fbpx
Spettacoli

Discoteche a Salerno: Maurizio Maffei, la storia.

Un passato da deejay radiofonico e PR, oggi importante imprenditore del by-night campano, titolare del noto Bogart Club di Salerno. Maurizio Maffei ha contribuito a scrivere la storia del mondo dell’intrattenimento e del divertimento notturno in Campania grazie a un ricco bagaglio di esperienza e di collaborazioni di successo.

E’ lui stesso che ci ricorda gli esordi con il mondo della musica, sua eterna passione, lavorando in una radio locale salernitana:

<<Ho sempre avuto un grande trasporto per la musica alternativa, indipendente, per le autoproduzioni, e ho iniziato proprio con “Nice Noise”, il primo programma di musica d’avanguardia. La mia carriera di speaker radiofonico è continuata con l’esperienza nazionale di Rds. Sempre in questo settore, oggi procedo con il progetto di “Radio Web Bogart”, piattaforma che trasmette musica in tutto il mondo tramite Internet e consente di continuare con il mio lavoro legato al mondo della sperimentazione musicale e della ricerca>>.

Difficile racchiudere tutta la carriera di Maffei in poche battute.

Dopo la radio, i punti di riferimento più importanti sono stati l’inizio dell’attività di dj nei locali, iniziando a suonare un genere alternativo come la new wave; poi la fondazione di un gruppo dedicato all’organizzazione di eventi con serate in giro per la Campania; da qui l’avventura con il “Camino Real” <<anni magnifici – commenta Maurizio Maffei – un locale importantissimo e precursore per tutto il Sud Italia nell’ospitare personaggi dello spettacolo di fama internazionale. Qui ho curato la direzione artistica dal 1996 al 2003>>.

Il Bogart di Salerno

E poi il “Bogart Club”, dal 2007, locale di riferimento della caratteristica e intramontabile movida salernitana. Luogo che celebra la notte a tutti i livelli, per tutti i gusti. A partire dalla cena, al dopocena live fino alla formula discoteca. Aperto per serate organizzate ed eventi privati.

<<Raffinato già a partire dalle caratteristiche di arredo – aggiunge orgoglioso Maurizio Maffei – molto minimale, essenziale, luminoso. La filosofia che seguiamo è la forte partecipazione emotiva, organizzando serate glamour e soprattutto emozionali. Ritengo infatti che in linea generale si sia un po’ persa nel tempo l’emozione del divertimento notturno, forse in questo senso dovrebbero fare un passo indietro i proprietari e i PR in particolare, che badano poco all’aspetto qualitativo e artistico, pensando quasi sempre a “riempire il contenitore”. I giovani hanno bisogno di emozioni, di luoghi di aggregazione stabili, in cui tornare con piacere. Nonostante dunque il mondo della notte sia cambiato rispetto al passato, resterà comunque la valvola di sfogo e resisterà ai cambiamenti di costume. Quello che noto con piacere, invece, è un ritorno alla musica di qualità. Attualmente assistiamo infatti a una buona espressione musicale, grazie anche a interessanti progetti di contaminazione e sperimentazione>>.

E proprio di musica di qualità si parla pensando al prossimo appuntamento di punta delle serate del Bogart Club, un vero e proprio “colpaccio” di Maurizio Maffei.

<<C’è una data importante da ricordare, il 1° marzo, un appuntamento in esclusiva di cui vado molto fiero, perché ritengo che in questo momento siano i deejay più interessanti e di classe del panorama internazionale. Sto parlando dei Klingande che, per la loro prima volta in Italia, hanno scelto un grande club come il Bogart per suonare la loro musica coinvolgente che sta scalando le classifiche mondiali. All’esclusiva serata del 1° marzo saranno collegati molti eventi fashion, il tutto in un clima veramente glamour>>.

Come prepararsi al meglio all’attesa serata se non ascoltando a pieno volume “Jubel”, il pezzo di successo mondiale del duo francese, con il suo inconfondibile sax e un sound davvero trascinante? Impossibile resistere.


Spot

Spot

Spot