Ecco il menù estivo a base di pesce che vi ricorderà il mare

Quando ci si siede a tavola in una calda giornata estiva, magari davanti ad un suggestivo scorcio di mare, cosa c’è di meglio di un buon piatto di pesce? Vediamo tre ricette da provare per sfruttare al massimo questo alimento ricco di proprietà nutrizionali, molto versatile e soprattutto buono.

Spiedini di mare

Come in tutti i piatti a base di pesce qui elencati, anche in questo caso per la buona riuscita della ricetta c’è bisogno di materia prima di ottima scelta, con alti valori nutrizionali e possibilmente proveniente da pesca sostenibile. Al giorno d’oggi è possibile acquistare prodotti di questo tipo comodamente online, su alcune piattaforme che si occupano anche della vendita di pesce a domicilio, ideali soprattutto per coloro che non hanno molto tempo da dedicare ai propri acquisti.

Cominciamo con un antipasto semplice da preparare, ma al tempo stesso gustoso e ricco di sapori: gli spiedini di mare. Si possono scegliere i prodotti che si preferiscono, ma in generale quelli più indicati sono calamari, totani e gamberi, intervallati sullo spiedo da pomodorini ciliegini.

Dopo aver disposto il pesce sullo spiedino bisognerà passarlo in una panatura realizzata con pangrattato, prezzemolo, olio, aglio e pepe, per poi cuocere il tutto in una padella con un po’ d’olio per circa 5-6 minuti e facendo sfumare un po’ di vino bianco più o meno a metà cottura: gli spiedini sono pronti per essere serviti.

Paccheri al ragù di pesce spada

Archiviato l’antipasto si passa al primo. La pasta si sposa davvero bene con il pesce e un grande esempio sono i paccheri al ragù di pesce spada, un piatto dal sapore fresco e ottimo per un pranzo estivo. Per realizzare questa ricetta per quattro persone bisognerà prima di tutto lavare e tagliare a metà 200 grammi di pomodorini ciliegini, per poi passare alla pulizia del pesce spada (400 grammi andranno bene) che va tagliato a cubetti.

In una padella ampia far quindi soffriggere uno spicchio d’aglio nell’olio insieme ad un po’ di prezzemolo, per poi versare il pesce spada e i pomodorini nella padella e far sfumare mezzo bicchiere di vino bianco secco nel condimento. A questo punto basterà aggiungere la passata e un po’ di sale e far cuocere il tutto con il coperchio per circa dieci minuti, cuocendo allo stesso tempo 300 grammi di paccheri in abbondante acqua salata per poi mescolare il tutto una volta pronto.

Calamari ripieni

Come ricetta finale per un buon pranzo a base di pesce i calamari ripieni di fagioli e pecorino e cotti sulla griglia sono un’ottima idea, visto che danno una svolta più decisa al pasto dal punto di vista dei sapori. Solitamente questo piatto viene preparato al forno, ma la cottura sulla griglia riesce a tirare fuori il meglio dal calamaro.

Per realizzare questa ricetta, dopo aver pulito a dovere i calamari bisogna metterne i tentacoli in una padella d’olio con uno spicchio d’aglio, aggiungendo poi i fagioli e sfumando il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco. Una volta pronti, i fagioli vanno arricchiti con il pecorino e con un po’ di sale; a questo punto il ripieno è fatto e va solo inserito nei calamari, che andranno cotti sulla griglia per dieci minuti prima di poter essere serviti.