vaccino covid

Come prenotare il vaccino Covid in Campania.

Tra code agli ingressi dei centri, furbetti in cerca della dose e fiale fornite a singhiozzo, la campagna vaccinale prosegue con numeri che sembrano finalmente essere in crescita.  Ma come prenotare il vaccino Covid in Campania?

Il piano prevede una progressiva immunizzazione dei cittadini secondo le priorità individuate. Dopo aver iniziato con le categorie cosiddette a rischio – medici, infermieri, operatori delle rsa e anziani over 80 – si è proceduto con la somministrazione ai docenti, al personale della scuola, alle forze dell’ordine per poi passare alla classe d’età compresa tra 70 e 79 anni, i soggetti cosiddetti fragili, il personale della Protezione civile.

A seguire, la piattaforma per la prenotazione dei vaccini è stata aperta, gradualmente, a tutti i cittadini residenti in Campania fino ai 12 anni di età.

Chi può prenotare il vaccino Covid in Campania?

Tutte le persone non ancora vaccinate, dai 12 anni in su, possono prenotare il vaccino collegandosi al sito dedicato di Soresa assicurandosi di avere a portata di mano il Codice Fiscale e la Tessera Sanitaria, documenti necessari all’iscrizione n piattaforma.

Le percentuali di inoculazioni, rispetto al numero di fiale consegnate, tra i vaccini Pfizer, Moderna, Johnson&Johnson ed Astra Zeneca, sono abbastanza alte, con la Campania che viaggia oltre il 90% di dosi iniettate rispetto al numero di quelle consegnate.   

Un dato, però, che non va confuso con il numero complessivo di soggetti da vaccinare.

Report vaccini in Campania

Alla data del 14 luglio 2021, in Campania risultano somministrate 5.765.788 dosi su un totale consegnate di 6.195.937 con una media giornaliera di oltre 38mila dosi inoculate.

Oltre 3,4 milioni sono le prime dosi effettuate, mentre le seconde si fermano a 2,3 milioni.

I residenti in Campania sono complessivamente oltre 5 milioni ed 800mila.

Per accelerare la copertura vaccinale, tutte le aziende sanitarie locali della Campania stanno cercando di ampliare le opportunità di vaccinazione.

In tutte le province della Campania sono state sperimentate soluzioni alternative per incentivare la somministrazione dei vaccini.

Ecco allora che, ad Avellino come a Benevento, a Caserta come a Napoli e Salerno sono state avviate campagne vaccinali nelle più grandi aziende, sia pubbliche che private, per consentire ai dipendenti di vaccinarsi direttamente sul posto di lavoro.

Open Day Vaccini in Campania

Vanno avanti anche i cosiddetti Open Day aperti a tutti coloro che, per libera scelta o per problemi di carattere burocratico, ancora non hanno ricevuto la prima dose del vaccino.

Gli Open Day possono essere liberi, vale a dire che non necessitano prenotazione, oppure su prenotazione del servizio attraverso un’apposita piattaforma, sempre gestita da Soresa, sulla quale verificare le date, i luoghi e la tipologia di vaccino che sarà somministrato di volta in volta.

Adesione vaccini anti Covid in Campania

Ma qual è l’iter da seguire in Campania per iscriversi alla piattaforma attraverso la quale poter poi ricevere la convocazione al centro vaccinale territoriale di appartenenza?

Una volta accertatisi di far parte della categoria (sanitaria, professionale o anagrafica) per la quale è possibile richiedere il vaccino, occorre collegarsi al sito dedicato ed accedere alla piattaforma regionale.

Per proseguire è necessario avere a portata di mano il codice fiscale e la tessera sanitaria.

Al momento della registrazione bisognerà comunicare un indirizzo mail ed un numero di cellulare, che serviranno a ricevere le comunicazioni e la convocazione per la somministrazione della prima dose di vaccino. Per verificare l’esattezza del numero di telefono, sarà inviato un codice OTP via sms.

Per chi voglia conoscere l’andamento quotidiano della campagna vaccinale in Campania, la Regione ha messo a disposizione una pagina web dedicata, costantemente aggiornata per verificare, provincia per provincia, come vanno avanti le somministrazioni.

Pfizer, Moderna, Johnson&Johnson o Astra Zeneca?

Anche in Campania, come nel resto del Paese, è scoppiata la battaglia delle “preferenze”.

Tanti coloro che rifiutano Astra Zeneca, accompagnato ancora da una diffidenza dovuta alla gestione non ottimale della comunicazione iniziale sull’efficiacia del prodotto anglo-svedese.

Ma quanto sono davvero efficaci i vaccini che vengono somministrati?

Per fugare ogni dubbio, non resta che affidarsi alla fonte primaria, l’Istituto Superiore di Sanità, (https://www.epicentro.iss.it/vaccini/covid-19) per avere un’informazione su base scientifica e non “social” sugli effetti delle diverse tipologie di vaccino anti-Covid attualmente in distribuzione.