Week End Odense, Danimarca.

Guida Turistica Odense

Informazioni turistiche per un un viaggio o un fine settimana a Odense in Danimarca.

di

Odense è una delle più belle città della Danimarca e la terza per numero di abitanti.

La città ha dato i natali ad Hans Christian Andersen  uno dei massimi autori europei di letteratura per l'infanzia (nella foto una statua celebrativa), il luogo dove presero vita i suoi personaggi meravigliosi, come la Sirenetta.

Fra i suoi titoli più noti sono Il brutto anatroccolo, I vestiti nuovi dell'imperatore, La regina delle nevi, Scarpette rosse e La sirenetta.

Sorge sull'isola di Fyn, collegata ad un fiordo, ed è sede di un importante porto commerciale che sorge alla foce dell’omonimo fiume.

Odense è la città dei bambini, perché tutto è a loro portata, ma anche la città di chi cerca un'oasi di tranquillità, di cultura, di gastronomia di qualità.

A Odense si può andare per musei, scoprire negozi curiosi, rilassarsi nei giardini.

La Fionia, l'isola in cui si trova Odense, è considerata il verde giardino di Danimarca, vi crescono prodotti sani e appetitosi, vi si producono bevande tradizionali da non perdere, come il vino di ciliegie e le birre artigianali.

Odense deve la sua fama agli edifici storici presenti, come la Cattedrale di Skt. Knud, edificata nel 1086 e ricostruita nel 1300, che è considerata una delle più belle chiese gotiche in mattoni di tutta la Danimarca. Al suo interno sono conservate le reliquie del santo patrono della nazione ed alcune imponenti sculture dell’artista locale Claus Berg.

Tra gli edifici di culto si segnalano la Chiesa di Nostra Signora, che nonostante l’origine romanica oggi si presenta come una ella costruzione gotica, e quella dei Cavalieri di San Giovanni.

Nel centro storico di Odense si trovano ancora le tipiche case in legno dei paesi del nord.

Da non perdere il Museo Storico Culturale, Il villaggio di Fionda, una sorta di grande museo en plein air, e il Museo Preistorico.

Per raggiungere Odense si vola su Copenaghen con SAS o Easyjet e si prende uno dei frequenti treni che collegano le due città.









Articoli Correlati