fbpx
Il Duomo di Milano
Il Duomo di Milano
Viaggi e Turismo

Cosa visitare a Milano in solo 2 giorni.

"Milan l'è semper on gran Milan". Ricca di siti culturali ed artistici, Milano può essere visitata anche con solo 48 ore a disposizione.

Se hai voglia di visitare una nuova città ma hai solo 48 ore a disposizione, Milano è sicuramente una delle scelte migliori tra le principali metropoli europee.
Nonostante sia famosa per essere casa della moda, Milano è ricca di numerosi siti culturali ed artistici. La sua grandezza e gli efficienti mezzi di trasporto pubblici la rendono inoltre perfettamente a portata d’uomo. 

Primo Giorno

Una volta arrivati a Milano da uno dei tre aeroporti principali, consigliamo di dirigervi al centro della città per iniziare l’itinerario dall’area più interessante

Se avete dei bagagli e non volete trascinarli con voi da un’attrazione all’altra durante la giornata, potete utilizzare uno dei punti di depositi bagagli di Stasher sparsi in tutta la città.

Il Duomo, anche considerato simbolo della città, è una delle cattedrali più importanti al mondo e ospita la statua dorata della Vergine Maria. È dotato di un’incredibile terrazza da cui poter ammirare il panorama cittadino, raggiungibile tramite una lunga scalinata o attraverso un veloce ascensore a pagamento.

Dopo aver visitato il Duomo, è il momento di passare per l’adiacente Galleria Vittorio Emanuele II. Camminando lungo la famosa “passeggiata coperta”, tra il complesso mosaico a terra e le soprastanti arcate a vetri, potrete ammirare le vetrine di boutique delle più famose firme al mondo.

"Milan l'è semper on gran Milan". Ricca di siti culturali ed artistici, Milano può essere visitata anche con solo 48 ore a disposizione.
Teatro alla Scala di Milano

Usciti dalla galleria, vi ritroverete nei pressi di uno dei più prestigiosi teatri al mondo: il Teatro alla Scala.
Situato per l’appunto in Piazza della Scala, dove si trova anche la sede del comune, il teatro ospita da più di 242 anni i principali artisti di musica classica provenienti da tutte le nazioni del mondo. Un must per gli amanti dell’opera e non.

Al centro della piazza troverete inoltre la statua di Leonardo, dedicata all’illustre Leonardo Da Vinci, ed alcune panchine comunali su cui potervi riposare prima di riprendere il cammino.

La meta successiva è indubbiamente il quadrilatero della moda, così chiamato perché ospita i migliori stilisti di moda e le loro ultime creazioni.

Delimitato da quattro vie – Via Montenapoleone (la più esclusiva e considerata tra le vie più costose al mondo), Via Manzoni, Via della Spiga e Corso Venezia – è ricco non solo di negozi alla moda, grandi magazzini e gioiellerie, ma anche di antichi palazzi, caffè alla moda e musei.

A fine giornata, una volta completato l’itinerario del primo giorno, vi consigliamo di  rigenerarvi provando una delle prelibatezze Milanesi. I più gettonati sono senza dubbio la cotoletta alla milanese ed il risotto con l’ossobuco.

Tra i ristoranti suggeriti troverete sicuramente la Trattoria la Pesa, l’Osteria Borghese ed il ristorante Ratanà.

Secondo Giorno

Nel secondo e ultimo giorno di questa breve ma intensa visita, consigliamo di iniziare visitando Santa Maria delle Grazie.

Il cenacolo di Leonardo da Vinci
Il cenacolo di Leonardo da Vinci

Classificata dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità, questa maestosa Chiesa ospita il Cenacolo Vinciano, opera frutto del genio artistico di Leonardo raffigurante L’ Ultima Cena.

Per riuscire a godervi la visita della Chiesa Santa Maria delle Grazia e del refettorio adiacente durante il vostro secondo giorno a Milano, vi consigliamo di prenotare la visita in anticipo.

Non molto distante troverete Parco Sempione, uno dei principali parchi della città e casa de La Torre Bianca. Una volta all’interno del parco, potrete  salire sulla torre alta circa 110m e ammirare l’Arena Civica e l’Arco della Pace oppure rifocillarvi presso uno dei chioschi presenti.

Castello Sforzesco a Milano
Castello Sforzesco a Milano

Nelle immediate vicinanze del Parco Sempione è situato il Castello Forzesco, costruito da Francesco Sforza nel XV secolo e oggi casa di numerosi musei tra cui la Pinacoteca, il Museo Egizio e le sale Viscontee.
L’accesso è consentito tutti i giorni dal Martedì alla Domenica dalle 9 alle 17.30, ed è possibile visitare tutti i musei pagando un unico biglietto.

Ultima tappa prevista è la Basilica di Sant’Ambrogio. Dall’aspetto inusuale e dotata di due torri in pietra di altezza diversa, è considerata una delle basiliche più antiche.

All’interno dell’immenso atrio principale si possono ammirare diversi reperti archeologici mentre al di sotto del pulpito è collocato il Sarcofago di Stilicone, risalente al XIV secolo ed adornato con splendide scene religiose in rilievo.

Nella Cripta invece sono esposti gli scheletri di Sant’Ambrogio, San Gervasio e San Protasio adornati con i loro migliori abiti.

All’interno della basilica infine, presso la fine della struttura, si trova la cappella dedicata San Vittore, famoso Martire della città.

Dopo aver visitato l’ultima tappa del nostro breve itinerario è arrivato il momento di degustare un ottimo aperitivo prima di lasciare la città.

I Navigli di Milano è il luogo principale in cui la maggior parte dei Milanesi si raduna per godersi uno spritz e qualche snack in compagnia.

I Navigli offrono infatti numerosi locali in cui bere e mangiare in un particolare ambiente fluviale. Rilassatevi e riprendete le energie per il viaggio di ritorno verso casa.

Avatar

Lino Sorrentini

Lino Sorrentini,Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine Nazionale dal 13 maggio 1986, è il fondatore e direttore responsabile di Agendaonline.it, magazine creato nel maggio del 1996.
Curriculum Lino Sorrentini

Spot

Spot

Spot

Share via