fbpx
Spettacoli

Concerti Kasabian: tre successi per la band fenomeno del rock britannico

Dopo i fulminei sold out in fase di prevendita durante lo scorso inverno, i Kasabian sono tornati a grande richiesta in Italia per tre grandi concerti estivi. A Roma, a Milano  e a Tarvisio (UD), sono stati tre clamorosi successi, peccato che al momento non siano previste nuove tappe qui in Italia. I più accaniti fan italiani dei Kasabian dovranno quindi attendere.

A chi può permettersi di viaggiare, segnaliamo che sul sito ufficiale della band sono previsti diversi concerti nel mese di agosto nella loro madrepatria, la Gran Bretagna, e non solo.

L’ultimo album di inediti, “Velociraptor!”, ha ottenuto uno straripante successo conquistando le vette delle classifiche di gradimento e di vendita in tutto il mondo. Con il singolo “Goodbye Kiss”, e successivamente con “Man of Simple Pleasures”, i Kasabian si sono aggiudicati il Disco d’oro in Italia e sono definitivamente usciti dai confini della loro terra di provenienza, divenendo improvvisamente uno dei gruppi indie rock più acclamati dal pubblico e trasmessi dalle radio. Per suggellare l’amore del gruppo inglese verso Italia, il 29 maggio 2012 è stata pubblicata in esclusiva per il nostro Paese un’edizione speciale contenente 5 brani live, 3 b-side e una nuova versione del brano “Man of Simple Pleasures” cantata con il rapper italiano J-Ax.

Chi sono i Kasabian?

Il gruppo nasce nel 1997 a Leicester, in Inghilterra, dal duo Tom Meighan, cantante, e Sergio Pizzorno, chitarrista e compositore di testi dalle evidenti origini italiane, con il nome di “Saracuse”. La band si arricchisce con l’”acquisto” di Chris Edwards, bassista, e di Christopher Karloff, chitarrista e polistrumentista (fino al 2006. Attualmente il quarto membro è Ian Matthews). Il nome diviene quindi “Kasabian”, in armeno “macellaio”. Il primo disco, omonimo, esce nel 2004 ottenendo un buon successo di critica e di pubblico, poi è la volta di “Empire” nel 2006 e di “West Ryder Pauper Lunatic Asylum” nel 2009, ma è con l’ultimo “Velociraptor!” che i Kasabian ottengono tutto il successo che li ha resi i neo imperatori del rock britannico nel mondo.

Spot

Spot

Spot