instagram
Tecnologia

Come creare un blog di viaggio su Instagram?

Instagram è un social media conosciuto in tutto il mondo, sul quale è possibile pubblicare ogni genere di contenuti.

Questa possibilità offerta dalla piattaforma si è presto evoluta, dando la possibilità a persone con tanti follower di diventare degli influencer, ossia delle figure di riferimento che possono influire in qualche modo sulla vita e sulle decisioni di acquisto dei seguaci.

Tra i lavori sicuramente più belli compare il “travel blogger”, ossia una figura professionale che per vivere gestisce il proprio blog di viaggio. Per spiegare meglio, lo scopo di queste pagine è di mostrare ai propri follower le mete, le destinazioni, i luoghi tipici ed esotici, i ristoranti e il cibo locale, il clima, i colori dei mari tropicali, e tanto altro ancora.

Non è necessario vivere ai tropici per diventare dei travel blogger. Ci sono persone che si concentrano su un singolo Paese, come ad esempio l’Italia. Il Bel Paese, infatti, vanta numerosi siti patrimoni dell’Unesco, e conta numerose bellezze artistiche, architettoniche e naturalistiche che pochissimi altri Paesi al mondo possono vantare.

Inoltre, è possibile concentrarsi su una regione, o persino una singola provincia. Alla fine, le possibilità offerte dai paesaggi rurali sono tantissime e le meraviglie dietro ogni angolo.

Tuttavia, può essere difficile lanciare la propria carriera di travel blogger con successo. I competitor sono numerosi, e gli utenti possono scegliere con estrema facilità di migrare da un blog ad un altro con un solo click.

Ecco, quindi, alcuni consigli su come creare un blog di viaggio su Instagram.

Come creare un blog di viaggio su Instagram?

Scegli la tua meta e pianifica le tappe da visitare

Ammesso che tu possa viaggiare tanto su base giornaliera (altrimenti come lo fai il blogger di viaggio?), devi scegliere una meta da raggiungere che possa avere tante cose da vedere. Ricorda che i contenuti devono essere interessanti per gli utenti. In particolare, le persone quando vedono i tuoi contenuti devono:

· Sognare ad occhi aperti;

· Immaginare di essere lì e visitare coi loro stessi occhi le meraviglie mostrare;

· Essere spinti a pianificare loro stessi un viaggio in quelle zone.

Ad esempio, se desideri visitare Roma (detta anche la “Città Eterna”) devi pensare ai monumenti storici lì presenti, al tuo itinerario di viaggio, alle fotografie che scatterai, agli eventuali video.

Inoltre, devi essere creativo ed originale. Puoi spesso integrare i tuoi viaggi con dell’ottimo cibo: puoi, ad esempio, mostrare la buonissima carbonara romana (con guanciale!) mangiata in una trattoria poco conosciuta, così risulterai essere un ottimo cercatore che trova fantastiche mete anche nelle zone meno note.

Anche fare un video ad un musicista di strada talentuoso può essere un modo per far sognare i tuoi follower Instagram.

Ricordati di variare i contenuti in modo da attrarre persone diverse con interessi divergenti.

Come creare un blog di viaggio su Instagram?

Integra la pianificazione dei contenuti alla spesa pubblicitaria

Per pubblicità non si intende lo spot pubblicitario televisivo (non ancora, perlomeno). Instagram, di fatti, mette a disposizione numerosi strumenti di promozione per aumentare ampiamente l’esposizione dei contenuti e raggiungere molti altri utenti. Ciò può avvenire sotto forma di stories o apparizioni nei Reels di Instagram.

Oltre ai validi strumenti offerti dal social network, ci sono altre opportunità per far crescere il proprio brand secondo le regole del marketing non convenzionale. Alcune di queste consentono di ottenere follower Instagram in maniera organica e in modo del tutto naturale. Le iniziative di questo genere sono numerose, e a coloro che dubitano della qualità di questi servizi non si può dare tutti i torti: alcune piattaforme sono poco affidabili, perciò verificate la serietà del servizio prima di acquistare.

Un altro metodo efficace di pubblicità è dato dalle “Public Relations” (dette anche “PR”). Instaurare rapporti con altri blogger e pagine di Instagram, offrendo visibilità reciproca dei contenuti, può dare la giusta spinta per incrementare ulteriormente la propria fanbase. Inoltre, poter contare su un network di persone dinamiche e creative non può che giovare.

Individua la tua nicchia

Questo consiglio compare in tutti i manuali di marketing e in tantissimi articoli online. Ciò potrebbe far sembrare tutto questo banale e scontato, ma la verità è che le cose stanno così:

· Le persone possono essere suddivise in segmenti, a seconda dei loro interessi;

· Chi è interessato ai paesaggi tropicali potrebbe non esserlo per le steppe siberiane;

· I tuoi contenuti non piaceranno a tutti: devi trovare la nicchia di persone interessate a ciò che hai da proporre.

Per trovare la nicchia giusta devi sperimentare. Sfrutta anche gli strumenti di analisi di Instagram per capire cosa c’è che non va e cosa potresti migliorare. A volte è sufficiente postare un contenuto ad un orario diverso per raggiungere il giusto pubblico.

Non demordere subito se non trovi la nicchia adatta ai tuoi contenuti, ma al tempo stesso sii aperto al cambiamento. Sii pronto anche ad implementare nuove strategie editoriali per incontrare le esigenze del pubblico che già ti segue.

Analizza i competitor e scopri come puoi differenziart

Su Instagram esistono già numerosi blog di viaggio. Per cercarne alcuni, è sufficiente andare sul motore di ricerca di Instagram e cercare anche solo “viaggi”. Ti si aprirà un mondo, che dovrai valutare, analizzare, e scoprire nel dettaglio cosicché tu possa trovare ciò che manca a tutti i competitor.

A volte, si tratta davvero di sottigliezze. Un modo di comunicare diverso, un format originale, uno stile di scrittura particolare, una tipologia di contenuti fuori dall’ordinario. A volte, la star del tuo blog di viaggio può essere il tuo animale da compagnia, come un cane. Alle persone piace vedere qualcosa di diverso: è sempre bello vedere un simpatico cagnolino tuffarsi in acque caraibiche, ad esempio.

Oppure, un cagnolino che va al museo (ammesso che il museo faccia entrare gli animali). Potresti, ad esempio, specializzarti in musei e luoghi culturali dove gli animali sono ammessi.

Conclusioni

Se dobbiamo trarre delle conclusioni, è bene ricordare che il travel blog è un’attività seria, che richiede tempo e dedizione. Non va preso troppo alla leggera: deve essere visto come un vero e proprio business.

I numeri devono crescere, altrimenti l’algoritmo di Instagram potrebbe penalizzare i tuoi contenuti. Esistono degli strumenti che possono aiutarti a dare questa spinta necessaria, perfetti soprattutto per quei momenti di stallo.

La creatività è il tuo alleato n°1. Le capacità comunicative sono il n°2, e la perseveranza il 3°. Tieni aperta la mente e cogli tutte le opportunità che si presentano durante il tuo cammino!

*Foto Copertina di Jeremy Levin da Pexels

Scopri di più su:

SPOT

SPOT

SPOT

SPOT