fbpx
Ha il nome di Il Gusttavo Lima il tormentone musicale dell'estate 2012
Spettacoli

Checco Zalone o Gusttavo Lima, il tormentone dell’estate 2012 ?



Ritmi ballabili, melodie orecchiabili e rime baciate. Sono le caratteristiche delle canzoni che si apprestano a concorrere per il titolo di tormentone dell’estate.

Quale sarà il tormentone musicale dell’estate 2012?

Nelle prime settimane d’estate c’è già una lista di hit italiane e straniere che stanno sbancando sulle spiagge di tutta Italia.

Si parte dai ritmi latino americani di Gusttavo Lima con la sua “Balada Boa” per arrivare ai coinvolgenti ritmi del dj Antoine con il suo “Ma Cherie”, passando per “Payphone” dei Maroon 5 e “Cupid” del canadese Daniel Powter che sbancò nel 2005 con “Bad Day” e si finisce con Il Pulcino Pio che si posiziona nella FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) fra i brani più scaricati della Top Digital Download.

Checco Zalone ci prova con La cacada

Tra gli italiani, dopo il successo del 2006 con “Siamo una squadra fortissimi”, che lo impose all’attenzione nazionale, complice la vittoria della squadra di Marcello Lippi ai Mondiali di calcio in Germania, ecco che Checco Zalone ci riprova con “La cacada”, brano ricco di doppi sensi, a cominciare dal titolo, che su una melodia tipica sudamericana vive di un testo in rima ispirato all’attualità e alla crisi economica che accompagna l’estate degli italiani.

 

I tormentoni estivi del passato.

A diffondere il successo delle melodie estive, inizialmente furono i juke box, presenti su tutte le spiagge italiane, nei lidi e nei bar. La lista delle canzoni dell’estate è lunghissima. Il tormentone per eccellenza, quello che in qualche modo ha dato il via al filone, è unanimemente considerato “Vamos a la playa” dei fratelli Righeira, brano del 1983 che divenne la colonna sonora di quell’anno.

Da allora, ogni estate ha avuto il suo successo, promosso a tormentone nel momento in cui la melodia risuonava non solo sulle spiagge ma anche in città, fischiettata al bar o sotto la doccia.

Nel 1987 fu la volta de “La Bamba”, dei Los Lobos, autori della colonna sonora dell’omonimo film. Come nel caso di Checco Zalone, anche il 1990 vede il suo tormentone legato ai Mondiali di calcio, disputatisi in Italia: Gianna Nannini e Edoardo Bennato divennero il volto dell’estate con la loro “Notti magiche”.

Tanti i nomi della musica pop che devono il loro successo a brani orecchiabili sfornati nei mesi estivi.

Qualche ricordo? I Kaoma con “La Lambada”, gli 883 con “Hanno ucciso l’uomo ragno”, Ricky Martin con “Un, dos, tres, Maria”, i Jarabo de Palo con “Depende”, Valeria Rossi con “Tre parole” fino ai più recenti Negramaro con “Parlami d’amore”, Giusy Ferreri con “Non ti scordar mai di me”, Shakira con il suo “Waka waka”.

Spot

Spot

Spot