una sola quota!

A seconda dell’itinerario e della nave che si sceglie, è possibile partire da uno dei principali porti italiani: Napoli, Genova, Bari, Civitavecchia, Savona, Venezia.

La crociera annulla i tempi morti del viaggio ed una volta saliti sulla nave, la vacanza ha subito inizio mentre si è già in navigazione verso le mete più disparate che sia un giro intorno all’Italia che nel mar mediterraneo dalla Grecia alle isole Baleari, dalla Spagna alla Francia fino alla Croazia.

Le Crociere con prezzi scontati

Le formule con prezzi scontati sono pensate soprattutto per le famiglie e per le giovani coppie che non vogliono privarsi del piacere di una crociera nel Mediterraneo piuttosto che di una crociera in Medio Oriente tra Dubai, Abu Dhabi e Qatar o di viaggio in aereo + nave fino ai Caraibi.

Rimanere sospesi tra cielo e mare per una crociera di una settimana è una esperienza irripetibile e particolarmente romantica ed è proprio per questo motivo che spesso sono tra le tipologie di viaggio più scelte dagli sposi per viaggi di nozze e luna di miele.

Ma quanto costa un viaggio in crociera?

Sui siti web delle principali compagnie crocieristiche, “MSC Crociere” o “Royal Caribbean“, “Carnival” oppure “Costa Crociere“, a portata di mouse puoi scoprire che un viaggio in crociera costa meno di quel che tu pensi grazie alle fantastiche offerte last minute 2×1 ed a molti pacchetti scontati.

Per scegliere l’itinerario c’è solo da selezionarlo tra le mille offerte delle compagnie di navigazione: MSC, Costa crociere, Royal Caribbean, Carnival che fanno a gara per offrire sempre di più prezzi scontati ai crocieristi di tutto il mondo in viaggio nel mar mediterraneo o in medio Oriente tra Abu Dhabi e Dubai.

L’Italia è privilegiata dalla sua posizione di “ponte nel Mediterraneo” ed è sede di partenza per numerosi percorsi, dalle coste della Spagna e del Portogallo, alle coste africane e del Peloponneso per inoltrarsi fino in medio oriente negli Emirati Arabi Uniti, Egitto o sulle coste dell’Africa centro occidentale.

Di particolare suggestione, anche se praticabili solo in estate, gli itinerari Baltici che consentono di vistare con ripetuti attracchi nelle capitali Baltiche, o le crociere ai Fiordi Norvegesi lungo le coste del nord Europa o quelle nel medio oriente a Abu Dhabi e Dubai.

Per chi ama l’esotismo inevitabile non prendere in considerazione le crociere transatlantiche fino al mare dei Caraibi o quelle verso la barriera corallina dove si abbina il viaggio in aereo con l’utilizzo delle grandi navi.

Esistono pacchetti che consentono anche di navigare tra le coste dell’America settentrionale o risalire la corrente dei grandi fiumi del Sud America, o la romanticissima crociera sempre di moda lungo il Danubio con scalo nelle principali città.

Prenotare in questo periodo la tua crociera, magari oggi stesso, ti consentirà di usufuire di numerose partenze scontate ed, in pratica, di viaggiare in coppia pagando il costo di un solo passeggero

Un’occasione davvero imperdibile per regalarsi una vacanza risparmiando fino ma anche oltre il 50%.

Il personale delle fantastiche navi da crociera è pronto a prendersi cura di chi sale a bordo, in un contesto da sogno in cui nulla è lasciato al caso.

10 Aree Picnic in Campania, le migliori in Provincia di Avellino.

Cerchi aree picnic in Campania? Scopri l’Irpinia! Scegliere la provincia di Avellino per un rilassante picnic ti permette di godere aria salubre e fresca nelle calde giornate estive, immersi in una natura rigogliosa che regala purezza e panorami mozzafiato.

Aree Picnic in Campania vicino Napoli

Nella zona del Terminio e del Lago Laceno, l’Irpinia dei parchi montani offre aree attrezzate per vivere una giornata all’aperto, tra castagneti, querceti e boschi incontaminati, a stretto contatto con la natura.

Aree picnic in Provincia di Avellino

A poco più di mezz’ora di auto da Napoli, consigliamo le aree del Laceno, del Partenio e del Terminio dove sono numerose le strutture che mettono a disposizione dei visitatori aree attrezzate per picnic, con gazebo, tavoli in legno e barbecue per poter vivere al meglio la più classica delle scampagnate, in famiglia e con gli amici.

Aree picnic Serino

Monte Terminio.

Tra i centri in cui è maggiormente sviluppata la cultura della gita fuori porta a stretto contatto con la campagna ed il verde c’è senza dubbio il comune di Serino.

Qui, inerpicandosi verso il Terminio, si incontrano una serie di aree attrezzate per il pic nic che, specie nei fine settimana, accolgono migliaia di turisti provenienti da tutta la regione Campania e non solo.

Parco del Fiume Sabato

Tra i siti più suggestivi, un ruolo di primo piano è quello del Parco del Fiume Sabato, un’oasi di pace e relax immersa in un fitto castagneto che si trova nella zona del comune di Serino.

L’area picnic, con un ampio parcheggio, presenta gazebo in legno con comode sedute ed un’area giochi per bambini in cui i più piccini potranno divertirsi all’aria aperta.

Parco Cerrus

Altra struttura accogliente che si incontra lungo la strada che conduce al monte Terminio è il Parco Cerrus aperto, nei mesi estivi, tutti i giorni (negli altri mesi solo il sabato e la domenica) . 

Anche qui aree attrezzate per gustose braciate in compagnie, parco giochi, campi di calcetto e pallavolo e chioschi in cui poter acquistare i prodotti tipici del territorio serinese. Indirizzo via Terminio 142, Serino (Avellino).

La tana del ghiro

Su una superficie di oltre 60.000 metri quadrati si estende, sempre a Serino, invece La Tana del Ghiro all’ombra dei castagni che dominano la scena montana del Terminio.

A pochi metri dalla sorgente del fiume Sabato, l’area offre tutti i servizi per trascorrere una giornata all’aria aperta (gazebo per pic nic, barbecue, legna da ardere, servizi igienici, aree giochi).

  • Indirizzo via bivio Terminio-Civita 4, Serino (Avellino).

Parco Trombetta

Proseguendo nel cuore della montagna ci si imbatte in Località Pianella nel Parco Trombetta, anch’esso immerso nel verde dei castagneti.

Un’ampia area attrezzata per picnic, in cui è possibile anche incontrare i tanti animali che popolano il sottobosco.

Campi da gioco e area per bambini rendono piacevole il trascorrere delle ore in questo luogo in cui è possibile anche, per chi non voglia cimentarsi direttamente con la brace, pranzare nell’agriturismo presente nel Parco.

Aree picnic nella zona del Laceno.

Cambiando il versante montano e spostandosi sull’Altopiano del Laceno ci si imbatte in un’altra rea dal forte impatto naturalistico.

Nei dintorni del lago Laceno non mancano le strutture adibite ad accogliere i vacanzieri del picnic.

In questo caso si tratta, per lo più, di aree comunali dove, con un prezzo simbolico (2 euro a persona) è possibile accedere ai gazebo in legno per godersi un pranzo all’aria aperta vista lago.

Le aree picnic del Bioparco di Montella

Bioparco Fattoria Rosabella a Montella

Un piccolo paradiso per gli amanti della natura è il bioparco della Fattoria Rosabella a Montella (Via SS. Salvatore) che, su prenotazione, mette a disposizione aree attrezzate per pic nic lungo le sponde del fiume Calore e itinerari naturalistici incantevoli.

Assolutamente spettacolare la cascata della Madonella presente lungo il percorso naturalistico.

Cascata della Madonnella a Montella

Per arrivarci è una bella passeggiata ma ne vale la pena,

Aree picnic nella zona di Montevergine e del Partenio.

Dal Terminio al Partenio, cambiano gli scenari ma non la forza della natura e la possibilità di rifocillarsi all’aria aperta.

Parco Avventura Montevergine

Salendo verso il Santuario mariano, nel comune di Ospedaletto d’Alpinolo si incontra il Parco Avventura Montevergine, una struttura in cui, oltre ad una vasta area picnic tra gli alberi, è possibile cimentarsi con tante attività ludiche ai confini dell’avventura.

Campo Maggiore di Montevergine

Particolarmente suggestiva è, poi, l’area attrezzata per picnic che si trova a Campo Maggiore di Montevergine, a quota 1350, situato oltre il Santuario mariano.

Leggi Anche:

Aree Picnic in Campania, le magnifiche 7 in provincia di Napoli.

Estate, voglia di evadere e di godersi la natura. Mare, ma non solo. Cerchi aree picnic in Campania? A Napoli e provincia il primo weekend di maggio non mancano i luoghi in cui trascorrere piacevoli giornate immersi nella natura alla scoperta dei piaceri della gastronomia da compagnia.

Aree picnic in Campania in provincia di Napoli.

Andiamo alla scoperta dei luoghi più belli e meglio attrezzati dove fare una classica scampagnata tra prelibatezze preparate a casa, carne alla brace magari accompagnate da un buon vino aglianico.

Pic-nic al Parco Virgiliano a Napoli

A Napoli, uno dei luoghi più noti e più frequentate aree dove organizzare un bel pic-nic, è il Parco Virgiliano sulla collina di Posillipo.

Gli ampi spazi consentono di intrattenersi sull’erba, magari di prendere anche un po’ di sole nelle belle giornate e soprattutto di divertirsi e svagarsi in un contesto paesaggistico unico al mondo.

Perché dal belvedere del Parco Virgiliano si gode un panorama che si estende da Nisida alle isole di Capri, Procida e Ischia, fino al Vesuvio e alla Penisola Sorrentina.

Isola di Nisida

Aree Pic-nic al Bosco di Capodimonte a Napoli

Il Real Bosco di Capodimonte è il più grande polmone verde della città di Napoli ed è un bene culturale sotto la protezione dell’Unesco.

Il Bosco di Capodimonte è uno scrigno ricco di storia, di arte, di architettura oltre che di natura. Come scrive il paesaggista francese Edouard Andrè, docente della scuola di Versalliles, si tratta di «un’opera d’arte di difficile assemblaggio o meglio di difficile mescolamento tra arte e scienza».

Museo di Capodimonte a Napoli

Il Bosco di Capodimonte, dopo anni di incuria è stato restituito alla città e diviso in aree in cui dedicarsi allo sport, far divertire i bambini e intrattenersi con amici e parenti per piacevoli pic-nic.

Aree Picnic al Cratere degli Astroni di Napoli

Una giornata all’aria aperta nello straordinario scenario del Cratere degli Astroni a Napoli. Eccola l’esperienza unica da vivere nel capoluogo partenopeo: un pic-nic in una riserva naturale protetta.

Un luogo unico, che deve la sua unicità non solo alle sue origini vulcaniche, ma anche alla presenza di tantissime specie di volatili che qui, hanno stabilito la loro “residenza” estiva!

Un parco da vivere nel rispetto dei luoghi in cui vivere in simbiosi con la natura.

Aree Picnic a Villa Floridiana a Napoli

Il luogo preferito da chi vive nella parte alta di Napoli per respirare area pura e svagarsi un po’ è il parco di Villa Floridiana, al Vomero.

Nell’area verde di via Cimarosa non manco lo spazio, i percorsi da fare a piedi, le aree attrezzate e soprattutto le distese in cui consumare spuntini veloci. Ricordandosi sempre di mantenere puliti i luoghi.

Aree Pic-nic al Parco degli Uccelli a Lago Patria

Un luogo amato sia dai bambini che dagli adulti è il Parco degli Uccelli a Lago Patria. A poco più di mezz’ora dal centro di Napoli si raggiunge un luogo che attrae per gli spazi, la possibilità di dedicarsi ad attività sportive all’aperto, per le aree attrezzate in cui divertirsi in piacevoli riunioni gastronomiche tra amici.

Nel periodo natalizio, il Parco degli Uccelli è una miniera di sorprese a tema per i più piccini.

Aree Pic-nic sul Vesuvio

Un’esperienza da fare, per chi ama la montagna ed i simboli della Campania, è l’escursione al Parco del Vesuvio, nel territorio del comune di Ottaviano.

Il Parco si raggiunge facilmente in auto da Ercolano per poi salire lungo le pendici.

Le aree pic nic attrezzate con tavoli e panche in legno sono il luogo ideale per una scampagnata all’aperto tra le braccia di uno dei vulcani più celebri al mondo.

Informazioni

Orari d’ingresso: dalle 09:30 fino a 30 minuti prima del tramonto
Indirizzo: via Palazzo del Principe, Ottaviano (Napoli)
Prezzo d’ingresso: Gratis

Aree Pic-nic sul Monte Faito

Funicolare Monte Faito

La vetta dei Monti Lattari che domina la penisola sorrentina, il monte Faito, è uno dei più ricercati luoghi, in provincia di Napoli, per vivere giornate all’aria aperta immersi nella natura.

Le aree pic-nic sul Faito, d’estate diventano meta di tantissimi turisti in cerca di frescura ma anche dei panorami mozzafiato che si godono su quella che è una delle costiere più famose al mondo.

Suggestiva l’ascesa al monte Faito con la funicolare, partendo da Castellammare di Stabia. In alternativa, basta seguire la strada che si inerpica dal centro di Vico Equense.

Informazioni

Orari d’ingresso: tutti i giorni dal 15 giugno al 30 settembre più i weekend di Pasqua, Pasquetta e altri festivi
Indirizzo: Strada delle pendici bis 6, Vico Equense (Napoli)
Prezzo d’ingresso: gratis

Leggi Anche:

Cosa vedere a Milano in 3 giorni: viaggio tra arte, storia e bellezze architettoniche.

In viaggio verso la città meneghina? Tra bellezze artistiche ed architettoniche e secoli di storia, ecco cosa vedere a Milano in tre giorni. 

Piazza Duomo

Il Duomo di Milano

Piazza Duomo è il cuore della città. Il Duomo, sulla cui cima si erge la Madonnina, è il risultato di cinque secoli di evoluzione architettonica esaltando il gotico, la ricchezza rinascimentale e barocca. La piazza ospita anche il Palazzo Reale, costruito nel 1330, attualmente sede di importanti mostre d’arte internazionale. Fra Piazza Duomo e Piazza della Scala, con il suo famoso teatro, si fa spazio la Galleria Vittorio Emanuele II, il “salotto di Milano” che ospita prestigiose vetrine di negozi e caffè. Da qui è possibile percorrere le famose vie dello shopping milanese e raggiungere la vicina Via Monte Napoleone, tra le più lussuose strade del Pret-à-porter internazionale.

Castello Sforzesco

Castello Sforzesco a Milano

D’obbligo la visita al trecentesco Castello Sforzesco che oggi accoglie mostre, biblioteche e archivi. Per ammirare alcuni esempi di architettura liberty è consigliata una passeggiata su Corso Venezia, che collega Porta Venezia a Piazza San Babila, dove sorge la neo-romanica Chiesa di San Babila nella quale fu battezzato lo scrittore Alessandro Manzoni.

Altra chiesa importante di Milano è la Basilica di Sant’Ambrogio, tra le più antiche della città essendo stata edificata tra il 379 e il 386, e poi ancora il complesso ospitante la Chiesa di Santa Maria delle Grazie con il Cenacolo Leonardesco (Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco).

Altro sito di interesse artistico è il Cimitero Monumentale, che ospita le tombe dei più illustri cittadini milanesi.

Le Pinacoteche di Milano

La pinacoteca di Brera

Ma Milano è anche sinonimo di gallerie d’arte. Il polo più noto è quello formato dalla Pinacoteca di Brera, la Pinacoteca Ambrosiana e il Museo Poldi Pezzoli.

I Musei di Milano

Un ulteriore circuito culturale importante è quello museale, che comprende tra gli altri la Triennale di Milano, sede di esposizioni d’arte moderna os

pitata nel Palazzo dell’Arte di Parco Sempione, il circuito delle Case museo milanesi, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, noto per la mostra permanente su Leonardo Da Vinci, il Museo Civico di Storia Naturale o le istituzioni non profit quali Fondazione Prada e Fondazione Trussardi.

Una passeggiata sui navigli

I Navigli a Milano

Una piacevole passeggiata sui navigli, animati da laboratori artigianali, locali caratteristici e ristoranti, o una romantica navigazione con il battello sul Naviglio Grande può rappresentare la giusta conclusione di una vacanza milanese.

Leggi anche