fbpx
ansia cani
Ansie, paure e fobie nei cani
Salute e Benessere

Come riconoscere i segni d’ansia negli animali da compagnia

Non soltanto gli esseri umani possono trovarsi a fare i conti con condizioni come ansia e stress. Anche gli animali da compagnia, infatti, possono sviluppare una riposta emotiva di tipo apprensivo a talune situazioni percepite come pericolose o imprevedibili. La paura, infatti, è la risposta del cervello ad alcuni stimoli esterni sgradevoli, reputati in grado di incidere negativamente sulle possibilità di sopravvivenza.

Per fortuna, la scienza e la medicina negli ultimi tempi stanno focalizzando la propria attenzione anche sugli animali, fornendo ai loro proprietari rimedi naturali in grado di lenire una condizione che, se non risolta per tempo, può sfociare nell’angoscia o in determinate fobie. Ecco, allora che cure, terapie specifiche e rimedi come l’olio di canapa per cani stanno facendo la loro comparsa in soccorso dei nostri amici a quattro zampe. Ma quali sono i sintomi dell’ansia nei cani? Scopriamolo insieme!

Ansie, paure e fobie nei cani
Ansie, paure e fobie nei cani

Individuare l’ansia e lo stress nei nostri amici a quattro zampe non è difficile. I sintomi della paura, infatti, tendono a restare anche dopo la scomparsa dello stimolo; a volte, la reazione tipica alle situazioni battezzate dall’animale come “pericolose” può essere innescata anche in assenza dello stimolo scatenante.

I segni comportamentali legati a uno stato di frustrazione o paura includono l’aumento dello stato di vigilanza, un’attività motoria frenetica, una maggior reattività agli stimoli esterni (rumori, urla, scatti improvvisi, etc.), una prolungata esplorazione ambientale ed una richiesta di attenzioni superiore alla norma.

Inoltre, l’animale può mostrare alcune inibizioni comportamentali quali eccessiva prudenza, timidezza, propensione a fuggire o a nascondersi, oppure a mostrare comportamenti aggressivi e minacciosi.

Tra i segni tipici è possibile notare anche sbadigli frequenti, salivazione eccessiva, diarrea, vomito, tremori e particolari vocalizzazioni, quali la propensione ad abbaiare o ad ululare ripetutamente.

I possibili rimedi

Per fortuna, esistono determinati rimedi utili, in grado di lenire i segni tipici dell’ansia nei cani. Uno dei metodi più efficaci è l’allenamento all’aria aperta. I cani adorano l’attività fisica, soprattutto se praticata insieme al loro padrone.

Questa è in grado di diminuire lo stress e rilassare l’animale. Inoltre, la stanchezza accumulata può migliorare il sonno del cane ed aiutarlo a trascorrere meglio la giornata.

Un altro metodo efficace è esporre gradualmente il cane alla fonte di paura, per brevi periodi: in tal modo l’animale tenderà a desensibilizzarsi a quel particolare stimolo.

In pochi hanno sentito parlare del cosiddetto “giubbotto calmante“, una pettorina anti ansia, in grado di esercitare una leggera pressione su determinati punti del corpo, deputati alla produzione di endorfine. Il giubbotto non va indossato sempre, ma soltanto in presenza delle situazioni che scatenano l’ansia.

Infine, è possibile ricorrere ad alcuni alimenti, quali crocchette e mangimi specifici ad alto contenuto di vitamine.

Alcune sostanze, tra cui il triptofano, hanno il potere di aumentare i livelli di serotonina e limitare gli stati d’ansia. Anche l’olio di CBD, grazie al suo potere calmante, può sortire effetti benefici.

Spot

Spot

Spot

Share via